Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina
Iscriviti alla newsletter

Il Poligrafo

Musica & figura. Volume 7

Musica & figura. Volume 7

Libro: Copertina morbida

editore: Il Poligrafo

anno edizione: 2022

pagine: 296

«Musica & Figura», pubblicata con il contributo del Dipartimento dei Beni Culturali dell'Università di Padova e della Fondazione Ugo e Olga Levi di Venezia, propone studi di storia dell'arte e di storia della musica. La rivista, pur accogliendo contributi specifici dell'uno e dell'altro campo, intende, ove possibile, valorizzare le relazioni e i nessi che intercorrono tra le due discipline, che emergono dallo studio dei comuni modelli storiografici, dalla ricognizione di ambiti di committenza e condizioni sociali favorevoli, dall'analisi dei rispettivi linguaggi, il cui confronto ha prodotto nel tempo importanti modelli di riflessione metodologica. Tale vocazione multi- e interdisciplinare si riflette anche nella direzione scientifica a quattro mani.
32,00
Padova Urbs Picta. Le arti figurative alla corte dei Carraresi (Aedificium, luoghi dell'arte e della storia)

Padova Urbs Picta. Le arti figurative alla corte dei Carraresi (Aedificium, luoghi dell'arte e della storia)

Francesca Flores D'Arcais

Libro: Copertina rigida

editore: Il Poligrafo

anno edizione: 2022

pagine: 324

La dominazione della signoria Carrarese a Padova durante il XIV secolo ha lasciato in città un'inestimabile eredità artistica, che coinvolge pittura, scultura e architettura e contribuisce a rendere Padova non solo una città di storia, cultura e arte, ma una vera e propria città dell'affresco, con una connotazione altamente originale e unica. Con la recente iscrizione di "Padova Urbs Picta" nella Lista dei Patrimoni dell'Umanità Unesco, che ha riconosciuto ai cicli pittorici del XIV secolo un eccezionale valore universale, la decorazione ad affresco della Padova trecentesca e il contesto che l'ha prodotta sono stati oggetto di un'attenta rivalutazione storico-critica. Francesca Flores d'Arcais, tra i maggiori studiosi di arte tardomedievale italiana, ha voluto ripercorrere i tratti salienti di questa straordinaria stagione artistica soffermandosi sulle principali imprese decorative commissionate dagli esponenti della famiglia carrarese. In questo volume, corredato da un importante apparato iconografico, la studiosa, conferendo protagonismo ai Signori di Padova (Marsilio, Ubertino, Francesco il Vecchio, ma anche la moglie Fina Buzzaccarini), si sofferma in modo organico e originale sulle principali imprese decorative da loro commissionate e ritorna, in maniera unitaria e con un taglio innovativo, a riflettere sulle peculiarità stilistiche ed espressive comuni e specifiche dei diversi artisti coinvolti, inquadrandoli nel contesto nel quale si colloca la loro attività. Affiancando all'analisi pittorica il ritratto - tratteggiato da Antonio Lovato - del panorama trecentesco veneto e della nascita proprio a Padova delle prime espressioni di una polifonia d'arte in Italia, l'Ars nova, da questo studio emerge un dettagliato e originale excursus che porta all'evidenza tutta l'unicità della produzione artistica padovana trecentesca nelle sue varie realizzazioni e che stimola, nonostante una lunga tradizione storiografica, la formulazione di nuovi giudizi e considerazioni su artisti e committenti, favoriti anche da recenti campagne di restauro e dalle nuove scoperte collegate alla candidatura Unesco.
55,00
De Bibliosophia. Mario Quaranta e la ricerca filosofica italiana contemporanea

De Bibliosophia. Mario Quaranta e la ricerca filosofica italiana contemporanea

Fabio Minazzi

Libro: Copertina morbida

editore: Il Poligrafo

anno edizione: 2022

pagine: 468

Mario Quaranta è stato uno dei maggiori bibliosofi italiani del Novecento. Originario del Polesine, si è formato all'Università di Padova, dove ha conosciuto Ferruccio Rossi-Landi e si è laureato sul pensiero di Ludovico Geymonat. Inseritosi entro il cenacolo geymonatiano, è stato un apprezzato docente liceale di filosofia. L'attitudine all'approfondimento contraddistinguerà i suoi interessi di studio: dal pensiero di Geymonat all'opera di Giovanni Vailati, dalla tradizione del pragmatismo e del positivismo alle riviste italiane primonovecentesche. All'attività di ricerca ha affiancato un'intensa attività giornalistica e di divulgazione. Maestro incontrastato dell'ineditologia filosofica, Quaranta ha rintracciato molteplici documenti che gli hanno consentito di incrinare l'immagine storiografica del positivismo delineata dal neoidealismo, favorendone una diversa ricostruzione critica. Il volume ricostruisce il percorso intellettuale di questo studioso, fornendo la bibliografia sistematica dei suoi scritti, dalla quale emerge il suo legame con un programma di ricerca critico-razionalista, frutto di una visione laica e pluralista della scuola e della società civile.
30,00
Progetto Patto Educativo

Progetto Patto Educativo

Libro: Copertina morbida

editore: Il Poligrafo

anno edizione: 2022

pagine: 156

Qual è il ruolo dell'educazione all'interno di una comunità? Quali sono i fattori che possono aiutare bambini e ragazzi a integrarsi e a ritagliarsi uno spazio e un ruolo nella società? Attraverso questa pubblicazione l'Amministrazione del Comune di Torreglia (Padova) registra gli esiti di un progetto pluriennale che si è posto l'obiettivo di rispondere a tali interrogativi, un processo che coinvolgendo tutti gli attori del percorso formativo - genitori, educatori, specialisti, associazioni, per arrivare, infine, all'intera collettività - mira a evidenziare il ruolo di una comunità nello sviluppo del singolo individuo, dove ogni adulto concorre, attraverso il modello che rappresenta, alla crescita dei più giovani. Uno spazio "aperto", di dialogo e di confronto, un percorso in divenire dove l'educazione e le connessioni tra le persone risultano essere elementi imprescindibili nella formazione dei cittadini di domani.
15,00
Chioggia. Rivista di studi e ricerche. Volume 60

Chioggia. Rivista di studi e ricerche. Volume 60

Libro: Copertina morbida

editore: Il Poligrafo

anno edizione: 2022

pagine: 188

Un numero europeo quello che viene presentato. La pubblicazione di una lettera in francese e di più voci nella stessa lingua riprese dall'edizione di Padova dell'Encyclopédie Méthodique caratterizza il fascicolo. Per il suo ruolo culturale e per il contributo fornito dall'intellettualità chioggiotta, all'Encyclopédie Méthodique è dedicato l'articolo di apertura. A rafforzare la caratteristica europea di questo numero la tesi di laurea Ocean literacy e la sua realizzazione didattica in una scuola della città di Chioggia. Altri articoli contribuiscono a dare una visione ampia della realtà culturale cittadina: quello dedicato alle lettere di alcuni scienziati e filosofi; un altro dedicato a spazio, tempo e misurazione, dove si dà conto di una mostra organizzata a seguito del primo libro pubblicato dal fisico Carlo Rovelli. Suggestiva la proposta del fascicolo iconografico, dedicato alle Meridiane disegnate dall'artista Renzo Nordio. Ne risulta un percorso fascinoso per la bellezza della produzione artistica, per il valore della massima che accompagna ogni meridiana, per il meccanismo di costruzione della meridiana stessa. Il numero si chiude segnalando iniziative e pubblicazioni.
15,00
Paradosso. Rivista di filosofia. Volume Vol. 1

Paradosso. Rivista di filosofia. Volume Vol. 1

Libro: Libro in brossura

editore: Il Poligrafo

anno edizione: 2022

pagine: 178

Tra le dicotomie del discorso filosofico, due termini sono stati spesso posti in antitesi: si tratta dei concetti di autonomia, la capacità del soggetto di essere indipendente obbedendo alle leggi che egli stesso si dà, e di vulnerabilità che, al contrario, è percepita come uno stato di subordinazione e incertezza. In rapporto all’autonomia, criterio egemone per la strutturazione dell’identità, la vulnerabilità diviene una condizione difettiva che impedisce quell’autosufficienza che rende capaci di dire e agire. L’intento del volume è quello di mostrare come la dipendenza connessa alla nozione di vulnerabilità sia condizione necessaria per un’autonomia consapevole dei suoi limiti. Lungi dal costituire un’esperienza negativa, essa indica la possibilità di entrare in relazione con gli altri, consentendo di ripensare l’autonomia nel suo indissolubile intreccio con la vulnerabilità. Viene analizzato il significato dell’autonomia anche a fronte della fragilità globale sperimentata con la pandemia di Covid-19 e rielaborato il ruolo di quella vulnerabilità che si traduce in un elemento di sviluppo e di rafforzamento dei rapporti tra individui e istituzioni entro le comunità umane.
30,00
Medioevo. Rivista di storia della filosofia medievale. Volume 46

Medioevo. Rivista di storia della filosofia medievale. Volume 46

Libro: Copertina morbida

editore: Il Poligrafo

anno edizione: 2022

pagine: 328

La rivista «Medioevo» è, da più di trent'anni, un punto di riferimento importante in ambito internazionale per gli studi di filosofia tardo-antica, medievale e rinascimentale. Una rivista che ospita tradizionalmente contributi e articoli di autorevoli studiosi. Nel settimo centenario della morte di Dante Alighieri questo numero ha voluto dare il proprio contributo alle celebrazioni. Attraverso undici saggi che si pongono l'obiettivo di approfondire la filosofia nelle opere del Sommo Poeta, viene offerto un apporto originale allo studio degli scritti danteschi, indagati da prospettive diverse. Dal Convivio al Monarchia, per arrivare infine alle cantiche della Commedia, massimo capolavoro di Dante: i diversi saggi ospitati nel volume portano altrettanti sguardi sulla filosofia delle opere dantesche, che attraversa l'opera del poeta ora come tensione contemplativa della verità, ora come riflessione su sé stessa e sul proprio valore. Da ciascuna di queste angolature prospettiche risplende la bellezza di testi che continuano ad aprirsi agli studiosi, testimoni di una singolarissima «amistanza a sapienza», di uno studio intenso e vorace che si dimostra ancora attuale.
65,00
L’ orizzonte dei re. Studio sul mundus imaginalis delle sepolture egizie

L’ orizzonte dei re. Studio sul mundus imaginalis delle sepolture egizie

Andrea Pasqui

Libro: Libro in brossura

editore: Il Poligrafo

anno edizione: 2022

pagine: 168

Studiare una cultura come quella dell’Antico Egitto con strumenti propri della contemporaneità non permette di comprendere una civiltà che continua a parlarci attraverso le sue rovine. In un universo culturale dove assume una valenza fondamentale il concetto di mundus imaginalis – il mondo delle immagini – si rende necessario uno sguardo che sappia andare oltre l’analisi formale e strutturale. Nel volume vengono studiati i principali tipi di tombe risalenti al periodo compreso tra l’inizio del Nuovo Regno e la fine della XIX dinastia, per sottolineare un aspetto chiave dell’architettura antica, in particolare di quella egizia: il suo essere fondata su archetipi non solo formali quanto soprattutto religiosi, tradotti in forme architettoniche. Così se stanze, pozzi e corridoi delle sepolture reali seguono una disposizione in linea con la narrazione mitica, lo spazio stesso diventa liturgia. Attraverso una panoramica delle costruzioni dell’Antico Egitto l’autore porta alla luce l’elemento unificante di queste strutture, che condividono un comune substrato concettuale volto alla sacralizzazione degli spazi in quanto reali mundi imaginalis, emanazioni dell’ordine cosmico chiamato ma’at.
27,00
Gino Malacarne. Architetture

Gino Malacarne. Architetture

Libro: Copertina morbida

editore: Il Poligrafo

anno edizione: 2022

pagine: 112

Gino Malacarne si inserisce nel panorama architettonico contemporaneo conducendo una personale ricerca sulle forme dell'architettura, per identificare nel progetto una risposta civile ai problemi della città contemporanea e offrendo un'alternativa al suo sviluppo al di fuori dei burocratici modelli urbani e al riparo dalle mode. L'obiettivo che accompagna la ricerca e che diventa comune denominatore dei progetti è sempre lo stesso: rispondere alle necessità, perseguendo la costruzione di una bellezza utile. Sostiene e persegue una dimensione civile dell'architettura, dove la forma urbana è riflesso di un'esperienza collettiva. Il volume propone una selezione di progetti di Gino Malacarne che bene rappresentano il suo modo di intendere l'architettura e la città. Da questi appare evidente come la ricerca di Malacarne sia sempre stata la città e come abbia sempre cercato di costruirne frammenti attraverso architetture che vogliono contribuire alla realizzazione dei luoghi della vita dell'uomo. Progetti razionali che aspirano a costruire e inventare luoghi in cui una comunità possa riconoscersi, dove anche il ritrovarsi, il favorire l'incontro rappresentino finalità da prevedere.
27,00
Annarosa non muore

Annarosa non muore

Giovanni Melanco

Libro: Copertina morbida

editore: Il Poligrafo

anno edizione: 2022

pagine: 202

L'otto settembre del 1943 Alfredo ha 19 anni, Annarosa 17. La guerra di liberazione li unisce, diventano amici, si capiscono e si aiutano con grande senso di fiducia l'uno per l'altra. Entrambi sono dei "puri", come Orso, Severino Bianchet di Valmorel, comandante della Brigata Fulmine. La storia di tre ragazzi fra i tanti che la guerra, nell'autunno del '43, porterà tra le montagne del Veneto a combattere tra le fila dell'insurrezione partigiana. Non eroi, ma giovani spinti nelle loro azioni dal desiderio di restaurare giustizia e democrazia. Ed è proprio Giovanni Melanco - Alfredo - a ripercorrere il ricordo dei diciotto mesi trascorsi nelle brigate partigiane. Memorie che ripercorrono con fervore e leggerezza la guerra e la lotta per la liberazione, che si rivolgono a più generazioni per parlare anche al nostro presente perché, come scrive Mario Isnenghi nella prefazione: «Quanto più tetra e sanguinosa la cronaca, tanto più necessaria a garanzia e promessa di una normalità, dilazionata nel tempo, ma alla fine restaurata, e di un domani diverso. Diverso, certo, ma fedele a quell'oggi diventato nel frattempo un lontano e pur caro vivissimo ieri. Annarosa non muore».
23,00
Carbone. Storia di un'anima errante

Carbone. Storia di un'anima errante

Alessandro Tognon

Libro: Copertina morbida

editore: Il Poligrafo

anno edizione: 2022

pagine: 88

Peter è ancora un bambino quando una terribile tragedia cambia il corso della sua vita: la perdita, il vuoto e lo sradicamento trovano espressione nel movimento, nel vagabondare da un luogo all'altro, alla ricerca di qualcosa o qualcuno da poter chiamare casa, di un rimedio a quegli incubi che infestano le sue notti, oscure presenze che lo lasciano inerme e indifeso. Bologna, Berlino, Colonia, Padova e le montagne della Valsugana si alternano componendo la trama di una vita difficile, porti sicuri per un'anima errante che nell'amore per Elisabetta e nell'amicizia per Francesco troverà momentanei attimi di conforto e felicità, in una realtà quotidiana dove la speranza di un futuro diverso sembra essere l'unico motivo per resistere a un destino altrimenti ineludibile. Il racconto di un'esistenza "normale" - fatta di momenti gioiosi, piccole e grandi tragedie, come ci fa notare Patrizio Martinelli nell'introduzione - che si snoda nel tempo e nello spazio. E proprio lo spazio, tra grandi città e luoghi del privato, diventa a sua volta protagonista del romanzo, palcoscenico di una vita, di quell'infraordinario caro a Perec in grado di rappresentare l'esistenza di ciascuno di noi.
22,00
La Siria ritrovata negli studi di Adriano Alpago-Novello

La Siria ritrovata negli studi di Adriano Alpago-Novello

Manuela Da Cortà

Libro: Copertina morbida

editore: Il Poligrafo

anno edizione: 2022

pagine: 248

«Chiunque si affezionerebbe a quella terra vasta, senza alberi, ma piena di luce», scriveva della Siria la viaggiatrice Freya Stark. E proprio a quella terra lo storico dell'architettura Adriano Alpago-Novello decise di dedicare i suoi studi. Giunto inizialmente nel paese alla ricerca dei monumenti armeni che tanto amava, dedicherà al patrimonio artistico della regione mediorientale le ricerche di una vita. A seguito di un viaggio compiuto nei primi anni Ottanta del Novecento nacque in lui l'idea di pubblicare un volume sui battisteri paleocristiani delle regioni settentrionali, che prevedeva la collaborazione di noti studiosi quali Pasquale Castellana, Romualdo Fernández Ferreira e Ignacio Peña. La pubblicazione non vide mai la luce e i materiali preparatori si sono conservati negli archivi: appunti, note, schizzi, planimetrie, estratti di studi sull'argomento. In questo volume l'Autrice restituisce il profilo accademico e professionale di Alpago-Novello e ripercorre, sulle tracce di quel progetto iniziato dallo studioso, il patrimonio architettonico della Siria del Nord relativo ai battisteri paleocristiani, in un'operazione di approfondimento e riordino del suo archivio.
33,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.