Il tuo browser non supporta JavaScript!

Grimaldi & C.

Magistrati in cucina. 80 storie di quarantena. Con 120 gustose ricette originali

Libro: Copertina rigida

editore: Grimaldi & C.

anno edizione: 2021

pagine: 288

Corposo volume (17x24), pp. 288 con ottanta foto a colori di avvocati napoletani e le loro gustose ricette accuratamente descritte e commentate.
30,00

Avvocati in cucina. 80 storie di quarantena

Libro: Copertina morbida

editore: Grimaldi & C.

anno edizione: 2021

pagine: 281

«Eravamo quasi sul finire del lockdown, per entrare nello sblockdown - come di lì a poco un noto comico napoletano avrebbe simpaticamente definito il momento - che, di pomeriggio, mi chiama Marzio Grimaldi per propormi un'idea; in effetti l'editore, caro amico di famiglia, che già negli anni aveva sempre dedicato molti titoli del suo ricco catalogo ai libri di cucina ed alle antiche tradizioni culinarie napoletane, aveva notato, sui social, quanto gli avvocati napoletani, per lo più costretti tra le mura domestiche, si erano dedicati con bravura e successo alle arti culinarie. Non si poteva però semplicemente, a dire di Marzio, raccogliere solo un insieme di ricette degli "avvocati cuochi", servivano anche le emozioni, le sensazioni, i racconti di quanto avevano vissuto in quel periodo di quarantena. "Che ne pensi Manu?" mi chiese. Lo salutai, senza pensarci nemmeno un secondo, chiamai Alessandro, amico di una vita, folle e visionario almeno quanto me, con il quale condivido da sempre esperienze difficilmente realizzabili, proponendogli l'iniziativa; Ale, nemmeno a dirlo, mi rispose con il suo solito entusiasmo e da quel momento in poi è iniziata la nostra splendida avventura. Con Manuela da oltre trentacinque anni condivido tanto e devo dire, che questa ulteriore avventura, dal primo momento mi è parsa assolutamente realizzabile; raccogliere oltre ottanta colleghi, coordinarli, insistere per avere per tempo i loro scritti, le ricette, le foto .... impossibile?...» (Dall'Introduzione di Manuela Palombi e Alessandro Gargiulo)
30,00

Napoli tra '500 e '700 descritta dai viaggiatori strani

Lucio Fino

Libro: Copertina morbida

editore: Grimaldi & C.

anno edizione: 2020

pagine: 174

Volume di grande formato (cm 25 x 35), 212 pagine corredate di circa 150 splendide illustrazioni a colori di rare stampe, dipinti e acquerelli. Pregiata edizione di soli 999 esemplari numerati, su bella carta pesante, legatura artigianale "alla bodoniana" realizzata a mano, con elegante astuccio.
115,00

Magnà e vvévere dint' 'e pruverbie. 1350 antichi detti sul mangiare e il bere. Con indici e glossario napoletano-italiano

Roberto D'Ajello

Libro: Copertina morbida

editore: Grimaldi & C.

anno edizione: 2020

pagine: 173

Elegante volume (18x25) di 160 pagine con 10 riproduzioni di antiche stampe popolari. Raffinata edizione su carta pregiata con astuccio rigido.
30,00

Il sogno di un bibliofilo e altre fantasie

Gino Doria

Libro: Copertina morbida

editore: Grimaldi & C.

anno edizione: 2020

pagine: 46

Gino Doria ... uomo colto e libero da obblighi di appartenenza a scuole o a gruppi di pensiero, fatte sì per motivi di studio e di ricerca, ma anche e soprattutto per trarne godimento e divertimento. Godimento e divertimento che avevano la massima espressione nella sua inarrestabile bibliofilia... "La sua ingordigia di bibliofilo - è sempre Benedetto Nicolini a scriverlo - era inappagabile, e non potendo sempre soddisfarla, si trastullava con l'immaginazione di essere venuto in possesso dei libri più preziosi e più introvabili, persino perduti... Da queste fantasticherie nacque quello che è il più brillante e il più elegante dei suoi scritti, il Sogno di un bibliofilo"... Prefazione di Mauro Giancaspro.
15,00

Ischia in the memoirs and vedute of 18th and 19th foreign travellers

Lucio Fino

Libro: Copertina rigida

editore: Grimaldi & C.

anno edizione: 2019

pagine: 181

95,00

Viaggiatori e vedutisti a Sorrento e dintorni tra '700 e '800

Lucio Fino

Libro: Copertina rigida

editore: Grimaldi & C.

anno edizione: 2017

pagine: 197

"Fin dalle sue origini il "Grand tour d'Italie" aveva avuto uno svolgimento molto rigido negli itinerari, nei tempi e nelle soste, tanto da riproporre a una moltitudine di viaggiatori di epoche e nazionalità diverse sempre gli stessi luoghi e gli stessi monumenti, sicché, oggi, nell'analizzare i tanti "viaggi in Italia" compiuti tra il XVII e il XVIII secolo, non si può non evidenziare la straordinaria ripetitività nei percorsi seguiti dai forestieri; nella letteratura odeporica, pertanto, è possibile rintracciare solo pochi viaggiatori - per esempio il giovane francese Jean Jacques Bouchard -, che, animati da interessi e curiosità poco conformistici, o spinti da un senso di avventura, seppero o vollero percorrere, in margine al classico tour della penisola, anche qualche itinerario minore e mai battuto, capace di dischiudere nuove prospettive di osservazione e d'incanto. Ci fu insomma una diffusa indifferenza in quei decenni per le bellezze naturali e per quegli aspetti pittoreschi o esotici che più tardi, nell'età romantica, avrebbero avuto invece una gran fortuna."
115,00

Trasformazioni urbane a Napoli dal '500 all'Ottocento. tra ricordi di viaggio dipinti stampe e foto d'epoca

Lucio Fino

Libro: Copertina rigida

editore: Grimaldi & C.

anno edizione: 2016

pagine: 213

Questa pubblicazione non ha alcuna pretesa di fornire nuovi contributi per la storia di Napoli, o per quella, in particolare, delle sue trasformazioni urbanistiche; sembra opportuno precisare subito, così come scrisse in passato Francesco Ceva Grimaldi, che "l'argomento di questo lavoro è stato trattato egregiamente da altri, nei tempi passati e presenti", e che il suo fine, dunque, è ben delineato e definito: limitando l'attenzione a quattro aree soltanto della città - il borgo di Chiaia, quello di Santa Lucia, il Largo di Palazzo con il teatro San Carlo e il quartiere di Santa Brigida, e il Largo del Castello con la contigua area portuale fino al Forte del Carmine -, ovvero a quei quartieri che tra il XVII e il XIX secolo più furono oggetto di attenzioni da parte di topografi, vedutisti e illustratori di souvenirs, si vuole soltanto offrire a un più largo pubblico un'ampia documentazione illustrativa, fatta di dipinti, disegni, stampe, rilievi topografici e fotografie, senza alcun intento di suscitare anacronistiche nostalgie, ma solo per favorire la conoscenza delle trasformazioni intervenute nel tessuto di quelle parti della città, prima durante il vicereame spagnolo e nell' età borbonica, poi con i lavori di risanamento e ampliamento promossi dalle amministrazioni locali e dal governo centrale dopo l' epidemia di peste del 1884. (Dalla Premessa)
77,50

Bballata d''o viecchio marenaro. Libera versione in lingua napoletana del poema di Samuel T. Coleridge condotta sulla traduzione di Massimo Giannotta ('A)

Lilliana Vitale

Libro: Copertina morbida

editore: Grimaldi & C.

anno edizione: 2016

pagine: 87

Libera versione in lingua napoletana del poema di Samuel T. Coleridge condotta sulla traduzione di Massimo Giannotta.
12,00

Del cibo pitagorico ovvero erbaceo. Per uso de' nobili, e de' letterati (rist. anast. Napoli, 1781)

Vincenzo Corrado

Libro

editore: Grimaldi & C.

anno edizione: 2014

pagine: 120

Introduzione e 60 gustose ricette aggiornate di Lejla Mancusi Sorrentino. Niente carne, il passaparola ormai dilagante che di giorno in giorno rende più folte le file dei vegetariani di tutto il mondo. Scelta adottata spesso per salutismo, talvolta per fede ecologica, per etica o semplicemente per moda. Un tale stile di vita non è un'invenzione recente, ha anzi radici antichissime e i tempi sono ormai maturi per proporre ai gastronomi colti la ristampa anastatica del trattatello intitolato "Del cibo pitagorico ovvero erbaceo per uso de' Nobili e de' Letterati", pubblicato nel 1781 da Vincenzo Corrado, celebre gastronomo che dominò la scena conviviale napoletana a cavallo tra Settecento e Ottocento. Convinto della fondatezza dei principi dell'illuminismo improntati al razionalismo e ad un maggiore rispetto verso la natura, Corrado pensò di interpretare questa filosofia in chiave alimentare e, in antitesi con la cucina classica allora in auge molto elaborata e complessa, propose una cucina più semplice e leggera basata sui prodotti offerti dalla natura. Prefazione e 60 gustose ricette aggiornate di Lejla Mancusi Sorrentino.
26,00

La scuola di Resina nell'Ottocento napoletano

Rosario Caputo

Libro: Copertina morbida

editore: Grimaldi & C.

anno edizione: 2021

pagine: 222

«[...] la Scuola di Resina, non fu un fenomeno circoscritto a pochi anni, ad un unico luogo e ad un numero di pittori che produssero ripetitivamente il loro credo comune. Anzi, questa esperienza di "radicali in arte", costituì un esempio di coesione per i paesaggisti moderni, non solo meridionali, proprio per la capacità di aggregare artisti portatori di concetti differenti sulla nozione dell'arte e provenienti da esperienze pittoriche diverse ... De Gregorio, Rossano, De Nittis, Cecioni, Belliazzi, Lojacono, Leto, Campriani, Netti, Tedesco, Dalbono, Fortuny, Michetti, Cosenza,. Laezza, Gaeta, Monteforte, Santoro ecc.»
30,00

Naples between 1500 and 1700 as viewed by foreign travellers

Lucio Fino

Libro: Copertina rigida

editore: Grimaldi & C.

anno edizione: 2020

pagine: 174

Volume di grande formato (cm 25 x 35), circa 212 pagine corredate di 150 illustrazioni a colori di rare stampe, dipinti e acquerelli. Legatura editoriale in tutta tela con sovraccoperta ed elegante astuccio rigido telato.
95,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento