Il tuo browser non supporta JavaScript!

I Libri di Emil

I Sioux. Una storia di migrazioni, trattati e resistenza

Massimiliano Galanti

Libro: Copertina morbida

editore: I Libri di Emil

anno edizione: 2021

pagine: 512

Come tutti i popoli indiani americani, anche i Sioux hanno i loro miti e le proprie leggende e fra queste storie, che sono ancora oggi tramandate, ce ne sono alcune che raccontano di come e dove il loro popolo ebbe origine. Sono tuttavia palesi le contraddizioni presenti fra le diverse storie che i Sioux narrano in proposito e che possono essere spiegate solo se si tiene conto del fatto che la storia di questo popolo è fatta di continue migrazioni, alcune intraprese volontariamente, altre forzatamente, dall'est all'ovest del nord America Molti osservatori hanno notato l'obliquità morale che affligge gli uomini bianchi nei loro rapporti con gli indiani. Uomini giustamente rispettati per integrità e correttezza nei loro rapporti con gli altri uomini bianchi non vedevano nulla di riprovevole nel ricorrere a ogni sorta di imbroglio ed equivoco quando si trattava di indiani. Partendo dall'assioma che gli indiani erano i figli semplici e avevano una visione meno illuminata di ciò che sarebbe servito ai loro migliori interessi rispetto al Grande Padre e ai suoi rappresentanti, i funzionari governativi, in particolare i commissari dei trattati, non ritenevano di stare costringendo gli indiani ad accettare i termini decisi dall'autorità superiore. Sapevano, o credevano di sapere, cosa fosse meglio per gli indiani, e il fine giustificava i mezzi. Evidentemente, solo per una singolare coincidenza, ciò che era ritenuto migliore per gli indiani era, invariabilmente, anche a vantaggio del governo, dei commercianti e, soprattutto, dei coloni affamati di terra.
25,00

Corpi, identità e fumetto

Libro: Copertina morbida

editore: I Libri di Emil

anno edizione: 2021

pagine: 160

Rikke Villadsen, Tommi Parrish, Alice Socal, Anke Feuchtenberger, émilie Gleason, Max Baitinger, Alex Bodea raccontano la loro storia, la loro ricerca e la loro poetica in conversazioni pubbliche con Giorgio Vasta, Martina Testa, Emilio Varrà, Giordana Piccinini e Ilaria Tontardini. Autori di fama internazionale riflettono sulla rappresentazione dei corpi e delle identità, tra questioni di genere e stereotipi culturali che il fumetto affronta con la forza della narrazione per immagini.
16,00

Schede umanistiche. Rivista annuale dell'Archivio Umanistico Rinascimentale Bolognese

AA.VV.?

Libro: Copertina morbida

editore: I Libri di Emil

anno edizione: 2021

pagine: 336

Da direttore del periodico cui Andrea Battistini non ha mai fatto mancare in oltre trent'anni il suo impegno nel comitato scientifico e l'offerta frequente e generosa dei suoi scritti. Così abbiamo deciso di fargli omaggio di questo nuovo numero, riproducendo in stampa nella rivista la Giornata di Studio sulle ultime uscite della Collana «Biblioteca del Rinascimento e del Barocco» che avevamo programmato (e che la pandemia ci impedì di realizzare) per il maggio 2020 con la sua approvazione e la promessa di partecipare se lo stato di salute glielo avesse concesso. Ecco dunque la ragione della forma questa volta anomala della sezione Discussioni di «Schede Umanistiche», non per i contenuti - spesso e anche per la Collana, le presentazioni di volumi e gli scambi di idee connessi di studiosi interni ed esterni sono stati riversati sulle pagine di «Schede Umanistiche» - ma per il ruolo inedito di omaggio alla memoria di Andrea Battistini.
30,00

Blu bisonte

Patricia Godbout

Libro: Copertina morbida

editore: I Libri di Emil

anno edizione: 2021

pagine: 124

"Poco dopo aver saputo della sua morte, mamma ci aveva detto, a me e a Monique, che era convinta di averlo sentito, quella stessa sera, passare da casa prima di andare a Eastman. Erano quasi le dieci. Si era appena messa a letto e non si era rialzata. Lo aveva sentito scendere nell'atelier. La casa era silenziosa, immobile. Non le abbiamo creduto. Per me era impensabile che Louis fosse entrato in quei luoghi prima di commettere l'irreparabile. Se ci fosse andato, mi dicevo, non avrebbe avuto la forza di uscire la sera stessa per perpetrare il suo ultimo gesto." In questo romanzo intimo e delicato, Patricia Godbout racconta la storia di una famiglia scossa dal suicidio di Louis, il minore dei figli, l'eccessivo, il drogato, l'artista talentuoso che dipingeva bisonti. Mélissa, sua sorella, racconta il dopo, l'immenso dolore vissuto dalla famiglia in seguito alla scomparsa del fratello. Come continuare a vivere senza quel bellissimo matto che amavano tanto nonostante la tossicodipendenza? La mostra postuma delle sue opere nella casa di famiglia, lì dove sono custoditi numerosi ricordi, aiuterà fratelli, amici e conoscenti a elaborare il lutto. Cercare di capire, dare un senso a ciò che è accaduto, a ciò che non ha senso: "Blu bisonte" è la storia di questa ricerca.
15,00

Pauliska, ou la perversite moderne de Révéroni Saint-Cyr

Libro: Copertina morbida

editore: I Libri di Emil

anno edizione: 2021

pagine: 268

24,00

Liberaci Barabba! Un sottile progetto politico

Roberto Finzi

Libro: Copertina morbida

editore: I Libri di Emil

anno edizione: 2021

pagine: 150

Fra storia e immaginario letterario e linguistico, nel territorio dai confini fluidi dove l'antropologia incontra gli spazi mitico-teologici delle grandi costruzioni religiose monoteiste, Roberto Finzi torna su uno degli archetipi del "pregiudizio": l'accusa di deicidio mossa al popolo ebraico sulla base della scelta di parte degli abitanti di Gerusalemme interrogati da Pilato. «Volete libero il Nazareno o Barabba?». «Liberaci Barabba!». L'inchiesta è maneggiata con la raffinatezza già sperimentata nella precedente "quadrilogia del pregiudizio", avviata sulla questione ebraica e sviluppata intorno alla questione femminile e alle costruzioni simboliche che diffamano l'"Onesto porco" e l'"Asino caro." Dalla conoscenza profonda di un arco temporale di fonti bi millenario articolate in una sapienza narrativa dotata di lieve patina ironica emerge il paradosso della figura ambigua e storicamente «ectoplasmatica» di Barabba: frutto di un «sottile progetto politico» d'insubordinazione antiromana? Segno della volontà deicida degli ebrei? Oppure, nella trafila linguistica che ne ricongiunge il nome ai barabba milanesi in rivolta nel 1853, colui che alla fine ha vendicato la crocifissione di Gesù? Introduzione di Francesco Magris.
15,00

Osmosi. «Nati dalla parte sbagliata»

Emanuela Lusuardi

Libro: Copertina morbida

editore: I Libri di Emil

anno edizione: 2021

pagine: 240

Osmosi è una tetralogia narrativa che si apre con questo primo volume, "Nati dalla parte sbagliata". Brigid e Jeny sono come il giorno e la notte: riservata e generosa la prima, sfrontata e impaziente la seconda. Eppure una sorta di legame indissolubile le tiene unite fin dalla prima infanzia sulle scogliere delle coste scozzesi. Negli Stati Uniti, ad Atlanta, sembreranno trovare entrambe la propria dimensione. Accanto alla casetta ai margini della foresta che Brigid ristruttura per farne la propria piccola attività e fattoria vive Charles, affascinante e misterioso vicino che dopo averla soccorsa in un momento di bisogno si sente grato e incredulo di ogni minuto di estrema beatitudine vissuto insieme a lei. È solo col passare del tempo che Brigid realizza quanto non riesca più a fare a meno di quell'uomo sempre pronto a infonderle autostima e coraggio. Così come Charles sentirà presto che il piacere indescrivibile scaturito da quella loro fusione alchemica di corpo e anima è ormai per lui qualcosa di irrinunciabile, che va oltre a qualsiasi suo precedente credo. Rincasando dalle sue lunghe giornate di assenza, Charles condivide con Brigid alcuni degli aspetti più dolorosi e inquietanti del suo segretissimo lavoro: la squadra che guida ha il delicato compito di salvare da fine certa o atroci sofferenze e ingiustizie bambini e adolescenti cui in diverse zone del mondo, fin dalla nascita, non è stato riservato altro che violenza. L'incondizionato coinvolgimento di Brigid nelle disavventure e sfide professionali e umane di Charles durante le sue missioni finirà però per mettere in serio pericolo la loro vita, oltre che l'operato di Charles e dei componenti della sua squadra.
18,00

Il silenzio di Ippocrate. Quello che il medico dice e non dice: bugie pietose e reticenze nella cura

Libro: Copertina morbida

editore: I Libri di Emil

anno edizione: 2021

pagine: 288

Questo libro descrive, racconta, analizza il dialogo medico paziente da una prospettiva molteplice e interdisciplinare. Nel suo farsi ha dovuto considerare un tragico ampliamento della prospettiva perché il dialogo medico-paziente è passato dal privato al pubblico. L'avvento sulla scena mondiale del Covid-2019 ha reso globale l'esigenza collettiva, oltre che individuale, di una risposta sulla salute. Dopo anni passati a parlare di malattie e contagi nei convegni, è successo di vivere una pandemia. Ci siamo così sentiti parte di una narrazione la cui drammaticità tende a riguardarci sempre più da vicino.
24,00

Dalle apparenze alle inferenze

Elena Musi

Libro: Copertina rigida

editore: I Libri di Emil

anno edizione: 2021

pagine: 384

"L'apparenza inganna", o meglio può ingannare o rivelare: nel continuo processo di conoscenza del mondo non possiamo prescindere dall'apparenza, poiché siamo costretti a basarci su ciò che si manifesta ai nostri occhi e alla nostra mente, ben consapevoli della sua possibile mancata corrispondenza con la realtà. Ed è proprio questo dubbio, l'aristotelico ????? (il 'verisimile'), il motore e lo scopo delle nostre disquisizioni. Questo saggio, navigando tra Semantica, Sintassi e Argomentazione, mostra come il modo in cui parliamo delle apparenze indichi come le costruiamo e le difendiamo. Attraverso un'analisi dei predicati sembrare e apparire nella lingua d'uso comune, è svelato il legame tra il microcosmo delle scelte lessicali e il macrocosmo dei ragionamenti complessi, offrendo nuovi argomenti per discernere il legame tra apparenze e inferenze.
24,00

Litterature au travail-Letteratura al lavoro-Literature at work

Libro: Copertina morbida

editore: I Libri di Emil

anno edizione: 2017

pagine: 268

24,00

Le Le virtù del nobile. Precetti, modelli e problemi nella letteratura del secondo Cinquecento

Maiko Favaro

Libro: Copertina morbida

editore: I Libri di Emil

anno edizione: 2021

pagine: 304

Campi di battaglia, corti, apparati politico-amministrativi e giudiziari: sono questi alcuni dei principali scenari in cui il gentiluomo può essere chiamato a dar prova delle sue 'virtù' nell'Italia del secondo Cinquecento, con differenze anche sensibili in base ai contesti locali. Varie sono però pure le tipologie di scrittura con cui gli autori del tempo cercarono di aiutare i propri nobili lettori ad affrontare i loro compiti in tali ambiti. Nel presente libro, si esaminano alcuni testi per più aspetti notevoli al riguardo, spaziando fra poemi epico cavallereschi e relativi commenti, trattati sul perfetto capitano e sulla virtù eroica, dialoghi sul gentiluomo e sull'idea di nobiltà, lettere morali, riscritture di novelle, capitoli in terza rima, prolusioni universitarie e orazioni laudatorie. Spesso si propongono all'attenzione opere poco note, in qualche caso date per perdute e riscoperte dall'autore. Sebbene gli intenti precettistici ed edificanti facciano chiaramente sentire il proprio peso, soprattutto negli scritti più direttamente rivolti all'institutio, non si deve pensare a un campo d'indagine a-problematico e privo del fermento di dibattiti. Un esempio stimolante in tal senso è offerto dal dialogo tassiano Il Forno overo de la nobiltà (qui considerato nella redazione del 1581), alla cui analisi è dedicata l'ultima parte del volume, con attenzione specifica anche alla prima ricezione dell'opera. Ragionando sul nesso fra 'virtù' e 'nobiltà', Tasso mostra quanto possano essere labili i confini fra vizio e virtù. Egli giunge persino ad avvicinare il tiranno e l'eroe, nel segno di quella meravigliosa manifestazione delle potenzialità umane che è la virtù eroica. Non è un caso che di lì a poco, nel Seicento, si assisterà al trionfo di eroi tragici e santi che esibiscono la loro eccezionalità e dismisura, di contro alle riflessioni di sapore aristotelico sull'eroismo come 'eccesso di perfetta moderazione' presso la più tradizionale trattatistica cinquecentesca. Il volume si articola in tre sezioni. La prima indaga le modalità con cui alcuni poemi narrativi sono utilizzati come fonte di precetti per il nobile cavaliere che voglia diventare 'perfetto capitano', nonché quale occasione di riflessioni morali da una prospettiva gentilizia, anche con riferimento ai malcostumi delle corti. La seconda è dedicata all'educazione del gentiluomo nella Repubblica di Venezia, con una speciale attenzione al ruolo assegnato allo studio del diritto, alla filosofia e alla poesia. Nella terza, viene approfondita la questione della nobiltà del tiranno nel Forno overo de la nobiltà di Torquato Tasso, da cui si ricavano considerazioni notevoli sulla virtù di grado 'eroico' e sul suo opposto, la 'ferità', nonché sulla figura dell'eroe e sul suo rapporto con le passioni. Inoltre, si evidenziano delle corrispondenze significative con la rappresentazione degli eroi nella Liberata e nella Conquistata e si analizzano le reazioni alle tesi tassiane in alcuni scritti sulla virtù eroica pubblicati nei decenni successivi.
28,00

Siamo tutti complottisti?

Danilo Sacco

Libro: Copertina morbida

editore: I Libri di Emil

anno edizione: 2021

pagine: 240

I complotti esistono? Certo. Ordire trame per creare posizioni di predominio accompagna l'esistenza dell'uomo sin dall'antichità. Innumerevoli accadimenti non sono mai stati chiariti del tutto a dispetto degli sforzi profusi in ricerche o indagini: quali intrighi li hanno resi imperscrutabili? La Storia, però, è altresì intrisa di una moltitudine di teorie del complotto che si sono rivelate prive di ogni fondamento, di tesi affascinanti quanto poco plausibili intorno a vicende e dati di fatto accertati e documentati in modo esaustivo. C'è un collegamento tra la sempre più imponente mole di informazioni che invade il nostro quotidiano e il guazzabuglio di complottismi, negazionismi e false credenze? E c'è una proprietà transitiva tra i meccanismi che rendono vulnerabile il processo cognitivo umano e l'infatuazione per le teorie complottiste? Il complottismo è tema scottante. Questo testo si propone di rappresentarlo in modo neutro, con dovizia di note/riferimenti e un linguaggio accessibile a tutti, senza rinunciare al rigore.
16,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookies policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookies, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookies.

Acconsento