Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina
Iscriviti alla newsletter

Giappichelli

La imposizione minima globale

Carlo Garbarino

Libro: Libro in brossura

editore: Giappichelli

anno edizione: 2024

pagine: 560

Questo volume ha ad oggetto il Titolo II del D.lgs. 27 dicembre 2023, n. 209 che ha introdotto in Italia la Direttiva UE 2022/2523 sulla imposizione minima globale e, di riflesso, i principi del Pillar Two OCSE. La principale caratteristica del Decreto è la complessità: la reazione degli operatori talvolta è di disorientamento rispetto ad una trama normativa oscura, sovente criptica, non per responsabilità degli estensori ma in ragione della matrice multipla costituita da Model Rules e Direttiva. La sfida di questo volume è quindi di rendere semplice il complesso attraverso una proposta sistemica che utilizza tecniche interpretative basate sul contesto istituzionale di riferimento (la concatenazione dei principi del Pillar Two trasfusi nelle norme vincolanti della Direttiva del Decreto) evidenziando così le regole operative – gli “algoritmi linguistici” – vale a dire le regole “per fare”, le regole che servono per risolvere i problemi concreti dell’applicazione delle norme del Decreto alle fattispecie concrete che emergeranno dalla prassi contabile ed aziendale dei gruppi. Dopo una introduzione ai concetti-base, i capitoli 2-6 descrivono la struttura della imposta minima globale in Italia, analizzando il perimetro di applicazione, il reddito o perdita rilevante di ogni impresa del gruppo, le imposte rilevanti a livello di gruppo, la imposta effettiva e la aliquota minima d’imposta, il meccanismo di applicazione della imposta minima, ed infine l’imposta minima nazionale che accredita il sistema fiscale dell’Italia nel contesto geopolitico della corporate minimum tax. I capitoli 7-9 collocano l’imposta minima globale nell’ambito operativo dei gruppi multinazionali, analizzando i dividendi infragruppo, le entità di investimento, le dinamiche del perimetro di gruppo ed infine l’amministrazione del tributo e le disposizioni transitorie.
52,00

L'arte di negoziare con successo. Principi, strategie, criteri e tecniche per superare le sfide e raggiungere i propri obiettivi

Michelangelo Raccio

Libro: Libro in brossura

editore: Giappichelli

anno edizione: 2024

pagine: XVI-208

Negoziamo in ogni momento della nostra vita, spesso inconsapevolmente. La negoziazione, infatti, è un processo attraverso il quale due o più parti cercano di pervenire ad un accordo per risolvere un conflitto o per raggiungere un obiettivo comune. Che si sia impegnati in complesse contrattazioni commerciali, in trattative politiche o sindacali, oppure nella composizione di conflitti attinenti alle relazioni personali, la capacità di negoziare è una competenza chiave che permea ogni aspetto della vita di relazione delle persone. Questo manuale, scritto con rigore scientifico ma con linguaggio semplice arricchito da esempi pratici, è una risorsa indispensabile per chiunque voglia padroneggiare l’arte di negoziare con successo. Con l’apprendimento dei principi descritti nel testo, il lettore sarà in grado di navigare nelle pericolose acque delle trattative, con fiducia e abilità, ottenendo risultati vantaggiosi e costruttivi; inoltre, sarà in grado di sviluppare buone capacità di comunicazione e di ascolto attivo, doti fondamentali per capire le preoccupazioni, le tendenze, le scelte e i punti di vista degli altri durante i complessi e concitati momenti negoziali.
31,00

Cittadinanza e coesione sociale tra personalismo e digitalizzazione. Atti della ricerca del Progetto «Direcoeso»

Libro: Libro in brossura

editore: Giappichelli

anno edizione: 2024

pagine: 432

Il presente Volume raccoglie i frutti del Progetto DIRECOESO – Diritto e diritti per crescita intelligente, coesione sociale e sostenibilità nella Città metropolitana e in Toscana – dell’Università degli Studi di Firenze, cofinanziato dalla Fondazione CR Firenze. La parte prima rispecchia il primo snodo fondamentale del progetto, incentrato sulla mediazione quale paradigma e strumento di coesione sociale. La mediazione non solo è stata studiata da una punta di vista teorico, con approfondimenti interdisciplinari, storici, comparatistici, antropologici e filosofici, ma è stata anche analizzata "sul campo", aprendosi alle esperienze di mediazione sociale, civile e penale presenti sul territorio fiorentino ed integrandosi con il progetto "Mediazione a Scuola" (edizione 2022/2023). Tale ultimo progetto, elaborato e implementato nell’ambito della terza missione universitaria, ha avuto come finalità principali la diffusione della cultura mediativa presso studenti e docenti degli Istituti scolastici superiori e la raccolta ed analisi di dati sulla percezione e gestione dei conflitti da parte degli studenti e dei loro nuclei familiari. Evento culminante di questa prima fase è stato il Convegno “La mediazione tra prevenzione e risoluzione del conflitto sociale”, tenutosi nei giorni 2-3 marzo 2023 in Firenze, presso Villa Ruspoli, i cui Atti sono raccolti nella parte prima di questo volume. Corona questa parte prima un saggio del prof. Francesco Palazzo, scaturito dalla sua lectio magistralis al corso di perfezionamento "Giustizia riparativa", che si è tenuto nel gennaio-marzo 2023 presso il Dipartimento di Scienze giuridiche fiorentino e si è integrato nella fase conclusiva con il predetto Convegno. La parte seconda riflette la seconda dimensione fondamentale del progetto: l’impiego delle innovazioni tecnologiche non solo e non tanto per l’efficientamento della pubblica amministrazione ma soprattutto per la promozione della cittadinanza attiva e dunque della crescita della coesione sociale e della partecipazione democratica alle varie articolazioni della res publica. Anche in questo caso l’attenzione è stata rivolta non solo alla riflessione teorica ma anche alle esperienze pratiche affiorate sul territorio. A livello concettuale, sociale, istituzionale e tecno-scientifico c’è molto di nuovo e di promettente: con la presente ricerca si è voluto intercettare e scandagliare queste evoluzioni, in modo da metterne in luce sia le molteplici potenzialità sia le inevitabili ombre e criticità.
54,00

La questione climatica come questione cosmopolitica. Together we stand, divided we fall

Attilio Pisanò

Libro: Libro in brossura

editore: Giappichelli

anno edizione: 2024

pagine: 112

L’emergenza climatica non è solo un’emergenza tra le emergenze. È una questione che potrebbe avere un impatto potenzialmente catastrofico sulle condizioni di vita nella cosmopolis e che funge da "acceleratore esponenziale" di altre emergenze, prima tra tutte quella legata alle disuguaglianze di ordine economico e sociale le quali impattano, a cascata, sui diritti, sul lavoro, sui migranti, sul benessere, l’accesso ai servizi, la povertà. Un’emergenza che va affrontata ora o mai più e per la quale un ruolo importante deve essere svolto dalla società civile. Gli attori sociali possono, difatti, sprigionare quell’energia politica in grado di costruire, tassello dopo tassello, una sfera pubblica transnazionale che può utilizzare gli strumenti offerti dal diritto climatico e dal diritto dei diritti umani per pretendere che gli Stati prendano su serio la crisi climatica. In questo scenario, la prospettiva cosmopolitica è l’unica possibile per realizzare quel cambio di passo necessario per evitare che la crisi climatica determini un radicale peggioramento delle condizioni di vita sulla Terra, con tutti i riflessi che tale peggioramento potrebbe determinare anche sulla tenuta degli Stati liberal-democratici.
14,00

Autonomia e specialità nell'ordinamento repubblicano

Matteo Cosulich

Libro: Libro in brossura

editore: Giappichelli

anno edizione: 2024

pagine: 128

Il principio di autonomia, con specifico riferimento alla sua accezione territoriale, costituisce il fulcro delle riflessioni che si intendono proporre in questa sede. A sua volta, il principio di autonomia così inteso è una delle manifestazioni del pluralismo, anche istituzionale, su cui si fonda un ordinamento democratico. Il che trova puntuale conferma nella nostra Costituzione repubblicana, alla luce della collocazione nel novero dei princìpi fondamentali del principio di autonomia in senso territoriale (art. 5 Cost.), a sua volta specificazione del più generale principio pluralistico (art. 2 Cost), quale tratto distintivo della forma di Stato liberaldemocratica. I princìpi ora richiamati possono essere più proficuamente esaminati se vengono inquadrati nel tipo di Stato che qualifica l’ordinamento repubblicano, vale a dire lo Stato regionale. La previsione costituzionale delle Regioni e la loro istituzione – precedente (Sicilia), contestuale (Sardegna, Trentino-Alto Adige, Valle d’Aosta) o decisamente successiva (Friuli Venezia Giulia e soprattutto le Regioni ordinarie), a seconda delle varie condizioni politico-istituzionali – corrispondono infatti a una realizzazione particolarmente intensa del principio di autonomia territoriale; al riguardo, basti richiamare il riconoscimento alle Regioni dell’autonomia legislativa, equivalente, almeno in linea di principio, a un grado particolarmente elevato di autonomia politica.
13,00

Sindacato di costituzionalità e discrezionalità del legislatore. Tutela sostanziale dei diritti e tecniche decisorie

Giulia Vasino

Libro: Libro in brossura

editore: Giappichelli

anno edizione: 2024

pagine: 312

Il rapporto tra l’esercizio della funzione di garanzia esercitata dalla Corte costituzionale e il rispetto della discrezionalità del legislatore costituisce un tema ricorrente negli studi dedicati al giudizio sulle leggi. Nell’attuale fase, tuttavia, inedite tendenze evolutive invitano ad analizzare ancora una volta i termini di questa dialettica e a ripercorrere le tappe di un lungo cammino giurisprudenziale durante il quale l’organo di garanzia ha manifestato un approccio flessibile dinanzi alla sfera riservata al decisore politico. Indagando l’oscillazione fra self-restraint e attivismo, questo studio propone una disamina delle differenti tecniche decisorie adoperate con l’intento di individuare un equilibrato bilanciamento fra le istanze in gioco. Concepite nella loro successione, tali soluzioni portano alla luce uno sviluppo complesso che sembra procedere progressivamente verso l’attribuzione di un peso più rilevante alle esigenze di tutela sostanziale, riaccendendo così interrogativi sull’essenza e sui limiti del giudizio di legittimità costituzionale.
44,00

Roman foundations of European law. Essays on late antiquity Roman law

Federico Pergami

Libro: Libro in brossura

editore: Giappichelli

anno edizione: 2024

pagine: 240

23,00

La regolazione europea della società digitale

Franco Pizzetti, Marco Orofino, Erik Longo, Antonio Iannuzzi, Simone Calzolaio

Libro: Libro in brossura

editore: Giappichelli

anno edizione: 2024

pagine: 256

Nel contesto in rapida evoluzione della società digitale, la regolazione europea emerge come un riferimento essenziale per studiosi ed operatori del diritto. Il Volume contiene analisi puntuali di Regolamenti e Direttive adottati dall’UE, nel corso degli ultimi tre anni (Data Governance Act e Data Act, NIS 1 e NIS 2, Digital Service Act e Digital Market Act), in attuazione del cd. Decennio Digitale Europeo 2020-2030 così come di alcuni temi trasversali, quali quello delle fonti del diritto utilizzate per la disciplina della società digitale, quello dell’approccio risk-based e quello dell’evoluzione delle Autorità indipendenti e di governo. Gli Autori mettono in luce che le normative oggetto di indagine vogliono contribuire, sulla scia del GDPR ed con l’IA ACT sullo sfondo, a definire un modello europeo di società digitale capace di perseguire contemporaneamente due obiettivi: quello essenziale di garantire l’esistenza del mercato unico digitale, e quindi un futuro all’UE; e quello politico di rappresentare una fonte di ispirazione e una guida per altri soggetti che debbano disciplinare il trattamento dei dati nella società digitale e garantire i diritti fondamentali online. Questo libro si propone, quindi, come una guida affidabile per coloro che cercano di comprendere la complessa rete normativa che regola il trattamento dei dati nell’attuale realtà europea. Inoltre, gli Autori sono tutti titolari di corsi universitari in materia di trattamento dei dati nella società digitale e, quindi, i saggi qui raccolti hanno anche una dichiarata finalità formativa.
25,00

Scelte e cure di fine vita: profili giuridici, etici, clinici

Libro: Libro in brossura

editore: Giappichelli

anno edizione: 2024

pagine: 240

Intenso e complesso fu, duecentoventi anni or sono, il dibattito che suscitò in Italia la promulgazione, da parte di Napoleone Bonaparte, del Décret Impérial sur les Sépultures, noto anche come la “legge di Saint Cloud”: il provvedimento – un vero e proprio “testo unico” sulla materia – introduceva per motivi di carattere igienico-sanitario il divieto di sepoltura entro la cinta cittadina ed imponeva, in nome dell’afflato di égalité che aveva animato la rivoluzione, che tutti i sepolcri fossero uguali senza più discriminazioni di censo. Pur se mosso da lodevoli intenti, il provvedimento venne aspramente criticato da chi vi leggeva un declino della religion des tombeaux e soprattutto la condanna all’oblio di schiere di personaggi illustri la cui venerata memoria non più sarebbe stata di esempio e stimolo per i posteri. O tempora, o mores! Molta acqua è passata sotto i ponti, ma al giorno d’oggi, parafrasando il sommo Ugo Foscolo, che fu fra i più accesi oppositori del decreto napoleonico, ben si potrebbe scrivere che il grado di civiltà di un popolo si misura dal trattamento che si riserva a coloro che – per sottrarre sé stessi ai dolorosi tormenti della malattia e i propri affetti al penoso spettacolo della sofferenza – decidano con supremo gesto di dignità di privarsi della vita.
33,00

Il diritto amministrativo tra ordine sistematico e realtà economico-sociale

Libro: Libro in brossura

editore: Giappichelli

anno edizione: 2024

pagine: 176

I saggi raccolti in questo volume costituiscono la rielaborazione delle relazioni svolte al Convegno in ricordo del Prof. Giuseppe Pericu, tenutosi il 16 febbraio 2023, presso la Sala Napoleonica dell’Università degli Studi di Milano Statale. Proprio all’Università Statale di Milano e in particolare alla Facoltà di Giurisprudenza Giuseppe Pericu viene chiamato come professore ordinario di diritto amministrativo nel 1984, dopo avere ricoperto analogo incarico nell’Ateneo genovese, nel quale si era laureato con il Prof. Roberto Lucifredi. All’epoca all’Università Statale l’insegnamento di diritto amministrativo ha già un Maestro illustre nel Prof. Umberto Pototschnig, con cui Pericu stringe un sodalizio fatto di stima, collaborazione, amicizia e sintonia, testimoniato dalla condivisione del corso di Diritto regionale e dall’alternanza nel corso di Diritto amministrativo I e Diritto amministrativo II. Il magistero di Giuseppe Pericu si caratterizza per il suo metodo e per i suoi filoni di ricerca, che sono tra loro strettamente connessi. Per Pericu, da un lato, la comprensione del fenomeno giuridico reclama la previa individuazione degli interessi e dei conflitti sottostanti; dall’altro lato, l’indagine scientifica necessita di essere indirizzata verso le modalità con cui il diritto è concretamente applicato, nella consapevolezza che la scienza giuridica ha una dimensione teorica, ma al tempo stesso pratica. Dimensione pratica che emerge grazie anche al suo riguardo nei confronti dell’evoluzione storica e soprattutto della documentazione, in modo che le sue opere sono calate nella realtà scrutinata di prima mano, evenienza rara perlomeno nella scienza giuridica.
24,00

Corso di diritto internazionale dell’economia e dei mercati

Fabio Bassan

Libro: Libro in brossura

editore: Giappichelli

anno edizione: 2024

pagine: 304

Il volume ripercorre le lezioni del corso di diritto internazionale dell’economia tenuto dall’autore negli ultimi vent’anni presso l’Università Roma Tre e affronta, muovendo dalla prospettiva dei mercati, temi di diritto internazionale pubblico, privato e dell’economia, nonché di diritto transnazionale, di diritto comparato, di global law, di diritto dell’Unione europea. Le ventidue lezioni del corso, divise in nove capitoli, hanno ad oggetto lo studio: dei soggetti di diritto internazionale e transnazionale (Capitolo 1, Sezioni I-II); delle fonti del diritto internazionale e transnazionale dell’economia (Capitolo 2, Sezioni III-IV) nonché dei contratti, fonti ma anche strumento principale di regolazione dei rapporti tra privati, e tra questi e gli Stati (Capitolo 2, Sezioni V-VI); degli investimenti (Capitolo 3, Sezioni VII-VIII); del diritto monetario (Capitolo 4, Sezioni IX-X); del sistema bancario internazionale ed europeo (Capitolo 4, Sezioni XI-XII); dello sviluppo economico sostenibile (Capitolo 5, Sezioni XIII-XIV); del bilancio e del debito (Capitolo 6, Sezioni XV-XVII); del commercio (Capitolo 7, Sezioni XVIII-XX); dei mercati (Capitolo 8, Sezione XXI); dei consumi (Capitolo 9, Sezione XXII).
29,00

Licenziamenti ingiustificati e principio di uguaglianza

Gabriele Franza

Libro: Libro in brossura

editore: Giappichelli

anno edizione: 2024

pagine: 216

Le riforme della disciplina di tutela contro i licenziamenti illegittimi continuano ad essere scosse dai giudizi incidentali di costituzionalità, che inaspriscono, sotto molteplici aspetti fattuali e normativi, la tensione da subito avvertita tra le scelte del decisore politico e le istanze di protezione sociale. Questi giudizi sono tutti incentrati sulla potenziale violazione del principio di uguaglianza, declinato in termini di parità di trattamento ovvero nelle varie forme che ha oramai assunto il criterio della ragionevolezza nelle decisioni del giudice delle leggi. La soluzione delle più recenti questioni sembra, tuttavia, in grado di delineare uno spartiacque decisivo per il futuro dell’intera materia.
28,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.