Il tuo browser non supporta JavaScript!

Il Poligrafo

Riverberazioni. Suoni e controsuoni del Novecento

Marco Angius

Libro: Copertina morbida

editore: Il Poligrafo

anno edizione: 2022

pagine: 208

Muovendosi tra la modernità musicale e le voci più recenti del comporre, questo volume traccia un percorso di visionari esperimenti compositivi. Il Novecento musicale ha lasciato aperti alcuni enigmi senza risposta, come quelli tra segno e suono, canto e parola. Si delinea così una costellazione di antipodi che comprende tanto la fase archeologica della musica moderna quanto quella dell'antimusica: dagli "Imaginary Landscapes" di Cage ai codici autogenerativi di Donatoni, dagli "Etudes transcendantales" di Ferneyhough a "Risonanze erranti" di Luigi Nono. La partitura non è l'opera, ma ne rappresenta il varco d'accesso elettivo. Il suono è altrove, e i suoi meandri vengono sondati nelle pieghe più incognite di capolavori estremi come "Pierrot lunaire", "Pelléas et Mélisande", "Kat'a Kabanowá", fino al "Prometeo" di Nono, teatro del suono come rappresentazione. Dopo averle fatte vivere nell'aria e nell'ascolto, Marco Angius, uno dei direttori d'orchestra più noti nel repertorio musicale contemporaneo, ha raccolto i sublimi reperti di queste esperienze paradossali intrecciandole in un excursus capace di restituire lo stupore d'infinite trasformazioni della materia sonora.
27,00

Immaginare il Veneto. Cinema e territorio nello sguardo di Mario Bertagnin

Libro: Copertina morbida

editore: Il Poligrafo

anno edizione: 2022

pagine: 208

Il documentario rappresenta una forma di descrizione della realtà come testimonianza del presente e del passato. Artefice di questo processo è il cineoperatore vicentino Mario Bertagnin, che ha colto con sensibilità artistica i paesaggi e le tradizioni del Veneto: dalle Dolomiti alle città d'arte, dai riti alle tradizioni popolari, ha restituito un'immagine viva della realtà, immune allo scorrere del tempo. Alla ricerca dell'inquadratura perfetta, l'autore ha colto i mutamenti etnologici e paesaggistici, registrando fotogrammi di un territorio trasformato in arte cinematografica. Documentarista per la RAI, poi direttore della fotografia iscritto all'AIC, Bertagnin si fa apprezzare per la passione con la quale ha girato i suoi documentari e per l'utilizzo disinvolto della macchina da presa, caratteristiche che lo porteranno a ottenere riconoscimenti in ambito nazionale e internazionale. I contributi di storici e critici del cinema come Gian Piero Brunetta, Stefano Masi, Mirco Melanco, Carlo Montanaro e Alessandro Gatti restituiscono risalto all'opera di Bertagnin, guidando il lettore alla riscoperta di un documentarista che ha sempre coniugato professionalità e passione.
26,00

Antenati a Costantinopoli. Esuli italiani negli anni del riformismo ottomano 1828-1878

Luis Miguel Selvelli

Libro: Copertina morbida

editore: Il Poligrafo

anno edizione: 2022

pagine: 256

Durante il Risorgimento dalla penisola italiana furono in molti a volgere lo sguardo verso una Costantinopoli nella quale era stato avviato uno straordinario processo di rinnovamento. Due società legate da affinità e speranze riformiste, all'ombra delle trame ordite da Inghilterra, Francia e Russia per portare avanti i loro progetti di dominio dei mercati capitalistici internazionali. Il volume ripercorre le vite degli esuli italiani che giunsero nella capitale ottomana finendo per essere coinvolti nei rivolgimenti in corso. Si rivela così un mondo sconosciuto, che sembra riemergere dalle tenebre in cui è stato tenuto da decenni di pregiudizi su quell'impero dalle cui ceneri è sorta la Turchia moderna: migranti in fuga e progetti di modernizzazione urbana, le insurrezioni del 1848 e la Comune di Parigi, l'inaugurazione del canale di Suez, i quadri pornografici di Courbet, la deriva turcofoba di Garibaldi, l'iniziazione alla massoneria del futuro sultano ottomano Murat... "Antenati a Costantinopoli" riesce a fornire una rappresentazione vivace e rigorosa dei rapporti tra Risorgimento italiano e riformismo ottomano, rendendo evidente quanto quegli eventi storici ci siano ancora vicini.
28,00

Dante lettore a Verona. Biblioteche e libri al tempo degli Scaligeri

Caterina Crestani

Libro: Copertina morbida

editore: Il Poligrafo

anno edizione: 2021

pagine: 258

La Biblioteca Capitolare di Verona è tra le pochissime biblioteche storiche ad avere radici nel Medioevo e costituisce un punto di riferimento importante per gli studi danteschi e la storia della cultura libraria veronese. Il Trecento a Verona si apre proprio con la presenza di Dante Alighieri: in città l'esule fiorentino trovò ospitalità e ispirazione letteraria per elaborare i trattati del Convivio e del De Vulgari eloquentia durante il primo soggiorno; quando poi vi ritornò era intento alla stesura del Paradiso e forse anche del Monarchia. Questo libro offre un contributo alla storia della cultura libraria nella Verona del Trecento, con incursioni nel Duecento e nel Quattrocento. Un excursus cronologico che presenta tutte le biblioteche della città che fecero da sfondo al soggiorno veronese dell'Alighieri e che descrive come funzionari, cancellieri, notai e letterati entrarono in possesso di antichi e preziosi manoscritti della Capitolare per arricchire le proprie personali collezioni. Manoscritti che ancora oggi si conservano nelle moderne biblioteche e che testimoniano la rarità del corpus delle opere che circolavano in città e la vivacità culturale del preumanesimo veronese.
30,00

Spessori. Il paesaggio come stratificazione

Libro: Copertina morbida

editore: Il Poligrafo

anno edizione: 2021

pagine: 320

Il paesaggio e la sua rappresentazione costituiscono le tematiche centrali qui affrontate da un punto di vista sia teorico che pratico, convogliando i saperi verso il fine ultimo del progetto. Paesaggi, Progetti, Città e Rappresentazioni sono le quattro macro-categorie in cui vengono raccolti i contributi di circa trenta autori: professionisti, accademici, ricercatori, amministratori, che riportano la loro conoscenza ed esperienza confrontandosi sul tema degli "spessori", da cui il titolo del volume. Spessori intesi come la stratificazione costante di livelli che generano il palinsesto di cui ci parla André Corboz. Il paesaggio è trattato come una sovrapposizione continua di azioni, di aggiunte, di sottrazioni che generano spessori variabili. La parola "spessore", dunque, allude a una matericità e a una pienezza di significato che assumono concretezza attraverso chi abita il paesaggio, trasformandolo nel tempo e nello spazio.
30,00

Questioni di moda. Iconografia, fonti e storia dal XIV al XX secolo

Libro: Copertina morbida

editore: Il Poligrafo

anno edizione: 2021

pagine: 272

La moda e le arti visive si sono influenzate reciprocamente nel corso dei secoli. Tuttavia, il processo non ha avuto un'unica direzione. I saggi qui raccolti indagano alcune delle più significative occasioni di interscambio tra moda e arti. Pittura, miniatura, scultura, grafica e pubblicità possono registrare le fogge vestimentarie correnti, ma talvolta possono anche modificarle o ricrearle, demolirle o idealizzarle per obbedire alle leggi della rappresentazione figurativa, alle esigenze della committenza e all'inventiva dello stesso artista. È quanto traspare nei casi esaminati, che vanno dall'abbigliamento delle bambine a quello delle donne defunte, dalle vesti ricreate per rispettare il mito e la tradizione, a quelle adottate per seguire la moda dei governanti, dallo studio delle scarpe antiche all'adozione dei pantaloni per le donne. Ogni circostanza rivela una peculiare sfaccettatura, determinata dal luogo e dal contesto. Ma, alla fine, quello che accomuna episodi all'apparenza così diversi è la consapevolezza che immagini e documenti, se presi insieme, possono aiutarci a leggere meglio una parte della moda nella sua dimensione materiale e culturale.
32,00

Costola sarà lei!

Libro: Copertina morbida

editore: Il Poligrafo

anno edizione: 2021

pagine: 224

Si dice che dietro ogni grande uomo ci sia sempre una grande donna, ma, appunto, perché "dietro"? Dietro, di lato, accanto, alle spalle... per secoli il ruolo delle donne è stato quello di stare al margine, nell'orbita gravitazionale di un uomo. Nate - biblicamente - "da una sua costola", sono state costrette a vivere di luce riflessa, anche quando avrebbero potuto brillare da sole. Se avessero avuto lo spazio che si meritavano, cosa avrebbero detto? Come avrebbero descritto le loro relazioni? Da questi interrogativi si sono mosse le dodici scrittrici italiane qui riunite, con lo scopo di ridare parola e voce a storie troppo spesso nascoste perché sottese. Dalla Sibilla Cumana a Lady Oscar; da Monique Bourgeois - la famosa modella di Matisse - a Matilde Serao; da Paolina Leopardi a Daisy Fay, la "ragazza" del grande Gatsby: le donne di questo libro si scostano dalla penombra in cui erano relegate, prendono parola e si raccontano, rifiutandosi di essere solo un'esile eco o un banale riflesso della realtà, per diventare finalmente le vere protagoniste della loro stessa esistenza.
23,00

Luigi Nono Caminantes. Una vita per la musica. Intrecci e testimonianze

Nicola Cisternino

Libro: Copertina morbida

editore: Il Poligrafo

anno edizione: 2021

pagine: 408

Caminantes apre uno sguardo curvo sull'opera del compositore veneziano Luigi Nono con una costellazione di otto dialoghi a largo spettro sul suo pensiero introdotta da una viva testimonianza di Nuria Schoenberg Nono, sua solidale compagna di vita, a cui si affiancano conversazioni con Massimo Cacciari, Emilio Vedova e Sylvano Bussotti. Una navigazione siderale tracciata dai più vicini compagni-wanderer del compositore nella sua prometeica sfida ingaggiata per l'emancipazione dell'ascolto nel suono e con lo spazio nel nostro tempo. Il volume si propone al lettore come un racconto orale di scoperta nell'opera e negli altri "pensari" di Luigi Nono, che l'autore celebra come un proprio Quaderno veneziano di studi il cui racconto è affidato alle voci dei quattro musicisti protagonisti nella pratica dell'invenzione musicale e sonora del compositore veneziano, da Roberto Fabbriciani ad Alvise Vidolin, Giancarlo Schiaffini, Stefano Scodanibbio. Nella seconda parte del volume sono raccolti alcuni saggi e studi monografici, mentre una postfazione del musico e filosofo Massimo Donà apre diagonalmente a una prospettiva orfica del mondo sonoro di Nono.
30,00

Coltivare l'infinito

Libro: Copertina morbida

editore: Il Poligrafo

anno edizione: 2021

pagine: 272

Dall'Abbazia di San Giorgio Maggiore, immersa nella laguna veneziana, un monaco dai capelli bianchi ci conduce, alla luce della Santa Scrittura, lungo un itinerario volto alla maggior conoscenza dell'agire divino, e contemporaneamente alla riscoperta di noi stessi. Tre "Lectiones Divinae", attraverso l'interpretazione attenta di una selezione di episodi biblici, spingono a riflettere sul ruolo di Fede, Speranza e Carità nella quotidianità delle nostre vite. Sospeso in una dimensione istantanea ma allo stesso tempo infinita, principio e destinazione, il monaco ci racconta come sia sufficiente piantare un seme, senza avere fretta di raccoglierne i frutti, per sperimentare il cambiamento nelle nostre esistenze. L'invito ai lettori è di ricercare la luce dorata del regno di Dio, estendendo lo sguardo oltre l'azzurro dei soliti cieli, che non è altro che illusione ottica, generata dalla rifrazione della luce bianca.
25,00

Srebrenica. In Europa, alla foce della notte

Gianfranco Longo

Libro: Copertina morbida

editore: Il Poligrafo

anno edizione: 2020

pagine: 538

A Srebrenica, città della Bosnia-Erzegovina, l'11 luglio 1995 si consumò il più cruento eccidio in Europa dalla fine della Seconda Guerra mondiale: dodicimila civili furono deportati, uccisi e buttati in fosse comuni, in una guerra che le unità militari serbe definivano "bonifiche del territorio", laissez-faire europeo e internazionale. Da una toccante storia di amicizia si dipana, tra epos della vita e amore spezzato dalla guerra, una trama inquietante sulle sorti europee, in cui i protagonisti, Vedran e Lejla, morti in quel giorno a poche settimane dalle loro nozze, svolgono, vicendevolmente, la voce di un io-narrante, percorrendo l'Europa da Sarajevo ad Auschwitz, a Berlino; da Maastricht, scendendo nelle Fiandre, a Reims, Parigi, Chartres, sino a Barcellona, toccando infine Lisbona e Porto, in un itinerario immaginato dall'autore per i suoi amici perché vivano ancora...
25,00

Ignazio Gardella. Altre architetture. Ediz. italiana e inglese

Libro: Copertina morbida

editore: Il Poligrafo

anno edizione: 2020

pagine: 240

La figura di Ignazio Gardella (1905-1999) è stata, a partire dagli anni Trenta del secolo scorso, al centro di una ricca letteratura critica, segnata da contributi di grandi studiosi e architetti. Molteplici sguardi che hanno individuato gli elementi caratterizzanti il suo lavoro, quali il rapporto con le tecniche della composizione, la storia, i contesti e le città. Aspetto meno noto e più aperto alla sperimentazione è la ricerca sullo spazio interno, che pervade tutto l'arco della sua carriera. Le altre architetture cui si fa riferimento in questo volume non alludono soltanto all'intenzione di occuparsi dell'inedito o degli aspetti minori, magari non del tutto compresi e a volte trascurati, ma anche alla possibilità di aggiungere materiale di indagine, per comprendere meglio il processo di elaborazione compositiva di Gardella, a partire dai progetti per gli interni, attraverso le sistemazioni espositive stabili o gli allestimenti effimeri. Progetti che a volte, nell'immedesimazione del lavoro di archivio, ci appaiono essere sorgente e non riflesso della sua più conclamata espressione architettonica.
25,00
28,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.