Il tuo browser non supporta JavaScript!

Giancarlo Zedde Editore

La sposa sola. Le parole d'amore tra noi. Volume 1

Giuliana Cutrona

Libro: Copertina morbida

editore: Giancarlo Zedde Editore

anno edizione: 2018

pagine: 192

Entrati dentro un cinema, lui mi guidò verso le ultime file, dove altre coppie si scambiavano effusioni. Era quello, per me, l'amore?
14,00

Play/Rec. Teoria ed esperienza nelle riprese sonore

Giorgio Carlin

Libro: Copertina morbida

editore: Giancarlo Zedde Editore

anno edizione: 2016

pagine: 180

17,00

Breve storia della musica jazz

Guido Michelone

Libro

editore: Giancarlo Zedde Editore

anno edizione: 2009

pagine: 176

Il jazz è quel genere musicale che può assorbire un sacco di cose ed essere ancora jazz (Sonny Rollins). Il jazz è l'unica musica in cui la stessa nota può essere suonata in ogni serata, ma sempre in modo diverso (Ornette Coleman). Il jazz mi attira perché vi trovo la perfezione della forma e la precisione strumentale che ammiro nella musica classica e che manca nella musica popolare in genere (Django Reinhardt). La cosa importante nel jazz è come mantenerne l'integrità e fornire stimoli superiori ai giovani, senza imitare le mode (Wynton Marsalis). C'è modo e modo, certo, di suonarlo, ma sarà sempre il blues (Count Basie). Cos'è il jazz? Amico, se lo devi chiedere, non lo saprai mai (Louis Armstrong).
16,00

Gli ultimi quadrifogli

Carlo Mario Giulio Pettinau

Libro: Copertina morbida

editore: Giancarlo Zedde Editore

anno edizione: 2022

pagine: 232

Carlo Mario Giulio Pettinau offre una suggestiva narrazione fiabesca ambientata a Gennana, isolato paese del Centro Sardegna, un'isola nell'isola dove miti e antiche storie si fondono, in un continuo processo di stratificazione. Da secoli, la vita rurale degli abitanti è regolata dal 'Consiglio dei Tanti', una sorta di parlamento che si pronuncia sulle opere da realizzare, decide l'acquisto di beni, e ogni anno istituisce un nuovo rito celebrativo che si aggiunge a quelli degli anni precedenti. La tradizione è tutto e si rinnova oralmente nei racconti dei nonni: il potere taumaturgico della pietra nera, il Cinghiale Bianco profeta di grandi eventi, la Festa di San Crisobolo, il feroce orco Brenti Nieddu, il Telo dello Sposo ricamato con le lettere di un esclusivo alfabeto capito e segretamente utilizzato dalle donne di Gennana. Soprattutto si perpetua il mito di tzia Mariedda, una figura dolcissima che esiste da sempre, portatrice di sapienza e generosità a cui si rivolgono gli abitanti nei momenti difficili. I ricordi dell'autore nascono davanti a 'sa forredda', il focolare sempre vivo al centro di ogni casa dove le storie sono diventate tante e altre se ne sono aggiunte, il ritrovamento di un tesoro, la costruzione di una linea ferroviaria a scartamento ridotto che parte da Gennana e serpeggia nel monte Grighine, l'allestimento di una biblioteca con migliaia di volumi. Nell'incredibile e fantastico immaginario popolare c'è anche un prato con migliaia di quadrifogli, con colorazione dal verde al marrone, e anche un piccolo, ma superbo, quadrifoglio nero, metafore di altre migliaia di sogni e fantasie della gente. Età di lettura: da 6 anni.
16,00

Ognuno crea il proprio inferno

Edgardo Mantovani

Libro: Copertina morbida

editore: Giancarlo Zedde Editore

anno edizione: 2022

pagine: 184

Ancora una volta si ritrovarono circondati dai clacson invadenti e ininterrotti dell'India. Se c'era un posto peggiore dell'ashram quello era senza dubbio il mondo esterno. Se c'era un posto peggiore dell'ashram quello era l'India. Un mondo così contorto e insensato, agli occhi dei non indiani, da sconvolgere ogni attesa, tanto provocatorio da turbare quelle menti sprezzanti presuntuosamente ancorate ad un solo mondo possibile, il loro. Moreno l'aveva amata e ancor più, molto di più, ne aveva amato il ricordo, ma come una storia d'amore era finita, forse l'India era mutata, o forse lui dei tempi andati non aveva conservato neppure una sola cellula. Come Moreno anche l'India era in via di estinzione, ma era ancora viva, rivoltante o meravigliosa, proliferante di comportamenti insensati, quasi quanto i nostri, densa di un fascino talmente ricolmo di follia da indurre a dubitare che potesse essere reale.
14,00

Musica ribelle. Gli anni '70 Pop rock jazz folk. 100 protagonisti tra album, interviste, aneddoti, biografie

Guido Michelone

Libro: Copertina morbida

editore: Giancarlo Zedde Editore

anno edizione: 2021

pagine: 264

«Ed è la musica, la musica ribelle, che ti vibra nelle ossa, che ti entra nella pelle, che ti dice di uscire, che ti urla di cambiare, di mollare le menate, e di metterti a lottare». Questo il refrain, divenuto subito celeberrimo, usatissimo come sigla, jingle o stacchetto in tante radio libere, addirittura un inno generazionale: la canzone è di Eugenio Finardi, allora ventiseienne, incisa nel 1976 per la Cramps Records. E Musica ribelle è il titolo di questo libro perché i due termini - 'musica' e 'ribelle' - riassumono assai bene l'obiettiva novità in fatto di suoni giovanili che si dipanano lungo gli anni '70 (1970/1980), attraverso stili, generi, filoni, movimenti, spesso fra loro distanti sul piano delle idee, delle qualità, delle problematiche, delle forme, ma tenuti 'insieme' dagli ascoltatori per un comune obiettivo: vivere, mediante il linguaggio delle sette note, il sogno di una ribellione assoluta, che andasse persino al di là della politica, della società, della persona, dell'arte. E in effetti, mai come negli anni '70 (o Seventies all'americana) del XX secolo, viene offerto un panorama così vario, colorato, versatile, cangiante di situazioni musicali ribelli (e ribellistiche) anche dietro e davanti alle apparenze, rispetto a 150 anni di attività di scuole, estetiche, tendenze rock, pop, folk, jazz, nel segno dello spartito, del disco, del concerto, della registrazione sonora.
17,00

Tut a ven a taj. I migliori proverbi piemontesi con traduzione e commento

Bruno Sartore

Libro: Copertina morbida

editore: Giancarlo Zedde Editore

anno edizione: 2021

pagine: 120

Il saggio sui proverbi piemontesi di Bruno Sartore fa seguito al libro "Balengo, Gariboja" del 2019 dove passava in rassegna i modi di dire. Al pari di allora la cernita è stata attenta come pure la loro spiegazione. I proverbi costituiscono il corpo di un sapere popolare antico, tramandato di generazione in generazione dove gli autori sono ovviamente sconosciuti. Essi sono nati così, per l'acuta perspicacia dei più versatili ingegni popolari diffondendosi sul territorio per contagio antropico. Oggi forse nessuno è più in grado, o non ne ha più l'occasione, di crearne di nuovi. Chi oggi, per studio o per diletto, vuole non solo conoscere ma approfondire il loro significato e utilizzo può, consultando queste pagine, addentrarsi nella vita di tutti i giorni dei nostri avi per coglierne meglio il loro modo di pensare, di piangere e di ridere, cioè vivere. Ne scaturisce un mondo di tribolazioni dove l'unico appiglio era la saggezza popolare e l'esperienza quotidiana. I proverbi contenuti nel libro costituiscono una preziosa e interessante fonte genuina di studio, decisamente piacevole, che riguarda un passato ormai lontano, rivolta segnatamente ai giovani, ma sono oggetto anche di una riscoperta e ricordo per i più anziani.
13,00
19,00

Breve storia del clarinetto

Elena Ferrofino

Libro

editore: Giancarlo Zedde Editore

anno edizione: 2019

pagine: 72

Questa bnreve storia parla a tutti coloro che subiscono il fascino del clarinetto, così come accadde a Mozart o a Brahms e ad altri compositori in un tempo in cui non era ancora lo strumento tecnicamente perfezionato che conosciamo e che ancora oggi, per le sue straordinarie potenzialità, continua a sorprendere gli stessi addetti ai lavori. Con questo testo di facile consultazione Elena Ferrofino si rivolge a chiunque nel corso degli studi o per interesse personale, desideri approfondire la conoscenza e l'evoluzione di questo bellissimo strumento. L'autrice intende fornire agli allievi clarinettisti le basi culturali per stimolare la creatività, acquisire maggior coscienza a livello interpretativo e giungere infine a una capacità esecutiva che non potrebbe rivelarsi appieno senza un'adeguata conoscenza teorica e storica.
14,00

La sposa sola. Le parole d'amore tra noi. Volume 3

Giuliana Cutrona

Libro: Copertina morbida

editore: Giancarlo Zedde Editore

anno edizione: 2019

pagine: 176

La sposa sola, cronaca di un'esistenza intrisa dell'impeto del vivere. Dall'infanzia nella guerra fino ai giorni nostri, in mezzo alla Storia del nostro paese, facendo rivivere i contesti delle ferite più profonde. Il teatro della lunga narrazione è Torino, città, nel secolo scorso, della grande fabbrica e del... Grande Torino di Valentino Mazzola, la cui entrata in scena scompaginerà il quadro di famiglia dell'autrice bambina. La protagonista percepisce l'essenza della solitudine del femminile, già nel viaggio, pur molteplice, desiderato, scelto e plurale. Nel noi, degli anni irripetibili del grande volo. L'affresco colora i contesti: gioia del partecipare, gioventù, esultanza per diritti strappati con rabbia e fatica, lutto per morti e feriti di sconfitte. E amore. Tanto. La solitudine delle donne si annida negli affetti, amori, famiglia, mala educazione civile, sentimenti e sesso. Ma anche nella grande assenza del femminile nel potere. Oggi, nel presente scintillante di luce futura e buio di barbarie, La sposa sola non riesce a distogliere lo sguardo dall'ingiustizia impunita che lacera il cielo. In bilico fra tecnologie come speranze di un futuro nuovo e antichi orpelli... orditi nelle segrete stanze... odio, guerre, abuso, stragi. Chi si prenderà il pianeta per cominciare ad averne cura? Con amore, coraggio, compassione? La politica, fondale di volti, è il filo rosso che intreccia i giorni vissuti di quella passione e il suo costante tradimento. L'amore per la politica dipanerà pian piano una politica dell'amore? Solo quello... forse, sarà l'inizio di un'altra Storia che riscriva il cammino dell'umanità, per inserire alfine la figura mancante e differente, della donna come soggetto.
14,00

Due notti magiche a Newport. Storia e leggende di tre grandi del Jazz

Gianfranco Nissola

Libro: Copertina morbida

editore: Giancarlo Zedde Editore

anno edizione: 2019

pagine: 216

"... considerato quel che è già stato scritto, si potrebbe parlare di fenomenologia di un festival comprendendo sotto tale denominazione tutto un insieme di persone che agiscono e danno vita a fatti e avvenimenti che finiscono per assumere un particolare significato; specialmente se tutto questo perdura negli anni. Esiste nella realtà un evento che può fornire una serie di risposte a innumerevoli domande: è il Newport Jazz Festival. Una significazione che è quasi una reale enciclopedia del jazz, sempre in divenire: il migliore esempio, forse, della vitalità di questo genere musicale: botta e risposta, un dialogo che esiste da anni, sempre diverso, attuale nella sua sempre variabile espressione. Un vivere per sopravvivere, basilare per la comprensione globale di questa musica che si esprime attraverso riferimenti, citazioni, stravolgimenti anche poetici - nel senso di fare - dei quali si deve conoscere la codifica per apprezzare l'essenza artistica. In questo panorama potremmo inserire - per meglio comprendere la forza divulgativa - i due non-incontri Ellington-Davis del 1955 e 1956: due serate mitiche e due date ormai storiche. Di certo una diversa conclusione dell'appuntamento Duke Ellington e Miles Davis nel 1948 avrebbe modificato il futuro di due (o di milioni di) esistenze. Duke e Miles entrarono forse in crisi per questo? Enigma insolubile. Le considerazioni sulla vita di entrambi, sulla musica che composero e suonarono separatamente, indicano che sia l'invito che il rifiuto, di per sé, non ebbe conseguenze sul rispettivo livello artistico raggiunto".
15,00

Dieci donne insegnanti tra passato prossimo e futuro anteriore

Libro: Copertina morbida

editore: Giancarlo Zedde Editore

anno edizione: 2018

pagine: 240

Dieci donne insegnanti, impegnate in diversi ordini di scuola, raccontano l'intreccio delle loro vite tra scuola, passioni, femminismo, politica che ha costituito il complesso lavorio d'una vita, della loro vita. E tutto questo impegno, con al centro sempre la scuola, è diventato la loro vera formazione umana e professionale. Sono donne di una generazione che più delle altre ha avvertito il richiamo dell'immaginazione, che si è lasciata coinvolgere profondamente dalle relazioni con gli altri, nonostante la complessità che queste sovente presentano. Gli autori del testo: Concetta Abbà, Renata Campini, Anna Casucci, Fiorenza Ciastellardi, Margherita Dotta Rosso, Carla Fantozzi, Anna Garelli, Antonia Inghingalo, Fulvia Porro, Sandra Rinaudo.
18,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.