Il tuo browser non supporta JavaScript!

Il Saggiatore

Piccolo galateo per il corretto utilizzo dei libri

Officina Saggiatore

Libro: Copertina morbida

editore: Il Saggiatore

anno edizione: 2022

pagine: 160

È consentito o no fare le orecchie ai libri? Con che tipo di matite si sottolineano? Quali sono le tecniche infallibili per farseli restituire? Il "Piccolo galateo illustrato per il corretto utilizzo dei libri" risolverà tutti i dubbi che incontriamo durante la nostra vita di lettrici e lettori.
15,00

Bacacay. Tutti i racconti

Witold Gombrowicz

Libro: Copertina morbida

editore: Il Saggiatore

anno edizione: 2022

pagine: 360

Non c'è autore più insofferente alle convenzioni di Witold Gombrowicz. I suoi racconti, qui raccolti integralmente per la prima volta in Italia, sono una sintesi perfetta della sua satira conturbante, della sua visione grottesca del mondo, delle sue narrazioni paradossali e stridenti, della sua capacità di dare vita a figure irregolari e assurde, in grado di frantumare in pochi istanti le regole su cui poggia la società. Attraverso un linguaggio levigato, in cui rimbalzano giochi di parole e neologismi, Gombrowicz fa sfilare in 1ueste pagine come in una folle parata un antisemita che si scopre figlio di un'ebrea convertita, un marito che disprezza l'avvenente moglie per perdersi dietro alle gambotte storte e fregiate di venuzze delle donne di servizio, un magistrato paranoico, una donna pazza di desiderio fidanzata con un vergine determinato a rimanere tale, un bandito terrorizzato dalla «rattità» dei ratti, un re corrotto fino alla follia, un giovane conte che trova interesse solo nelle radio. Una dissacrante rassegna di anormali che, alternando il comico e il tragico, mette alla berlina le convenzioni borghesi e i tic dell'aristocrazia, il moralismo e la famiglia, il romanzo tradizionale e le opere edificanti. In queste storie tutto è messo in discussione: quella di Gombrowicz è una lettura ironica e disillusa della realtà che non risparmia né la letteratura, né i sentimenti. E, come testimonia il suo racconto più autobiografico, nemmeno se stesso: «Alla domanda se, come scrittore, intendo continuare a migliorare per lo Spirito, la Cultura, l'Arte ecc., rispondo: no, no, assolutamente no!».
27,00

L'umanità di domani. Dieci numeri per comprendere il nostro futuro

Paul Morland

Libro: Copertina morbida

editore: Il Saggiatore

anno edizione: 2022

pagine: 336

"L'umanità di domani" è una carta geografica del futuro per orientarsi nel mondo che verrà attraverso la lente degli sviluppi demografici e dei flussi di popolazione che lo caratterizzeranno. Paul Morland ci mostra quanto la demografia sia la prospettiva migliore da cui osservare i mutamenti delle nostre società e delle nostre economie, e lo fa attraverso dieci numeri, dieci dati da cui partire per osservare il cambiamento. Se da un lato nei paesi dell'Africa occidentale la diminuzione della mortalità infantile, accompagnata dall'alto tasso di natalità, genererà la prossima esplosione demografica, nei paesi europei e dell'Asia orientale - casi emblematici sono Italia e Giappone - assisteremo sempre più a un progressivo invecchiamento. Lo sviluppo economico dei paesi ora considerati «poveri» e l'aumento del livello di istruzione e dell'emancipazione delle donne produrranno un pervasivo calo delle nascite, che potrebbe arrestare (se non invertire) la crescita esponenziale del numero di individui sulla Terra. È un bene? È un male? Questi mutamenti non sono solo cifre, grafici e diagrammi: influiscono direttamente sulla disponibilità delle risorse e sulla salute ambientale del pianeta, ma anche sulla cultura e sulla politica, sulla religione e sull'educazione, sulle leggi e sull'etica. Se impariamo a prevedere il mondo di domani possiamo orientare le nostre scelte personali in base alla forma che vogliamo che abbia; perché il destino dell'umanità del futuro dipende più che mai da ciò che facciamo oggi.
25,00

Manuale di eleganza per il perfetto gentiluomo

Élisabeth Jammes, Étienne Pihouée

Libro: Copertina morbida

editore: Il Saggiatore

anno edizione: 2022

pagine: 136

Al giorno d'oggi essere eleganti non è certo un obbligo, ma nemmeno un inutile vezzo. Essere eleganti, infatti, significa esprimere noi stessi, sottolineare i nostri punti di forza, infondere fiducia; in poche parole, sentirsi bene. "Manuale di eleganza per il perfetto gentiluomo" è una guida illustrata per districarsi nei diversi codici della moda maschile esibendo un outfit impeccabile in ogni circostanza. Quanti di noi sanno infatti qual è il cappello più adatto per un pranzo all'aperto? Secondo quali criteri dovremmo scegliere una camicia per una giornata in ufficio? Qual è il colore da indossare in un'occasione formale e quale per un'uscita domenicale con gli amici? Tra consigli pratici su come individuare i tessuti migliori per ogni capo o gli accessori da abbinare, suggerimenti sulla cura di barba e baffi , segnalazioni di negozi esclusivi dove poter acquistare un completo in tweed del tutto simile a quelli di Winston Churchill e Fred Astaire e aneddoti storici sui capricci di principi e re, Élisabeth Jammes ed Étienne Pihouée ci conducono con leggerezza e precisione attraverso tutte le sfaccettature dell'eleganza maschile. Un'opera che ci porta a guardare con occhi diversi gli abiti che indossiamo ogni giorno: perché è su di essi che il mondo posa a sua volta lo sguardo.
16,00

Maddalena sulla tomba

Patrick Roth

Libro: Copertina morbida

editore: Il Saggiatore

anno edizione: 2022

pagine: 72

"Maddalena sulla tomba" è la storia di un perturbante mistero, di un segreto che si manifesta solo nella confusione di finzione e realtà, testo e interpretazione. Hollywood, metà anni ottanta: uno studente di regia, ispirato dal Vangelo secondo Matteo di Pasolini, decide di mettere in scena l'episodio narrato in Giovanni 20,1?18 noto come «Maddalena al sepolcro»: il riconoscimento di Cristo risorto da parte di Maria di Magdala. Gli attori sono quattro: tre amici e una ragazza di origini italiane appena conosciuta che dovrà interpretare la Maddalena. Il regista e l'attrice si incontrano per provare la scena in una casa abbandonata, dalle parti di Mulholland Drive. La donna sembra tormentata, triste; lui ne è ammaliato. Man mano che la scena viene ripetuta, l'attenzione dei due si astrae dalla rappresentazione e inizia a convergere su un'unica frase: un passaggio che fa trasparire un significato fino a quel momento nascosto nel testo biblico e che sconvolgerà le loro esistenze. Patrick Roth dà vita a un romanzo denso di spiritualità ed echi cinematografici, da Hitchcock a Bergman, sino a Lynch: un'opera breve come il pronunciarsi di una rivelazione, ma il cui messaggio è destinato a interrogare a lungo il suo lettore.
12,00

La camera degli animali. Racconti di tigri, fenici e altre creature fantastiche

Libro: Copertina morbida

editore: Il Saggiatore

anno edizione: 2022

pagine: 288

Esiste una stanza, in un luogo sperduto e quasi inaccessibile, in cui il tempo non scorre. È piena degli oggetti più strani e variopinti, di scompartimenti nascosti, specchi, suoni, fantasmi, ma soprattutto è dimora di tutti gli animali del mondo. Sono loro a custodirla e a preservarne la magia. Ciascuna delle sue pareti non è un semplice muro, ma ha il potere di trasformarsi in un portale verso innumerevoli altre dimensioni: basta sfiorarle perché prendano corpo elefanti meccanici, tigri, zanzare, fenici e ci conducano dentro storie incredibili. Nel corso dei secoli sono riusciti a entrare in quella stanza alcuni scrittori: Luciano di Samosata rimase sconvolto dagli ippogrifi sulla Luna, Katherine Mansfield fu affascinata dal canto di un canarino, Franz Kafka non trovò le parole per descrivere l'enigmatico odradek. Inseguendo le loro orme, Francesca Scotti si è avventurata nei meandri più oscuri e inesplorati della «camera degli animali», tra leggende di metamorfosi e di sogni, di morti e di futuri lontani, e ha deciso di ricostruirla nello spazio di carta che avete tra le mani.
24,00

Il grande museo vivente dell'immaginazione. Guida all'esplorazione dell'architettura letteraria

Matteo Pericoli

Libro: Copertina morbida

editore: Il Saggiatore

anno edizione: 2022

pagine: 168

Quello che avete davanti non è un libro come gli altri. È un edificio, composto di ingressi, piani, stanze, cortili e uscite. È una mappa per muoversi al suo interno. È un museo, tra le cui sale viene mostrato un nuovo approccio alla costruzione delle storie. Leggerlo significa spostarsi come in una visita guidata, immergersi tra visioni e architetture, racconti e progetti, scoprire un punto di vista inedito da cui guardare alle narrazioni che danno forma e respiro alla nostra vita. Il grande museo vivente dell'immaginazione esplora i legami inattesi tra letteratura e architettura, fantasia e costruzione. A partire dall'osservazione di forme e strutture del passato - dalle capanne di paglia al Partenone, dalle case in pietra al Guggenheim di New York -, Matteo Pericoli ci conduce tra le opere di Italo Calvino e Annie Ernaux, Beppe Fenoglio e William Faulkner, Elena Ferrante e Jun'ichir? Tanizaki per analizzarle come se fossero anch'esse edifici dotati di soffitto e scantinato, fondamenta e finestre, tetti e rampe di scale: Le notti bianche dopotutto non potrebbe essere un grattacielo inclinato? E L'amica geniale due palazzi che si sostengono e respingono a vicenda? Grazie all'esperienza fatta in scuole di scrittura e università con il suo Laboratorio di architettura letteraria, Pericoli ci invita a ripensare il nostro ruolo di autori e lettori, ad abitare la scrittura in senso proprio, a permettere alla nostra immaginazione di strutturarsi, crescere e arricchirsi. Perché le storie non sono strade da percorrere: sono case in cui si può entrare, sostare, curiosare e da cui si esce sempre cambiati.
25,00

I dipendenti. Un romanzo sulla forza lavoro nel XXII secolo

Olga Ravn

Libro: Copertina morbida

editore: Il Saggiatore

anno edizione: 2022

pagine: 160

A bordo della seimillesima nave partita dalla Terra, dipendenti umani e le loro controparti umanoidi lavorano insieme secondo protocolli aziendali ben consolidati. La loro missione è quella di curare e accudire i misteriosi oggetti, seducenti e forse senzienti, prelevati dalla valle del pianeta Nuova Scoperta, attorno al quale orbitano. Strutturato come una serie di testimonianze compilate da una commissione chiamata a indagare, "I dipendenti" è il racconto degli eventi accaduti sull'astronave in seguito alla presa in consegna degli enigmatici oggetti. Dopo il loro arrivo, l'equipaggio di bordo si scopre perplesso di sentirsi profondamente connesso a essi. Gli oggetti influenzano i loro custodi umani e umanoidi in modi diversi ma simili; suscitano risposte erotiche in alcuni, paranoia in altri, perfino un inquieto senso di responsabilità materna. Tutti si rivelano tormentati dagli stessi desideri: calore e intimità, repulsione e disgusto. La situazione_- anche per quanto riguarda gli inquirenti - si fa sempre più cupa e preoccupante. A poco a poco, i dipendenti iniziano a vedere il loro lavoro sotto una nuova luce, e ognuno è portato a chiedersi se il processo che li lega può continuare a essere lo stesso. Una domanda su tutte li tormenta: cosa significa davvero essere vivi?
17,00

Breve storia dell'anima

Gianfranco Ravasi

Libro: Copertina morbida

editore: Il Saggiatore

anno edizione: 2022

pagine: 416

"Breve storia dell'anima" è il racconto di come, nel corso dei secoli, ogni civiltà abbia utilizzato questo concetto per esplorare quelli di coscienza, spiritualità, vita oltre la morte e più in generale il rapporto dell'uomo con Dio e con i suoi simili. All'origine di tutte le parole che indicano l'anima c'è il respiro, il fiato, il vento: «anima», dal greco ánemos, «vento», che a sua volta discende dal sanscrito ániti, «egli soffia». Per denotarla Platone usava un'altra parola, psyché, a sua volta figlia del verbo psýchô, «soffiare». L'ebraico nefesh la rappresenta con il pittogramma di trachea e polmoni stilizzati. Attorno a ognuno di questi termini sono nate riflessioni inesauribili, che hanno coinvolto la religione e la filosofia, la morale e l'etica. Gianfranco Ravasi attraversa le epoche inseguendo questo alito vitale con cui gli uomini hanno cercato di definire loro stessi: da Aristotele a san Tommaso, da Hegel a Leopardi, toccando rimandi biblici e letterari, quello di Ravasi è un viaggio nelle parole e nel pensiero ricco di incontri con scrittori e mistici. Un viaggio che si muove tra terre antiche e nuove, tra la Mesopotamia, l'Egitto e la Grecia, tra il mito e le neuroscienze, inseguendo un orizzonte nitido: «Risvegliare, purificare, ravvivare l'anima genuina che è spirito, coscienza, intelligenza e amore».
24,00

Planta sapiens. Perché il mondo vegetale ci assomiglia più di quanto crediamo

Paco Calvo, Natalie Lawrence

Libro: Copertina morbida

editore: Il Saggiatore

anno edizione: 2022

pagine: 352

Cosa significa essere una pianta? Non è una domanda che ci capita spesso di formulare, immersi nel grigio delle nostre città. La scienza ha studiato a lungo i meravigliosi modi in cui le piante comunicano, si comportano e modellano il nostro ambiente, spesso relegandole però a un ruolo secondario della nostra frenetica vita animale. Paco Calvo ci offre una nuova prospettiva sulla loro biologia e sulle scienze cognitive. Non solo «polmoni verdi» e complementi d'arredo, le piante possono pianificare il futuro, imparare, riconoscere i loro parenti, valutare i rischi e prendere decisioni. Possono persino addormentarsi. "Planta Sapiens" è una folgorante esplorazione della vita vegetale e un invito a pensare al mondo naturale in modo nuovo e anticonformista. Stiamo smantellando le tradizionali gerarchie della natura, diventando sempre più consapevoli della vita interiore delle altre specie e di quante similitudini esistono tra noi e loro. Non possiamo più considerarci l'unica specie intelligente privilegiata sulla Terra. E se vogliamo salvare il bioma globale, non dobbiamo farlo. Se impariamo a osservare e studiare le piante in maniera diversa, rimarremo davvero stupiti da ciò che potremo scoprire.
23,00

Il grande libro degli animali immaginari

Boria Sax

Libro: Copertina rigida

editore: Il Saggiatore

anno edizione: 2022

pagine: 344

"Il grande libro degli animali immaginari" è un viaggio fra le creature fantastiche che la nostra immaginazione ha plasmato nei secoli nel tentativo di dare una forma e un volto ai nostri sogni e ai nostri incubi. Sin da quando gli esseri umani esistono, il loro orizzonte è sempre stato popolato di animali. Alcuni da cacciare, altri da allevare o addomesticare, altri ancora da temere ed evitare. A un certo punto però dalle zone d'ombra del mondo conosciuto ha iniziato a farsi largo un'altra serie di creature, dai contorni talvolta mostruosi, talvolta bizzarri: cavalli con le corna, pesci con le gambe, rettili volanti e sputafuoco, umanoidi con il volto di toro, serpenti capaci di uccidere con il solo sguardo. Animali immaginari, che però apparivano reali quanto cani e balene. In questo libro Boria Sax si muove tra storia e mitologia, letteratura e arte per trovare le tracce di unicorni e grifoni, draghi e leviatani, e raccontarne origini e leggende. Dalle divinità zooantropomorfe d'Egitto e India agli oni giapponesi, dai chupacabra messicani al Bigfoot del Nord America, Sax analizza la loro comparsa e la loro allegoria, rivela come alcune fisionomie siano riapparse a distanza di tempo in diverse zone del pianeta, descrive il valore che alcuni di essi hanno rivestito all'interno di una cultura, scava nei racconti per individuare il contesto in cui sono nati, ne attraversa l'iconografia. "Il grande libro degli animali immaginari" ci porta a scoprire un universo fantastico e allo stesso tempo intimamente umano: un luogo all'estremo confine del possibile dove trova rifugio quella parte di noi cui non sappiamo dare un nome.
48,00

Storia dei simboli matematici. Il potere dei numeri da Babilonia e Leibniz

Joseph Mazur

Libro: Copertina morbida

editore: Il Saggiatore

anno edizione: 2022

pagine: 392

Se non fosse per le fonti, quella dei numeri potrebbe sembrare una storia leggendaria. Nel corso dei secoli, la forza dei simboli matematici ha mutato la nostra comprensione del mondo e la percezione dello spazio e del tempo, intrecciando mente e realtà, fisica e filosofia. In queste pagine Joseph Mazur restituisce a questi strumenti d'uso quotidiano tutta la loro potenza innovativa, investigandone non solo la funzione di calcolo ma anche il ruolo di «ancora visiva a cui si aggrappa la mente nel processo di astrazione del generale dal particolare». Il suo è un racconto attraverso i luoghi e le epoche del linguaggio visivo della matematica, dalle prime apparizioni dei numeri sulle tavolette cuneiformi in Mesopotamia all'invenzione dello zero nell'antica India, fino all'arrivo in Europa nel Basso Medioevo, da dove i simboli sarebbero poi ripartiti per compiere nuovamente il giro del mondo. Una storia abitata da pensatori e filosofi, mercanti e maghi, ovvero dalla folla sterminata di personaggi che hanno contribuito alla scoperta e al perfezionamento di somma e divisione, sottrazione e moltiplicazione, radice quadrata e pi greco. Un'avventura collettiva che ci ha spinto verso nuovi orizzonti e nuove visioni, permettendoci di svelare le associazioni e i labirinti inconsci di cui è composta la nostra realtà.
27,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.