Il tuo browser non supporta JavaScript!

Ist. Poligrafico dello Stato

La Pinacoteca provinciale di Bari. La donazione Grieco

Christine Farese Sperken

Libro: Copertina morbida

editore: Ist. Poligrafico dello Stato

anno edizione: 2008

pagine: 104

Argomento del volume è la storia della collezione dei prestigiosi quadri, cinquanta dipinti italiani dall'Ottocento al primo Novecento, raccolti da Luigi Greco e donati alla Pinacoteca Provinciale di Bari. L'argomento principale sul quale si sono maggiormente concentrati gli sforzi del mecenate è il movimento macchiaiolo nella sua molteplicità e varietà di espressione. Infatti il gruppo dei pittori toscani è rappresentato al completo, tranne Adriano Cecioni, con Fattori, Lega, Abbati, Signorini, Banti. Ad essi si aggiungono gli artisti meridionali soprattutto di scuola napoletana: Palizzi, De Nittis, Cammarano, Toma: Seguono i veneti Ciardi, Favretto, Nono, Fontanesi; Cremona. A questi artisti che documentano la pittura del secondo Ottocento, si aggiungono nella collezione Grieco le opere del primo Novecento. Anche i quadri di questo periodo sono tutti di altissimo livello, dai dipinti di Viani a quelli di De Pisis, da Sironi a Morandi, da Casorati a De Chirico.
20,00

L'alimentazione nel mondo antico. Gli Egizi

Libro: Copertina morbida

editore: Ist. Poligrafico dello Stato

anno edizione: 2008

pagine: 96

20,00

Il patrimonio immateriale secondo l'Unesco. Analisi e prospettive

Libro: Copertina morbida

editore: Ist. Poligrafico dello Stato

anno edizione: 2008

pagine: 248

Con la Convenzione per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale l'UNESCO propone una riformulazione del concetto di patrimonio destinata ad avere un impatto considerevole sulle politiche culturali nel loro complesso. I contributi riuniti in questo volume analizzano le implicazioni dell'istituzione di questa nuova categoria patrimoniale che, privilegiando per la prima volta il momento della trasmissione rispetto a quello della documentazione, si prefigge di assecondare la natura dinamica della cultura mediante la salvaguardia delle pratiche culturali tradizionali ritenute "minacciate" dalla globalizzazione. Avvalendosi del punto di vista delle comunità detentrici di alcune delle pratiche culturali considerate dall'UNESCO come espressioni del "Patrimonio Culturale Immateriale dell'Umanità", questo libro affianca in una riflessione comune le prospettive istituzionali e quelle locali e gli approcci giuridico e antropologico.
25,00

Urbino. Il centro storico

Mauro Quercioli

Libro: Copertina morbida

editore: Ist. Poligrafico dello Stato

anno edizione: 2007

pagine: 112

L'incredibile fioritura culturale vissuta da Urbino nel XV secolo attrasse nella piccola città marchigiana artisti e studiosi di tutta Europa. L'illuminata signoria dei Montefeltro prima e dei Della Rovere poi si concretizzò in opere d'arte di tale valore da influenzare non solo il contesto culturale italiano, ma l'Europa tutta. Cuore della cittadina è il mirabile Palazzo Ducale, vera "città in forma di palazzo", mantenutosi inalterato nei secoli e che oggi ospita nelle sue sale la Galleria Nazionale delle Marche; tuttavia Urbino merita attenzione anche per le sue numerose chiese, prima tra tutte il Duomo con le annesse Grotte e il Museo Albani; per la casa di Raffaello, dove sono custoditi interessanti cimeli del "divin pittore" e per il ruolo svolto nei secoli dallo Studium Urbis cittadino. Non per nulla anche oggi gli studenti sono più dei residenti.
10,00

Blera e le sue necropoli

Francesca Ceci, Andrea Schiappelli

Libro: Copertina morbida

editore: Ist. Poligrafico dello Stato

anno edizione: 2006

pagine: 112

L'Etruria meridionale, corrispondente all'incirca alla provincia di Viterbo, racchiude numerose località lontane dagli abituali circuiti turistici e parzialmente risparmiati dall'espansione edilizia. Blera è uno di questi paesi costruiti sul tufo che mantengono in buona parte l'originaria conformazione e i connotati del villaggio racchiuso tipico dell'alto Lazio.
10,00

Guida italiana alla classificazione e alla terminologia stratigrafica

Libro: Copertina morbida

editore: Ist. Poligrafico dello Stato

anno edizione: 2003

pagine: 156

10,00
10,00
5,00

La zecca di Bologna (1724-1740). Collezione di Vittorio Emanuele III

Michele Chimienti

Libro: Copertina morbida

editore: Ist. Poligrafico dello Stato

anno edizione: 2021

pagine: 196

Il fascicolo n. 61 descrive per la medesima zecca i pontificati da Benedetto XIII (1724-1730) fino alla Sede Vacante del 1740. Questo periodo è caratterizzato da una crisi per la finanza e la monetazione in tutto lo Stato della Chiesa, compresa la legazione bolognese. Nel fascicolo vengono descritte le attività di coniazione sulla zecca di Bologna, con la successione del mastro de' cunei a Ercole Lelli e le osservazioni sulle monete coniate negli anni 1724-1740."
23,00

Il ripostiglio da Rio Marina (1901) III - I sec. a.C. Ripostigli

Simone Boccardi, Valentina Caffieri, Sara Guiati

Libro: Copertina morbida

editore: Ist. Poligrafico dello Stato

anno edizione: 2021

pagine: 140

"Le miniere dell'isola d'Elba custodiscono la storia di diverse comunità che nei secoli si sono succedute e che hanno avuto proprio nelle miniere la loro principale fonte di sostentamento. Ma le miniere dell'Elba testimoniano anche le modifiche che l'uomo ha apportato alla natura e alla morfologia del territorio man mano che, durante tutto il periodo di estrazione dei minerali di ferro, tale attività procedeva e si estendeva a porzioni sempre più ampie, promuovendo anche altre attività ad essa connesse, come quella marinaresca, indispensabile per un'isola che esportava i suoi minerali in altre zone d'Italia e d'Europa. Il ritrovamento di un ripostiglio di monete romane nel cantiere della miniera di Rio denominato Pozzo Fondi ci permette di aprire uno scorcio su una delle zone minerarie più rimaste nell'ombra dopo la fine dell'attività estrattiva. Il fascicolo n. 60 del Bollettino di Numismatica - Materiali descrive la storia delle miniere di Rio Marina, corredata da documenti provenienti dall'archivio storico e analizza il ripostiglio di monete romane rinvenuto nel 1901."
16,00

Vittorio Bachelet. Gli anni 70 tra speranze e disillusioni

Libro: Copertina morbida

editore: Ist. Poligrafico dello Stato

anno edizione: 2020

pagine: 224

«A quarant' anni dal tragico omicidio di Vittorio Bachelet, assassinato dalle Brigate Rosse il 12 febbraio del 1980, questo libro, fortemente voluto dal CSM e dal MIUR, raccoglie i contributi di intellettuali, economisti, giuristi, storici, giornalisti e politici, "senza alcuna pretesa di completezza né alcun intento didascalico", come afferma il curatore Giancarlo De Cataldo. Accanto agli interventi che delineano la figura di Vittorio Bachelet, Vicepresidente del CSM, professore, uomo politico, altri saggi descrivono il contesto storico, politico e sociale in cui avvenne il tragico evento, riportandoci al clima degli anni 70 con i cambiamenti e i fermenti che li caratterizzarono. Il testo è accompagnato da una serie di scatti fotografici (molti dall'Archivio Riccardi) che aiutano a descrivere lo spirito del tempo, con l'intento di rendere più semplice la narrazione anche a chi, per motivi di età, di quegli anni ha poca o alcuna conoscenza. L'intervento del Presidente Sergio Mattarella apre il volume; fra gli autori dei contributi David Ermini (Vicepresidente del CSM), Alberto Maria Benedetti, Armando Spataro, Massimo Brutti, Carlo Guarnieri, Benedetta Tobagi, Flavia Perina, Gianni Mura, Rosy Bindi e molti altri.»
6,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento