Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina
Iscriviti alla newsletter

Interlinea

Quaderni borromaici. Saggi studi proposte. Rivista dell'Associazione Alunni dell'Almo Collegio Borromeo di Pavia. Volume Vol. 10

Libro: Libro in brossura

editore: Interlinea

anno edizione: 2023

pagine: 256

I «Quaderni Borromaici» sono nati nel 2014 come rivista annuale promossa dall'Associazione Alunni del Collegio Borromeo di Pavia, raccogliendo la preziosa eredità dei "Saggi di Umanismo cristiano" fondati da Cesare Angelini e pubblicati tra il 1946 e il 1955. L'intento nei nuovi "Quaderni" voleva essere innanzitutto quello di conoscere e far conoscere meglio la storia e la tradizione dell'istituzione borromaica e dei personaggi della cultura che con questa hanno incrociato il loro cammino nei secoli. Tuttavia, come l'illuminato esempio di Angelini dimostra, il migliore spirito del Collegio Borromeo è sempre stato quello di una grande apertura e attenzione alla realtà storica e culturale al di fuori delle mura del palazzo della Sapienza. Per questo, oggi l'obiettivo principale dei «Quaderni Borromaici» è quello di accogliere la più ampia varietà possibile di saggi, studi e proposte, affiancando i contributi di studiosi di diverse generazioni e di diversi ambiti del sapere, proponendosi di partecipare al dibattito scientifico nazionale e internazionale e di promuovere il confronto interdisciplinare. A partire dal 2018, la sezione principale di ciascun numero della rivista, intitolata Saggi, raccoglie gli articoli sottoposti a peer review, di ambito sia umanistico che scientifico. Nello Scaffale Borromaico sono invece accolti contributi dedicati per lo più all'approfondimento della storia del Collegio e dei suoi Alunni. Chiude ciascun volume la Bancarella Borromaica, dedicata alla segnalazione delle più importanti opere (monografie scientifiche, volumi divulgativi, opere poetiche o narrative, eccetera) pubblicate in tempi recenti da autori vicini alla realtà borromaica o pavese.
10,00

Foglie di tiglio. Vecchi versi 1985-1999

Paolo Zoboli

Libro: Libro in brossura

editore: Interlinea

anno edizione: 2023

pagine: 168

Fogli d'album strappati allo scorrere del tempo come foglie di tiglio strappate al fango dell'autunno. Vecchi versi perché qui raccolti dopo quasi cinque lustri e perché composti per lo più in forme antiche: il sonetto (italiano o elisabettiano, variamente modificato), la ballata, il madrigale, la quartina, la terzina dantesca, la canzonetta e perfino una sorta di sestina lirica; con un quadernetto "eolico" di strofe classiche come la saffica e l'alcaica, inoltre, e con un quadernetto di traduzioni da Orazio, Poe, Baudelaire, Verlaine, Mallarmé e Apollinaire. Alessandro Fo ha trovato questi versi «un po' old style ma sentiti e belli»; e Hermann Grosser ha scritto di essi: «Per le atmosfere, per alcuni temi, per la ricercatezza del linguaggio, la cura meticolosa della forma, la metrica quasi regolare, sembrano poesie riemerse da epoche remote, conservano il fascino dell'antico, in controtendenza con i tempi».
16,00

Autografo. Volume Vol. 68

Libro: Libro in brossura

editore: Interlinea

anno edizione: 2023

pagine: 248

Alla fine del Novecento la rivoluzione digitale ha profondamente cambiato il modo di comunicare, dando vita a una neo-epistolarità tecnologica che si riflette ormai anche in romanzi e racconti. Questo numero di "Autografo" intende dare testimonianza di quelle «lettere letterate» che si configurano ancora come «carteggi di carta» intonati a una modalità di confronto argomentata e riflessiva, linguisticamente e intellettualmente ricca. Ai carteggi inediti di poeti, scrittori, critici (Montale-Croce, Raimondi-Sereni, Erba-Sereni, Dionisotti-Venturi, Barolini-Bassani, Giuliani-Pleynet-Risset, Momigliano-Romano, Pomilio-Zanzotto, Calvino-Celati), si affiancano l'analisi stilistica di un campione esemplare come le lettere familiari di Manganelli e una rassegna di strumenti e studi in corso sul tema degli epistolari. Chiude il volume una serie di recensioni su recenti edizioni di carteggi.
20,00

Novarien. Volume Vol. 51

Libro: Libro in brossura

editore: Interlinea

anno edizione: 2022

pagine: 200

Relazioni introduttive. Domande per l’oggi (Mario Enrico Delpini). Una figura limpida (GIanfranco Astori). La memoria culturale (Giovanni A. Cerutti). Relazioni il cattolicesimo liberale lombardo Novara, Milano e la Lombardia. Legami storici e influenze culturali tra Ottocento e Novecento (Giancarlo Andenna). Il cristianesimo impraticabile di Alessandro Manzoni. Riletture (Angelo Stella). Lineamenti del cattolicesimo liberale lombardo (Alfredo Canavero). Testi e documenti su Achille Marazza. Achille Marazza dal Partito popolare alla Democrazia cristiana (Giovanni A. Cerutti). La lezione civile di Achille Marazza. Lo spazio della democrazia. La riflessione di Achille Marazza negli anni della crisi dello stato italiano. Un’amicizia antica. Il carteggio tra Alcide De Gasperi e Achille Marazza nelle carte dell’Archivio Marazza. Achille Marazza. Album fotografico (a cura di Barbara Gattone). Comunicazioni extra convegno. Attorno a Melchiorre figlio di Giovanni D’Enrico. Documenti e firme (Guido Gentile).
30,00

Tremenda è la vita a cui hanno condannato l'Ucraina

Renzo Dionigi

Libro: Libro in brossura

editore: Interlinea

anno edizione: 2022

pagine: 32

24 febbraio 2022, la Russia lancia la sua aggressione militare all'Ucraina. Il bilancio dei primi mesi di guerra è devastante e riporta alla mente le parole che lo scrittore sovietico di origine ebraica Vasilij Grossman scrisse nel 1943 nel suo racconto il vecchio maestro, descrivendo l'inferno vissuto dalla sua città natale, Berdičev, ora fra i primi centri ucraini a essere aggrediti dai russi. Renzo Dionigi ci propone una riflessione, in bilico fra letteratura e tragica realtà, svelandoci come i grandi scrittori come Grossman siano in grado di servirci da guida per aiutarci a meglio comprendere gli eventi. La madonna sistina di Raffaello, cui Grossman dedicò un altro racconto, è ancora presa da profondo stupore e sembra dire «ma cosa state facendo?»
10,00

I coregoni. «In lacubus territorij nostri»

Renzo Dionigi, Angelo Stella, Pietro Volta

Libro: Libro rilegato

editore: Interlinea

anno edizione: 2022

pagine: 188

25,00

Fragile bellezza: arte per il corpo

Libro: Libro in brossura

editore: Interlinea

anno edizione: 2022

pagine: 120

L'arte contemporanea è chiamata a riflettere sul tema della preziosità e delle sue caratteristiche effimere: artisti e aziende dell'oreficeria di Valenza si incontrano per rinnovare una lunga tradizione di scambi e di frequentazioni, sperimentando nuovi contenuti e percorsi creativi. Il progetto Fragile bellezza - a cura di Lia Lenti e Domenico Maria Papa - è un omaggio alla storia di un distretto produttivo, alla sua sapiente manualità, al suo territorio e, insieme, una testimonianza di costante innovazione estetica. L'edizione 2021 coinvolge artisti e aziende orafe in una ricerca incentrata sul tema dell'arte per il corpo. Gli artisti sono stati invitati ad analizzare il tema del corpo ornato indagando l'idea del gioiello come talismano, amuleto e portafortuna dalle valenze salvifiche e apotropaiche. Un invito alla riflessione che si è estesa dall'individuo, inteso nella sua dimensione corporea, alla dimensione collettiva che investe l'uomo tra gli uomini. Quindi non solo il gioiello inteso come ornamento ma anche come simbolo sociale.
15,00

Una vita dalla parte dei poveri. Luciano Piana

Giannino Piana

Libro: Libro in brossura

editore: Interlinea

anno edizione: 2022

pagine: 116

«Luciano è stato un testimone esemplare di che cosa significa (e comporta) essere cristiani, aderire cioè fino in fondo a quella logica evangelica che fa del credente un reale discepolo del maestro, che implica innanzitutto l'opzione per la povertà, la quale consente di stare dalla parte dei poveri e di condividere le lotte per la loro liberazione». Giannino Piana, decano dei teologi moralisti italiani, ricorda la figura del fratello raccogliendo anche suoi testi, tra poesia e preghiera, «che si fondono tra loro come due dimensioni interdipendenti e si intrecciano con una costante attività in vari campi della vita sociale ed ecclesiale, rendendo trasparente la possibilità di una stretta congiunzione di mistica e politica». Una lezione di grande attualità: «non aspettare che la vita finisca per decidere come impegnarla».
12,00

Giorgio Orelli e il «lavoro» sulla parola

Libro: Libro in brossura

editore: Interlinea

anno edizione: 2015

pagine: 300

Appartenente alla generazione di Zanzotto, Erba, Pasolini, Giudici o Cattafi, Giorgio Orelli (Airolo 1921-Bellinzona 2013) è stato, con grande misura, soprattutto poeta e "lettore", ma anche narratore e traduttore da più lingue: ambiti che avvertiva "complementari" per la centralità riconosciuta alla dimensione "verbale" del testo o, volendo, per l'esigenza profondamente sentita di una costante e rinnovata verifica delle motivazioni linguistiche che governano la parola letteraria. Di questo suo "lavoro", cresciuto nei settant'anni che separano le poesie di Né bianco né viola (1943) dagli ultimi libri, dà conto questo volume, che raccoglie gli Atti del convegno svoltosi nel novembre del 2014 a Bellinzona. Si trovano qui, nell'ordine, i saggi di Stefano Agosti, Maria Antonietta Grignani, Silvia Longhi, Clelia Martignoni, Pietro Gibellini, Gilberto Lonardi, Alice Spinelli, Massimo Danzi, Christian Genetelli, Niccolò Scaffai, Giovanni Fontana, Georgia Fioroni, Yari Bern asconi, Ottavio Besomi, Pietro De Marchi, Pietro Montorfani e la testimonianza dello scrittore e poeta Giovanni Orelli.
22,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.