Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina
Iscriviti alla newsletter

Giappichelli

Il nuovo diritto della crisi e dell'insolvenza-Manuale di diritto della crisi e dell'insolvenza. Kit

Giuseppe Fauceglia

Libro: Libro in brossura

editore: Giappichelli

anno edizione: 2023

pagine: 912

«Il nuovo diritto della crisi e dell’insolvenza». Il volume espone la disciplina del Codice della Crisi e dell’Insolvenza, come integrato dai plurimi interventi normativi che si sono succeduti nel tempo, tra i quali, da ultimo, il d.lgs. n. 83/2022, che ha recepito le indicazioni dell’Unione Europea, in tal modo integrando le originarie disposizioni del d.lgs. 12 gennaio 2019, n. 14 (già incise dalla normativa pandemica e dai provvedimenti correttivi ed anticipatori di alcune sue norme). Ne emerge un quadro complesso, e a volte disorganico, che la nuova versione del Codice tende a ricostruire in un auspicato quadro di stabilità, ciò comportando la ricerca di indici, di criteri e di principi rinvenienti nelle varie disposizioni esaminate. «Manuale di diritto della crisi e dell’insolvenza». Il diritto della crisi e dell’insolvenza disciplina una fase della vita economica e imprenditoriale del debitore e ne regolamenta la pianificazione, la gestione e l’esito, nella ricerca di un equilibrio tra le esigenze dei creditori, dei terzi, della collettività e dello stesso debitore. Il Manuale descrive il diritto della crisi e dell’insolvenza, partendo dalla identificazione della funzione dello stesso e poi esaminando, in modo organico, gli istituti, i percorsi, gli strumenti ed i procedimenti previsti dal Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza e dalle leggi speciali. La seconda edizione del Manuale è aggiornata alle modifiche del Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza introdotte dal d.lgs. 17 giugno 2022, n. 83, in attuazione della Direttiva Ue 2019/1023.
76,00

Gli Stati Uniti e il loro diritto

Alessandro Somma, Edmondo Mostacci

Libro: Libro in brossura

editore: Giappichelli

anno edizione: 2023

pagine: 416

Il volume presenta una ricostruzione dell’esperienza giuridica statunitense, analizzata nella sua evoluzione secondo un approccio particolarmente attento alle dimensioni economica e politica. L’analisi dei diversi ambiti del diritto si salda, capitolo dopo capitolo, ad una indagine dei momenti salienti dello sviluppo storico del Paese, per offrire al lettore non soltanto un testo sul diritto degli Stati Uniti d’America, ma un’opera in grado di illustrare – come precisa il titolo – gli Stati Uniti e il loro diritto. In altri termini, all’interno del volume il fenomeno giuridico viene trattato non nei termini di una ricostruzione dogmatica di istituti e norme, ma come un particolare fenomeno sociale immerso nel divenire storico e collegato agli altri fenomeni che caratterizzano un sistema sociale nel suo sviluppo diacronico.
39,00

VNTVN ed essi restituiranno. Studi sulla restituzione dei beni d'arte trafugati nella persecuzione antiebraica nazifascista

Libro: Libro in brossura

editore: Giappichelli

anno edizione: 2023

pagine: 336

È particolarmente suggestivo cominciare una riflessione sul tema della restituzione dell’arte depredata dai nazisti agli ebrei perseguitati con una citazione da Se non ora, quando? di Primo Levi. In quel passaggio c’è infatti, evidente, il richiamo testuale alla restituzione. Insieme c’è però, forte, il riconoscimento della tradizione ebraica: profilo chiave di una giustizia “restitutiva” che risponda al diniego della dignità insito nel disegno genocida, in cui la questione delle spoliazioni deve necessariamente (anche se non esclusivamente) iscriversi. C’è, ancora, il richiamo alla pluralità (diversità) delle storie (personali e sociali) che finiscono nell’orrenda rete della Shoah: gli ebrei delle varie tradizioni, orientali ed occidentali; gli ebrei praticanti e quelli non praticanti, sino agli atei di discendenza ebraica. Tutti costoro furono allora forzati in un’identità imposta dai persecutori e accettata dagli indifferenti, che diventò così tragicamente reale non solo nella persecuzione, durante il dominio nazifascista d’Europa, ma anche nell’assenza di risposta, frutto di quella stessa, perdurante indifferenza, dopo la fine della guerra. Quell’unità di persecuzione ed indifferenza richiede, ora, un’unità di risposta, seppur tardiva. Poiché però il fenomeno di cui ci si occupa fu, in realtà, complesso e multiforme e non fu il solo a vedere – in un quadro di crimine internazionale perpetrato dalle forze nazifasciste – una colossale opera di depredazione, o spoliazione, di beni artistici, pure la risposta, seppur complessivamente unitaria (la restituzione), dovrà in qualche modo tener conto anche dei profili di diversità all’interno di quel fenomeno, da un lato, e della diversità di quel fenomeno rispetto ad altri (la depredazione artistica compiuta fuori dal contesto della persecuzione antiebraica e del genocidio). Ecco allora la necessità di interrogarsi su quali siano i fenomeni storici di spoliazione su cui si intende volgere lo sguardo, e su cosa si intenda per restituzione.
44,00

Western Constitutionalism

Andrea Buratti

Libro: Libro in brossura

editore: Giappichelli

anno edizione: 2023

103,99

Comparative Legal Systems

Alessandra De Luca, Elena Ioriatti

Libro: Libro in brossura

editore: Giappichelli

anno edizione: 2023

pagine: 344

35,00

L'illecito degli enti pubblici

Elio Casetta

Libro: Libro in brossura

editore: Giappichelli

anno edizione: 2023

pagine: 320

44,00

Stile diplomatico

Andrea Francia

Libro: Libro in brossura

editore: Giappichelli

anno edizione: 2023

pagine: 456

65,00
45,00

L'autonomia locale e le dimensioni dell'eteronomia

Libro: Libro in brossura

editore: Giappichelli

anno edizione: 2023

pagine: 288

40,00

I terzi nei processi nazionali e sovranazionali: poteri e tutele

Libro: Libro in brossura

editore: Giappichelli

anno edizione: 2023

pagine: 512

L’idea che nel processo vi sia un “terzo” e, quindi, un soggetto che non è parte originaria, o principale, è inscindibilmente connessa al tema della tutela dei diritti (innanzitutto del terzo che interviene e che da quel processo e dai suoi esiti può essere pregiudicato), alla affermazione della garanzia del contraddittorio, alla esigenza che il giudice sia messo nelle condizioni di decidere “al meglio”, per aver avuto modo di ascoltare tutti gli interessati. Il ruolo del terzo nel processo è, quindi, un aspetto della civiltà giuridica. E tale constatazione non varia a seconda dell’area ordinamentale in cui ci si colloca, sia essa quella del processo civile, di quello amministrativo, di quello costituzionale o internazionale o europeo. Le peculiarità che reggono il singolo procedere giudiziario condizioneranno l’istituto in parola, ma non ne altereranno significativamente l’ultima e più intima finalità. Certo è che nei processi in cui si discutono tematiche giuridiche che, per natura, sono suscettibili di assumere rilievo in una generalità di casi e situazioni (si pensi al processo costituzionale, ma anche a quello di fronte al giudice dell’Unione o del sistema della CEDU), l’utilità dell’intervento appare ancor più evidente e l’esigenza di vederlo realizzato anche da soggetti non direttamente o immediatamente incisi dalle conseguenze della singola pronuncia, perciò portatori di interessi più vasti e diffusi, ancora più pressante.
62,00
30,00

Patti sulla patologia contrattuale

Luca Antonio Caloiaro

Libro: Libro in brossura

editore: Giappichelli

anno edizione: 2023

pagine: 272

38,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.