Il tuo browser non supporta JavaScript!

Guido Tommasi Editore-Datanova

Mortaio & pestello. 65 ricette deliziose per salse, rub, marinate e molto altro

Libro: Copertina rigida

editore: Guido Tommasi Editore-Datanova

anno edizione: 2022

pagine: 144

Sapori incredibili, ingredienti che ispirano e tecniche semplici per imparare a padroneggiare mortaio e pestello. È questo quello che contiene questo libro e, mentre lo leggerete, imparerete a dare una nuova veste alla vostra cucina con 65 ricette deliziose. Mortaio e pestello sono attrezzi antichi che non dovrebbero mancare in nessuna cucina: servono a tante cose, come pestare i grani di pepe o le erbe fresche per fare salse, marinate, pasta di spezie e rub secchi. Questo libro propone varie ricette allettanti da tutto il mondo, che prevedono tutte mortaio e pestello per portare condimenti creativi e nuove tecniche entusiasmanti nella vostra cucina casalinga. Il primo capitolo è dedicato a salse e condimenti, con ricette per pesti, oli, senapi e salse: tenerne una bella scorta in frigorifero o in dispensa è un'ottima idea per poter aggiungere istantaneamente sapore e un tocco interessante al più semplice dei piatti. Segue poi una sezione dedicata a snack e stuzzichini, con delizie salate irresistibili. Il capitolo su pollame e cacciagione comprende diversi curry asiatici con un'intensità che va dal piccante allo speziato. Nel capitolo sulla carne, ci sono tante idee per ravvivare gli arrosti, oltre a piatti veloci per la settimana. Il capitolo su pesce e frutti di mare ha un'entusiasmante selezione di ricette invitanti, dalla zuppa di pesce agro-piccante al gravadlax sotto sale, dai tacos di pesce fino alle golose aragoste grigliate. Insomma, una guida imperdibile per preparare in casa condimenti, salse e paste con mortaio e pestello e per trovare nuove idee per contorni o piatti vegetariani.
21,00

Il sapore di Roma. Gusti nuovi e ricette dimenticate di un'antica città

Katie Parla

Libro: Copertina rigida

editore: Guido Tommasi Editore-Datanova

anno edizione: 2022

pagine: 256

Tutto l'amore di due americane per la loro città adottiva è racchiuso in queste pagine. Il sapore di Roma ha conquistato il loro palato e stravolto del tutto le loro vite. Così Katie Parla, giornalista, e Kristina Gill, fotografa, hanno deciso di unire le loro visioni della Capitale in un lavoro unico. Molto più che un libro di cucina: i piatti della tradizione romana e le loro innovazioni contemporanee si fondono perfettamente con gli scatti che ritraggono la città eterna in tutta la sua bellezza. Una ricca collezione di ricette che abbraccia tutti i sapori di Roma, dal salato al dolce, senza dimenticare i drink. Grande attenzione viene rivolta anche alle minoranze etiche: impossibile non riconoscere i contributi della cucina ebraica romanesca. Pur riconoscendone i fondamenti, le autrici cercano di scardinare lo stereotipo secondo cui l'unica autentica cucina romana è quella ultra tradizionale, dimostrando come si sia passati dalle ricette originali alle variazioni che conosciamo oggi. Il classico abbinamento cacio e pepe, ad esempio, originariamente utilizzato solo per la pasta, ora insaporisce anche i supplì. Il pollo alla romana, nato come piatto estivo, adesso è anche una farcitura per panini. Nuovi utilizzi che non stravolgono in alcun modo la tradizione, ma rappresentano il culmine della secolare evoluzione di questa cucina.
30,00

La pastiera. La vera ricetta è quella di casa mia!

Stanislao Porzio

Libro: Copertina morbida

editore: Guido Tommasi Editore-Datanova

anno edizione: 2022

pagine: 264

Che cos'è una pastiera? Difficile definire univocamente il dolce partenopeo. Ma c'è chi si attacca a tutto pur di identificare una costante che dica: «Questa è una pastiera, questa no!». E ci tiene così tanto, che è disposto anche a credere alle favole. L'ultima riguarda la griglia disegnata dalle strisce di pasta frolla sul ripieno del dolce. Da qualche anno sul web si è diffusa la voce che dovessero essere sette. Mezza città ha abboccato. Il perché più gettonato è che ripeterebbero numero e tracciati dei plateai/stenopoi (decumani/cardi) della Napoli greca. Falso, perché i plateai sono tre ma gli stenopoi sono molti più di quattro. E falsa tutta la storia del numero obbligato, inventata nel 2016, come ci svelano diverse fonti web dedicate a Napoli. Il motivo della nostra credulità è che, quando si tratta della nostra identità culturale, pretendiamo certezze. Vogliamo sapere chi siamo. E vogliamo dimostrare a chi condivide le nostre origini che su quelle ne sappiamo più di lui. Così accettiamo qualsiasi nozione sembri coerente. La fonte? Bazzecole, quisquilie, pinzellacchere. Questo libro nasce da un'istanza contraria. Punta a illuminare la realtà plurale raccolta sotto il nome di "pastiera" senza la pretesa di ridurla a unità. Indagarla dal punto di vista della sua forma concreta (il dolce e le sue ricette), della sua fortuna (gli estimatori, le occasioni di consumo, gli interpreti) e delle idee collegate (i simboli che vi convergono). Tutto ciò consultando fonti attendibili e dichiarate per quanto riguarda il passato e testimoni autorevoli per il presente. Con grande amore per l'oggetto d'indagine e un occhio di riguardo per l'universo che l'ha prodotto, Napoli.
16,00

Cucina viva. Quotidiana, vegetale, fermentata

Riccardo Astolfi

Libro: Copertina rigida

editore: Guido Tommasi Editore-Datanova

anno edizione: 2022

pagine: 168

L'attenzione verso i cibi fermentati in Italia è in grande crescita. I trend di ricerca online sono in aumento e la carta stampata dedica sempre più spazio a questi alimenti vivi: cibi buoni che fanno bene. Molte ricerche confermano i benefici dell'integrare l'alimentazione quotidiana (preferibilmente a base di vegetali) con alimenti fermentati vivi, portatori di una grande biodiversità e vitalità probiotica e prebiotica. Allo stesso tempo è sempre più facile poterli acquistare nei negozi specializzati bio, online e in qualche grossa catena di supermercati. Siamo di fronte a una grande rivoluzione: il cibo del futuro smetterà di considerare solo il piacere edonistico (il gusto) a vantaggio di un ben più sano abbinamento con il benessere olistico (corpo e mente). Questo libro è uno strumento immediato che accompagna alla scoperta e all'utilizzo di questi prodotti "nuovi" nella dieta di tutti i giorni. Non è un manuale su come autoprodurre i cibi fermentati, bensì un libro popolare - facile, chiaro e semplice - per la cucina quotidiana, a casa come per una veloce pausa pranzo al lavoro. Una guida che accompagna il lettore con ricette facili e vegetali a vivere la rivoluzione dei cibi fermentati con leggerezza e gusto. Un volume che spiega come far mangiare i kimchi a un bambino di quattro anni o - sfida forse ancora più ardua - a un nonno che dice sì solo ai tortellini in brodo! Piatti facili, stagionali e aperti alla condivisione e al cambiamento: ogni ricetta è un consiglio, un suggerimento, una suggestione. Al cuoco lettore, protagonista di questo volume insieme ai cibi fermentati vivi, la scelta se seguirla alla lettera o improvvisare con qualche piccola variante. Spazio quindi a bevande fermentate (kefir e kombucha), verdure fermentate (crauti, kimchi e giardiniere), fermentini (formaggi vegetali fermentati di frutta secca e semi), salse fermentate (miso e shoyu) e yogurt a base vegetale (yogurt di riso, di mandorla e di avena). Buona cucina viva!
23,00

Illustrazione botanica

Charlotte Brooks

Libro: Copertina rigida

editore: Guido Tommasi Editore-Datanova

anno edizione: 2022

pagine: 256

Una pianta è molto più di un insieme di petali e foglie e saperla riprodurre su carta non è tanto una questione di abilità tecnica, quanto di capacità di osservazione. La conoscenza di base dell'anatomia delle piante è fondamentale per realizzare disegni botanici precisi e accurati. Ma a cosa servono i disegni botanici? Sono fondamentali per studiosi e appassionati di botanica, per chi tiene un diario delle piante che ama e desidera registrarne le varie fasi di crescita o per chi, durante viaggi o escursioni, vuole ritagliarsi un po' di tempo per osservare con minuzia l'ambiente circostante. Gli artisti botanici forniscono soprattutto uno strumento essenziale che permette la raccolta e la divulgazione del sapere. Esiste una lunga tradizione di artisti che illustrano piante servendosi del linguaggio visivo, comprensibile al pubblico internazionale di botanici, giardinieri, collezionisti e coltivatori. L'arte botanica sta vivendo un ritorno alla ribalta e un gran numero di talenti continua a emergere in tutto il mondo. I migliori artisti botanici traducono la loro attenta osservazione in bellissime illustrazioni informative e accurate dal punto di vista scientifico. Da molti anni, le medaglie assegnate dalla Royal Horticultural Society sono un metro per valutare la qualità di un'opera, e vanno dal bronzo all'argento, dall'argento dorato fino alla più importante, la medaglia d'oro.
35,00

Conoscere e proteggere la piccola fauna urbana. Uccelli, scoiattoli, ricci, api...

Colonel Moutarde

Libro: Copertina morbida

editore: Guido Tommasi Editore-Datanova

anno edizione: 2022

pagine: 144

Occuparsi di un animale da compagnia è indiscutibilmente una fonte di benessere. La stessa considerazione può essere fatta per la fauna urbana di taglia più o meno ridotta: quel piccolo mondo animale che ci circonda, il più delle volte in maniera molto discreta. Anche osservarla, difenderla e darle lo spazio che merita è un modo di occuparsi del nostro pianeta, quindi anche degli altri e, in ultima battuta, di noi stessi. Tutto questo ha lo straordinario potere di renderci felici e di fare del mondo un posto migliore, per noi e per tutti gli esseri viventi, grandi e piccoli, che lo popolano. Questa guida propone di conoscere e comprendere le specie che si incontrano nei nostri giardini, sui nostri balconi e nelle nostre città: uccellini, scoiattoli, ricci, api, talpe, ranocchi, ma anche insetti e pipistrelli. Potrete scegliere di nutrirli o addirittura di realizzare per loro un riparo o una mangiatoia, predisponendo un luogo adeguato per accoglierli. I bambini si divertiranno un mondo a costruire una mangiatoia, utilizzando ad esempio una tazza, una lattina o una bottiglia di plastica, oppure un nido partendo da una scatola, così che possa accogliere pettirossi, rondini o merli. Perché il nostro territorio urbano appartiene anche a loro e va quindi condiviso nel miglior modo possibile.
17,00

Il passato è servito. Racconti e ricette di piatti che hanno fatto la storia

Lydia Capasso

Libro: Copertina morbida

editore: Guido Tommasi Editore-Datanova

anno edizione: 2022

pagine: 128

Non lasciatevi ingannare dal suo sottotitolo, questo non è un libro di storia, ma una raccolta di ricette e di storie che hanno a che fare con la storia. E le storie (non la storia) non vanno mai prese per oro colato: sono episodi che si tramandano, voci che si inseguono, dicerie che si sussurrano, curiosità che vale la pena di raccontare. Sulla scia de Gli Aristopiatti e di Santa Pietanza, Il passato è servito è un ricettario con il gusto della narrazione, in cui ogni preparazione culinaria è preceduta da aneddoti o leggende assolutamente degni di essere conosciuti. Un testo, insomma, per chi è appassionato di cucina e ha voglia di cimentarsi ai fornelli, ma anche per chi è alla ricerca di letture rilassanti ma interessanti e vuole scoprire qualche antica tradizione gastronomica. Dal pollo alla Marengo alla zuppa inglese, dai tortellini alla sacher, passando per i croissant e la Victoria sponge cake, il viaggio intrapreso da Lydia Capasso è un tuffo nel passato alla ricerca di aneddoti affascinanti e di piatti che hanno a che fare con grandi avvenimenti e personaggi della storia, narrati in maniera leggera ma accurata, e soprattutto mai noiosa. A completare il quadro, le illustrazioni argute e brillanti di Gianluca Biscalchin.
14,00

Guida ai chakra. Come entrare in sintonia con i chakra per essere positivi

Lisa Butterworth

Libro: Copertina morbida

editore: Guido Tommasi Editore-Datanova

anno edizione: 2022

pagine: 160

Siamo circondati da energia. L'energia è dentro di noi. L'energia siamo noi. Sfruttarla, avendo maggiore consapevolezza del suo flusso e degli effetti che produce, è fondamentale per il benessere generale. Imparare a liberarla, cambiarla e attivarla nei nostri corpi è una capacità che nutre anima, corpo e mente, generando equilibrio. Il sistema dei chakra, che ha origine nei testi spirituali dell'antica India, è diventato oggi un percorso moderno di equilibrio, di cura di sé e di guarigione. L'attivazione dei nostri centri energetici, infatti, porta incredibili benefici, non solo fisici e mentali, ma anche emotivi e spirituali. Entrare in connessione con i propri chakra è un atto d'amore verso se stessi e verso gli altri: un percorso di felicità, di compassione, di spiritualità e di gioia, che permette di entrare in sinergia con il proprio corpo, con l'ambiente circostante e con gli altri. Questo libro vi racconterà il sistema dei sette chakra, e ogni capitolo prenderà in esame un centro energetico specifico che verrà associato a cristalli, oli essenziali, cibi ed erbe capaci di farlo risuonare armoniosamente e a posizioni yoga e meditazioni in grado di sostenerlo. Fra queste pagine troverete preziosi metodi per lavorare sul vostro equilibrio interiore e suggerimenti che vi permetteranno di rafforzare l'autoconsapevolezza e aprirvi spiritualmente in quanto esistenze fatte di luce ed energia.
18,00

Cucina giapponese pratica

Harumi Kurihara

Libro: Copertina rigida

editore: Guido Tommasi Editore-Datanova

anno edizione: 2022

pagine: 240

Quante volte, comodamente seduti in un ristorante giapponese, ci siamo chiesti come sarebbe stato riprodurre in casa quei piatti deliziosi, ormai entrati a far parte del nostro universo gastronomico quotidiano? Considerando, però, la questione da un punto di vista più meramente pratico, abbiamo con ogni probabilità scacciato quell'idea perché la cucina giapponese appare difficile, sicuramente prevede tanti passaggi, una precisione assoluta, ingredienti spesso introvabili e molto tempo, non è una cucina da tutti i giorni... no? Harumi, famosa e apprezzata food writer giapponese, risponde con questo libro e la risposta vi sorprenderà: la cucina giapponese è divertente! E questo aggettivo non si declina molto bene con preparazioni lunghe e difficili, vero? Come succede con una lingua, si inizia dalle cose più facili, oppure da quello che preferiamo mangiare, si circumnaviga il piatto cercando di appropriarsi di un gusto e di riprodurlo, si parte dai passaggi fondamentali, senza doversi fermare davanti a una specialità che prevede ingredienti introvabili al supermercato. Harumi invita a trovare il proprio stile, provando vari metodi di cottura, senza porsi limiti che, in cucina, non sono necessari e a darsi un'opportunità nella preparazione di quei piatti che ci spingono spesso a proporre ad amici e colleghi: "Ordiniamo... dal giapponese?".
23,00

Scuola di pasticceria. Torte e delizie dolci e salate

Julie Jones

Libro: Copertina rigida

editore: Guido Tommasi Editore-Datanova

anno edizione: 2022

pagine: 208

Ci avete mai fatto caso? Abbiamo molti ricordi legati al cibo, ma quelli che hanno a che fare con la pasticceria sembrano indelebili. Quel biscotto croccante e profumato di burro che addentavamo a scuola durante l'intervallo, la ciambella dorata che la mamma sfornava il pomeriggio per la merenda, quel morso al mille foglie della domenica che si sfaldava con un niente... I nostri ricordi sarebbero stati così memorabili se avessimo assaggiato dolci poco cotti, flaccidi e deludenti? Assolutamente no. Eppure ci arrendiamo più spesso di quanto vorremmo alla comodità dei dolci già pronti, perché sotto sotto pensiamo che la pasticceria sia l'antitesi di quella pausa di golosità e conforto che cerchiamo quando siamo un po' giù o quando vorremmo concludere una cena con un dessert strepitoso. Tempi lunghi, passaggi infiniti, attenzione maniacale alle dosi... Una fatica enorme. Per convincerci a mettere mano alla preparazione di una torta bisognerebbe semplificare ogni processo ed eliminare quel gergo tecnico da adepti. Le ricette dovrebbero essere facili da seguire e di sicura riuscita, senza dover ricorrere a una costosa attrezzatura professionale o a una laurea in pasticceria... Sembra un elenco di desideri irrealizzabili e probabilmente era così... prima di questo libro! Provate a sfogliarlo. È su misura per voi, lo ha scritto una persona che non ha frequentato una scuola professionale. L'unico ingrediente difficile che dovete trovare, il più importante, è la pazienza. Per il resto, affidatevi alle sue pagine. "Ho sperimentato e visto gli effetti calmanti e terapeutici della pasticceria, e consiglio di fare una torta a chiunque voglia solo dimenticare il mondo, almeno per un po'".
28,00

Contemporary milanese cooking

Cesare Battisti, Gabriele Zanatta

Libro: Copertina rigida

editore: Guido Tommasi Editore-Datanova

anno edizione: 2022

pagine: 256

Cesare Battisti, chef del rinomato ristorante meneghino Ratanà, e Gabriele Zanatta guidano i lettori in un viaggio alla riscoperta dei sapori della cucina milanese, che viene qui riproposta in chiave contemporanea ma sempre nel rispetto dei dettami della tradizione. Il volume si articola in quindici capitoli, ciascuno dei quali è dedicato a un particolare ingrediente o a una specifica portata: introduzioni rapide ma ricche di curiosità, anche di natura storica, sono seguite da consigli sulla qualità e sulla stagionalità dei prodotti da acquistare e dall'indicazione di fornitori di fiducia. Gli autori presentano la rivisitazione di un'ampia gamma di ricette, spesso caratterizzate da preparazioni più leggere e meglio digeribili, o comunque più in linea con la cultura gastronomica di oggi. Sfogliando Cucina milanese contemporanea potrete quindi riscoprire il celebre "risotto alla milanese" e le origini di questo piatto diventato un simbolo della città della Madonnina o assaporare il ris e erborin, una minestra di riso e prezzemolo. I preziosi suggerimenti di Cesare Battisti e di Gabriele Zanatta vi condurranno poi a rivalutare le verdure invernali e a gustare gli involtini di verza, la crema di cavolfiore e le cipolle al forno. E ancora, conoscerete le numerose potenzialità culinarie delle interiora, il cosiddetto "quinto quarto", esaltate nella tipica "trippa alla milanese", la piacevolezza di un brasato cotto nel vino e nel brodo, la ricercatezza di una cassoeula d'oca e l'intramontabilità di un classico come l'ossobuco. Aiutati dal profumo della frittura, coglierete anche la differenza tra cotoletta e costoletta e saprete riutilizzare gli avanzi dell'arrosto e del bollito nei deliziosi mondeghili. Gustando il luccio e l'anguilla, scoprirete che anche il pesce si è ritagliato un ruolo di riguardo nella tradizione gastronomica milanese e, assaggiando le rane fritte, potrete assaporare una nuova, e forse inedita, croccantezza. Se siete desiderosi di fare un tuffo nella tradizione mantenendo uno sguardo sul presente, questo libro non vi deluderà.
30,00

Scegliere per riordinare. Liberarsi del superfluo e vivere meglio

Lisa Butterworth

Libro: Copertina morbida

editore: Guido Tommasi Editore-Datanova

anno edizione: 2022

pagine: 224

Roba. Ciascuno di noi ne accumula moltissima. Qualcuno, all'idea di sbarazzarsene, si sente addirittura mancare. E se tutta quella roba stesse influendo negativamente sulla nostra produttività o sulle nostre relazioni? O persino sulla nostra salute e felicità? Che ne siamo consapevoli o meno, l'accumulo di oggetti può danneggiarci in una miriade di modi diversi. Ma niente paura: il decluttering, ovvero l'eliminazione del superfluo e l'organizzazione di ciò che rimane, può sortire su di noi effetti altrettanto benefici. Liberare una stanza può calmare la mente. Creare spazio fisico negli ambienti in cui ci muoviamo può significare creare spazio emotivo dentro di noi. Mantenere una casa serena e organizzata può contribuire direttamente a una vita domestica altrettanto serena e organizzata. Questo libro non costituisce una soluzione rapida ai problemi. Per molti di noi, il decluttering è un viaggio lungo una vita e, a dirla tutta, un percorso molto personale. Ma il miglioramento è continuo, soprattutto se affrontiamo questo lavoro con l'intenzione di comprendere i bisogni e le emozioni che si celano dietro agli oggetti, non limitandoci a considerarli soltanto nella loro materialità. Solo ciascuno di noi sa perché conserva ciò che conserva e solo noi siamo in grado di trovare il modo migliore di organizzare le nostre cose per sgravarci del loro peso, ma questo libro è un eccellente punto di partenza, con una strategia per ogni stanza della casa. Un manuale che propone un piccolo approfondimento sul perché, in primis, abbiamo così tante cose, perché siamo tanto restii a lasciarle andare e per quali ragioni ci risulta così difficile cambiare le nostre abitudini. Decluttering significa scegliere ciò che è funzionale per noi, che ci rende felici, che migliora i nostri ambienti e la nostra vita. Lasciar andare tutto il resto significa stare molto meglio.
27,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.