Il tuo browser non supporta JavaScript!

Ist. Italiano Cultura Napoli

Con rispondenze in vedeopagine

Lidia Ferrara

Libro: Copertina rigida

editore: Ist. Italiano Cultura Napoli

anno edizione: 2011

pagine: 52

15,00

Ma in attendere è gioia più compita. Il fiore della poesia italiana contemporanea

Libro: Copertina morbida

editore: Ist. Italiano Cultura Napoli

anno edizione: 2022

pagine: 144

Roberto Pasanisi ci ha abituati alle sfide, ai messaggi forti, alla parola salvatrice. Il titolo che ha scelto per questa raccolta è semplicemente stupendo e denso di senso: Ma in attendere è gioia più compita. Questo «fiore della poesia italiana contemporanea» - proprio così, è un fiore, anzi meglio, una rosa -, raccolto dalle Edizioni dell'Istituto Italiano di Cultura di Napoli, magistralmente dirette dallo stesso Pasanisi, sboccia al vento fresco del mediterraneo come messaggio di gioia, di riflessione, di canto antico, come quello di omeriana fattura. E se nulla si crea e nulla si distrugge, come ricorda Antoine de Lavoisier, ecco la voce forte e dolce di Roberto Pasanisi, immenso poeta, per ricordarci: «Ma nulla dura per sempre, tranne l'amore». Direi che la poesia è coraggio. Coraggio di tutti questi poeti. Capitanati da Roberto Pasanisi, essi vanno di fiore in fiore, come farfalle che credono nell'energia del colore - lo dice così bene il pittore francese Fernand Léger -. Roberto Pasanisi conosce bene questi fenomeni, da psicologo clinico e psicoterapeuta, italianista, scrittore, editore e giornalista, da laureato in Lettere classiche e in Psicologia clinica.
20,00

Guarda in alto!

Antonietta Benagiano

Libro: Copertina morbida

editore: Ist. Italiano Cultura Napoli

anno edizione: 2021

pagine: 64

Come dice Saul Bellow in un libro definitivo, un fantasmagorico romanzo-saggio sulla modernità - brillante di invenzioni stupefacenti e rutilanti dritte al cuore e alla mente come nel Maestro e Margherita bulgakoviano -, More Die of Heartbreak (Ne muoiono più di crepacuore, 1987), riprendendo un epocale passaggio di Matthew Arnold, «ciascuno di noi è consapevole di avere un piccolo ghiacciaio nel cuore»: per questo, dice il protagonista del libro, «credo che muoia più gente di crepacuore che di radiazioni, e nessuno fa le dimostrazioni contro il crepacuore», in una società «dove l'egoismo è il cuore dell'etica capitalista» e la sua «Mano Invisibile» governa il mondo e «ormai anche gli angeli [...] dovranno diventare ragionieri o contabili». «Solo se si fa della nostra vita una svolta decisiva si ha ragione di esistere», ci ricorda l'autore, là dove «mai si è vista una bellezza priva di cuore così meravigliosa» come nella modernità - mentre «la bellezza è solo per i coraggiosi». (Roberto Pasanisi)
15,00

Storie interdette

Giulia Fera

Libro: Copertina morbida

editore: Ist. Italiano Cultura Napoli

anno edizione: 2020

pagine: 112

In molti casi, non hanno fatto proprio nulla (wu-wei = agire senza agire), ma hanno lasciato accadere, come insegna il Maestro Lao-Tzu, poiché la luce e le ombre circolano secondo le leggi universali. la coscienza interviene continuamente ad aiutare, correggere e negare, e in ogni caso non è capace di lasciare che il processo psichico si svolga indisturbato. Il lasciar agire, il fare nel non fare, l'abbandonarsi è diventato per me la chiave che dischiude la porta verso la via: bisogna essere psichicamente in grado di lasciar accadere. Il nostro Ettore, nel romanzo dell'autrice Giulia Fera, è alla ricerca della sua verità, ma solo quando abbandonerà la ricerca della verità, allora uscirà fuori con tutta la sua forza. La ragione cerca sempre la soluzione su una via coerente, logica: ha ragione in tutte le situazioni e problemi spiccioli, ma non è sufficiente per le grandi questioni decisive. È incapace di creare l'immagine, il simbolo che è irrazionale. tutto ciò che conta nella psiche non c'entra nulla con la ragione. Il mondo interiore è un abisso fatto di altre sostanze, che noi chiamiamo emozioni, ma che gli antichi chiamavano Dei.
15,00

Quel pugno di terra bastarda

Massimo Cocchi

Libro: Copertina morbida

editore: Ist. Italiano Cultura Napoli

anno edizione: 2020

pagine: 32

Il ricordo collega lo spazio con il tempo, quarta dimensione dell'uomo; o più precisamente della mente umana. Massimo Cocchi ci catapulta nella storia della propria fanciullezza, identificandone i luoghi e i tempi quali coordinate della memoria. La "bassa" del giovane Cocchi è il punto di partenza: «Quel pugno di terra bastarda dove il sudore vero dell'uomo ha riportato la terra alla fertilità». I ricordi affiorano, il lettore rivive la giovinezza, esperienze condivise, sogni e interrogativi di ogni giovane divenuto adulto; eppure, come l'autore ci chiarisce, «il tempo scorre e l'uomo cambia nel ricordo del suo passato ». Il futuro è concepibile unicamente in funzione del passato: può essere ineluttabile, predestinato o autogovernato. Ecco che la memoria diviene coltura del pensiero profondo e meditato sulla natura del libero arbitrio e del suo rapporto con la scienza e l'attuale società. Prefazione di Pasquale Comite.
5,00

Blue in green. Ediz. italiana

Luca Benatti

Libro: Copertina morbida

editore: Ist. Italiano Cultura Napoli

anno edizione: 2020

pagine: 32

"Il da poco scomparso filosofo e sociologo polacco Zygmunt Bauman nella sua Vita liquida aveva già saputo, con una certa profeticità, trattare le estreme conseguenze della società contemporanea. L'uomo 'liquido' è tale perché ha perso tutte le certezze 'rocciose' su cui si erano fondate le generazioni precedenti alla sua (per esempio la famiglia); l'integrità, quella del singolo come quella del popolo (che, come dice Pierpaolo Pasolini, si realizzava nell'«ethos» e nella cultura suoi propri, ai quali «subdolamente» si sostituisce la non-cultura), ha fatto le spese di questa perdita. il risultato, quindi, è un uomo che si lascia condizionare; che prende la forma del proprio contenitore, che ragiona ed agisce come la società gli impone. Blue in Green, come ci dice l'autore fin dalle righe di introduzione, nasce dal «bisogno di scrivere» nel tentativo di «riconciliare i pensieri con la mia anima»: la poesia diventa l'atto con cui l'uomo cerca di essere ancora umano. Francesco Petrarca terminava il Secretum con il celebre proposito: «Sparsa anime fragmenta recolligam» e, non a caso, iniziava il suo Canzoniere". Prefazione di Giuseppe Simonelli.
5,00

A piedi nudi sulla madre terra. Appunti di viaggio, ma non solo

Amedea Mantovan Regazzo

Libro: Copertina morbida

editore: Ist. Italiano Cultura Napoli

anno edizione: 2020

pagine: 112

Con questa pubblicazione Amedea Mantovan Regazzo si piazza nella lunga tradizione della letteratura odeporica che fin dall'antichità (dai greci Strabone, Pausania il Periegeta...), ha sempre avuto interpreti prestigiosi, non solo indotti dalla curiosità personale di scoprire terre e popolazioni vicine e lontane, ma anche animati da una specie di mission culturale di rendere partecipi anche coloro che non avevano la possibilità di viaggiare. Un fenomeno molto complesso al quale l'Università Ca' Foscari di Venezia nel 2016 ha dedicato un articolato convegno di due giorni (il 12-13 di aprile) con un titolo di ispirazione dantesca "Nel mezzo del cammino. Il viaggio come esperienza estetica": con una folta e qualificata partecipazione di relatori. Ebbene anche la nostra autrice, di origini veneziane, ma da molti anni residente a Vicenza, non appena è stata libera dagli impegni di docente di materie letterarie nelle scuole medie superiori, ha sentito il bisogno dare alle stampe gli appunti, diligentemente redatti e gelosamente conservati, di viaggi in precedenza compiuti. Prefazione di Mario Bagnara.
15,00

Fiori di basilico... e altri incanti

Walter Mosaner

Libro: Copertina morbida

editore: Ist. Italiano Cultura Napoli

anno edizione: 2020

pagine: 64

Appare decisa e cosciente la reazione anticonformista di Walter Mosaner innanzi al baratro che sancisce l'assoluta spartizione tra la metrica e la ricerca trasparente del 'senso del mondo'. Attraverso una forma incontaminata stilata in chiave moderna, l'autore tesse un'orditura certa a delineare il senso di se stessi e di ciò che accade, senza tralasciare lo strumento poetico metrico e retorico esemplare che ne contraddistingue i versi. Com'è possibile trascinarsi nel mezzo del labirinto che distingue ogni senso dell'essere? Le parole intrise di forza figurativa sembrano prendere vita in tutto il loro vigore espressivo, raccontando per mezzo di un formato innovativo e fluente il viaggio tra «le Terre dell'Estremo limite» ("Consapevolezza"), «L'inizio di tutto./ La prima volta di una emozione./ La vocazione. La missione./ Lo scopo e l'obiettivo». Essenziale risulta la trama che vede un equilibrio tra l'intensità a tratti baudelairiana del senso di nostalgia che vede la celebrazione delle incertezze e dei fallimenti nei versi che compongono "Ascendente Bilancia". Prefazione di Monia Costantino.
10,00

Islande terre isolate

Angela Vai

Libro: Copertina morbida

editore: Ist. Italiano Cultura Napoli

anno edizione: 2020

pagine: 48

Islande: una terra 'al quadrato', simbolo delle storie uniche e intrecciate di due sorelle, Gerda e Oliva, gemelle di nascita ma con passioni, temperamenti e vite tanto vicine quanto diverse. Con il suo stile semplice e familiare, si ha l'impressione di tuffarsi, in poche pagine, nell'intera vita delle donne protagoniste, balzando velocemente dal loro passato al loro presente, dalla loro infanzia e gioventù agli anni più maturi, dai loro tanti ricordi di vita vissuta alla situazione attuale. E il racconto fa emergere la sua duplicità in ogni punto: persone di passaggio e persone che restano; paesi freddi, distanti ed evoluti e terre calde, accoglienti e rurali; la semplicità di una persona e la complessità di un'altra; cenni storici a periodi di guerra e oasi di pace e tranquillità dove il tempo sembra essersi fermato; l'amore, quello non vissuto e idealizzato, sostituito da quello che invece dev'essere per imposizione. Prefazione di Claudia Sepe.
8,00

Il «trauma storico» dei Nativi americani. Sofferenza e rinascita

Marcello Maviglia

Libro: Copertina morbida

editore: Ist. Italiano Cultura Napoli

anno edizione: 2019

pagine: 160

L'autore, Marcello Maviglia (psichiatra e storiografo; professore presso il Dipartimento di medicina di base dell'Università del Nuovo Messico, USA, e consulente scientifico per il Centro per la Salute dei Nativi Americani), è uno dei maggiori esperti al mondo della drammatica e tragica questione indiana negli Stati Uniti. La radice di ogni indagine storiografica non conformistica, che non sia scritta sotto dettatura dei vincitori, non può che sempre risalire a Walter Benjamin ed alle sue tesi sul concetto di storia: «I momenti distruttivi: demolizione della storia universale, eliminazione dell'elemento epico, nessuna immedesimazione con il vincitore. La storia dev'essere spazzolata contropelo. La storia della cultura come tale viene a cadere: dev'essere integrata nella storia delle lotte di classe». Prefazione di Roberto Pasanisi.
25,00

La geometria dei girasoli

Pietro Catalano

Libro: Copertina morbida

editore: Ist. Italiano Cultura Napoli

anno edizione: 2019

pagine: 64

Una poesia onesta, agile, fluente dove il verso, con tutta la sua portata ontologica, si fa ritmo e icastica equivalenza di un sentire profondo e plurale; polivalente e spirituale, dove i sinestetici allunghi e le varie intrusioni stilistiche di simbolico impatto danno corpo al dettato lirico. Si parte da riflessioni di ampio respiro, da meditazioni umanamente oggettive; c'è la vita con tutto il suo bagaglio esistenziale: le memorie, il tempo che fugge, l'amore, l'aspirazione alla giustezza, e il rammarico per un mondo in balia delle aporie, delle storture, delle anomalie che fanno soffrire. Partendo dalla poesia testuale già possiamo entrare nel cuore della poetica di Catalano: gli oggetti, lo scorrere del tempo, le avidità, le corse verso l'ignoto, le speranze: "ma la vita è un soffio leggero". Prefazione di Nazario Pardini.
10,00

La sirena. Ediz. italiana e inglese

Antonietta Benagiano

Libro: Copertina morbida

editore: Ist. Italiano Cultura Napoli

anno edizione: 2019

pagine: 72

«Nella forma illustre e innovativa insieme del poemetto (Eliot docet), Antonietta Benagiano costruisce con La sirena una tessitura semantica non meno che fonica quale eliotiano "correlativo oggettivo" della guerra, in prima istanza, ma - nel contempo e non secondariamente -, del mondo moderno e dei suoi smisurati orrori, "dicendo l'indicibile". È una Waste Land, quella della protagonista Ninì, in cui l'umanità si riscopre, per l'ennesima volta, sans toi ni loi: le bombe diventano la dissonante musica e la stravolta misura di un mondo in disfacimento che ama distruggere e distruggersi in un cupo dissolvi senza fine, inverando a tutto tondo, prima ancora che Thanatos - la Todestrieb di Jenseits des Lustprinzips -, quello che potremmo chiamare fornarianamente il coinema della "necrofilia" quale ce la racconta, con parole ed esempi indimenticabili, il grande Fromm di The Heart of Man. Its Genius for Good and Evil. Eh sì, la storia è un incubo, sembra concludere Ninì, dal quale è impossibile risvegliarsi; un incubo che stiamo ancora sognando come nella più cupa e infrenabile delle nostre notti...» (dalla Prefazione di Roberto Pasanisi)
15,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.