Il tuo browser non supporta JavaScript!

Franco Angeli

La comunicazione di crisi e i social media. Principi, modelli teorici e applicazioni pratiche

Simone Splendiani

Libro: Copertina morbida

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2022

pagine: 162

L'avvento della comunicazione digitale e la pervasività dei social media hanno radicalmente modificato il contesto nel quale agisce la comunicazione di crisi. Le organizzazioni, così come le persone, sono immerse in arene comunicative nelle quali rappresentano solo una delle parti in causa, e la credibilità del loro racconto risulta essere tutt'altro che scontata. La reputazione, infatti, viene messa in discussione non solo da eventi critici che effettivamente si sono verificati, ma anche da dicerie e rumors non sempre dimostrabili, ma ugualmente pericolosi per i danni all'immagine che possono arrecare. L'indignazione delle community, le azioni dei gruppi di attivisti, la dimensione virale del web, fino alla disinformazione e al sensazionalismo mediatico sono diventati variabili cruciali da gestire. Il volume affronta il complesso rapporto tra comunicazione di crisi e social media, alla luce delle tendenze più recenti e, al contempo, sulla base di modelli concettuali consolidati. Nella prima parte, la trattazione teorica è arricchita da una serie di brevi casi studio a cui si rimanda attraverso link e QR code, che consentono al lettore di vedere direttamente i contenuti presenti in rete. Nella seconda parte, di natura empirica, vengono riportati in modo approfondito esempi emblematici di gestione della comunicazione attraverso i social media, che riguardano sia crisi aziendali sia disastri naturali. Il volume rappresenta dunque uno strumento efficace e immediato, adatto ad un pubblico tanto di studiosi quanto di operatori della comunicazione.
22,00

La «Lady di Ferro». Margaret Thatcher tra politica interna e politica estera 1979-1990

Lucio Valent

Libro: Copertina morbida

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2022

pagine: 194

Ancora oggi l'immagine di Margaret Thatcher è basata su stereotipi che definiscono gli undici anni di governo thatcheriano come un momento particolare rispetto alla storia britannica tra Otto e Novecento. Il presente volume, utilizzando fonti d'archivio, documenti parlamentari, discorsi e memorie, inserisce la politica della "Lady di ferro" in una dimensione di lungo periodo e consente di apprezzare una stagione di governo che ridiede vita, pur con nuove forme, ad alcuni capisaldi politici, culturali, economici ed etico-morali da sempre presenti nella tradizione britannica. Il testo, ponendo in discussione alcuni consolidati pregiudizi riguardanti l'attività internazionale del Primo Ministro, offre una lettura originale, equilibrata e innovativa di diversi aspetti della politica estera di Thatcher, del suo rapporto con Ronald Reagan e del suo europeismo. In merito a quest'ultimo aspetto emerge con chiarezza che la "Lady di ferro" considerò sempre le istituzioni comunitarie un elemento irrinunciabile nella politica britannica, da preservare e rafforzare a beneficio sia di Londra che dell'Europa.
26,00

Dimensioni dello smart working. Sfide ed esperienze per una transizione sostenibile

Libro: Copertina morbida

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2022

pagine: 200

Lo smart working è molto più che una liberazione della prestazione lavorativa da vincoli di luogo e di tempo: è un'innovazione profonda del senso stesso del lavoro, fondata sulla condivisione di obiettivi, sulla responsabilità, sulla fiducia. E, ovviamente, sulla tecnologia. Come leggere questo cambio di paradigma? Il volume raccoglie e dà voce a percorsi disciplinari diversi, a punti di vista complementari, che però si ritrovano a convergere su un tema: l'accelerazione che gli anni di pandemia hanno impresso alla trasformazione del lavoro ci ha permesso di costruire un patrimonio di esperienze dal quale non possiamo più prescindere. Tornare indietro, come vorrebbe certa cultura manageriale, non è un'opzione. Al contrario, dobbiamo cogliere l'opportunità che lo smart working offre in termini di ridisegno organizzativo, di competitività, di attrattività per i talenti su un mercato del lavoro sempre più internazionale. Attraverso un'analisi multidisciplinare che prova ad abbracciare i mondi profondamente interconnessi del pubblico e del privato, il testo getta uno sguardo sul futuro: del lavoro, dell'abitare, della comunicazione, della società nel suo insieme, provando a immaginare soluzioni adeguate per una transizione che sia sostenibile e che non sacrifichi mai le tutele. Presentazione di Antonio Naddeo. Prefazione di Mariano Corso. Postfazione di Marco Carlomagno.
27,00

Sotto lo sguardo del padrone. Sistema di fabbrica e fascismo nel Biellese (1918-1924)

Massimiliano Franco

Libro: Copertina morbida

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2022

A Biella la compagine nazionalista crebbe con lentezza, stretta nei confini di un piccolo territorio manifatturiero, il cuore socialista della "provincia rossa" novarese, che vantava tra i più elevati tassi di concentrazione operaia d'Italia. All'indomani della Grande guerra, con l'industria tessile arricchitasi grazie agli enormi guadagni prodotti dal conflitto, ma di fronte a una società in subbuglio, le amministrazioni locali stentarono a trovare una governance efficace, con conflitti fuori e dentro la sfera politica, nelle istituzioni e nei gangli fra Stato e interessi privati. Fu una stagione di lotte, scioperi, tumulti annonari, occupazioni di fabbriche, rivoluzioni tentate o solo sognate, durante la quale, episodio al principio minore, perso fra esperimenti e pressioni di camarille di vario colore, attecchirono i primi semi del fascismo. Il saggio analizza la genesi e lo sviluppo di questo movimento, dai suoi esordi fino all'esplodere di uno squadrismo peculiarmente meno cruento che altrove, tra la marcia su Roma e la conquista del potere locale, sullo sfondo dei rapporti non sempre lineari col ceto industriale e della repentina débâcle di una cultura a prima vista insradicabile come quella operaista.
31,00

Sulphur War. I Borbone, l'Europa e l'imperialismo mediterraneo 1734-1850

Sebastiano Angelo Granata

Libro: Copertina morbida

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2022

pagine: 200

È il 1838 quando la monarchia borbonica sigla un contratto con i francesi Taix e Aycard, attribuendo alla Compagnie des soufres de Sicile la gestione quasi monopolistica del minerale presente sull'isola. L'accordo suscita le ire della Gran Bretagna, trascinando Napoli e Londra alle soglie di un conflitto armato. Solo nel 1840, in seguito alla mediazione di Parigi, la vertenza sarà ricomposta, al prezzo di una débâcle della dinastia partenopea, costretta a sciogliere l'accordo e a risarcire gli interessi agli imprenditori inglesi e alla stessa compagnia transalpina. Dipinto spesso come la sfortunata ribellione del Regno delle Due Sicilie alla "dittatura" delle grandi potenze, l'episodio è in realtà la spia di una crisi di portata generale, che lambisce Napoli al pari di tutti gli altri attori internazionali: Ferdinando II sperimenta un crescente isolamento diplomatico e l'acuirsi dell'ostilità dei siciliani; l'imperialismo di Palmerston, in patria, si scontra con le opposizioni trasversali del Parlamento; Luigi Filippo d'Orléans e Metternich assistono impotenti alla drastica ridefinizione della geopolitica europea. Attraverso il racconto della querelle zolfifera, il volume ricostruisce il declino degli assetti sanciti dal Congresso di Vienna e la rinnovata centralità del Mediterraneo, sulle cui acque si tessono e si rimodulano alleanze, si misurano ambizioni ed egemonie, maturano progetti politici e diplomatici di portata globale.
34,00

Il tifo violento in Italia. Teppismo calcistico e ordine pubblico negli stadi (1947-2020)

Fabio Milazzo

Libro: Copertina morbida

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2022

pagine: 278

Invasioni di campo, sassaiole, aggressioni alle terne arbitrali e ai giocatori, scontri tra tifosi. Intemperanze e violenze hanno accompagnato il calcio fin dalle sue origini, ma è nell'Italia del secondo dopoguerra che il fenomeno va incontro a una svolta. Non soltanto si registra un incremento degli episodi, ma progressivamente cambiano anche le cause e le tipologie di incidenti che, sempre più spesso, coinvolgono le opposte tifoserie. Complice l'attenzione mediatica data al fenomeno, a una prima fase di relativa tolleranza, fa seguito un diffuso e progressivo allarme sociale, in buona misura legato all'avvento del tifo estremo. Con gli ultrà gli scontri si moltiplicano, da episodici e legati all'andamento della gara assumono una veste rituale e diventano un criterio per stabilire la supremazia tra i gruppi. La risposta dello Stato, tardiva e improntata a una legislazione di carattere repressivo ed emergenziale, determina ulteriori evoluzioni nel teppismo calcistico. La presente indagine si propone di indagare tali questioni e di presentarli in una ricostruzione storica d'insieme che copre l'arco di tempo compreso tra il secondo dopoguerra e il primo ventennio del nuovo millennio.
36,00

Sociologia degli stati mentali. Teoria e ricerca

Maurizio Bonolis, Carmelo Lombardo

Libro: Copertina morbida

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2022

pagine: 284

Il filo conduttore che percorre variegatamente i contributi presenti in questo libro riposa sulla convinzione che sia possibile parlare di «stati mentali» in quanto evidenze appartenenti a un dominio fenomenico indagabile in base a variazioni interne a esso, cioè non "riducibili" a incidenze ontologiche di altro ordine, come - invece - si sostiene nella presunzione di un determinismo neurofisiologico rispetto al quale nemmeno esisterebbero «stati mentali», ma solo «cerebrali». Vi è una certa analogia (più che una metafora) tra questo enunciato e quello durkheimiano, nel quale si sostiene che i «fatti sociali» vanno spiegati con i «fatti sociali». Il libro si occupa anche di questa assonanza, approfondendola in molte direzioni. Il presupposto dell'indagine, testé richiamato, comporta, in forma di corollario, che l'osservabilità degli «stati mentali» non possa che essere inferenziale, ossia che si renda possibile solo mediante ricostruzioni analitiche di comportamenti modellizzati e inter-relati, come quando si tratta di cogliere euristicamente, prima di farlo empiricamente, le "ragioni" (principio della razionalità soggettiva) di una determinata condotta. L'aspetto problematico, in un certo senso la sfida, che caratterizza intrinsecamente questo disegno riguarda la documentata evidenza di una multiforme discontinuità tra le categorie sociologiche dell'intenzionalità e la produzione di atti (corsi di azione) che solo euristicamente, a volte poco persuasivamente, appare riconducibile a quelle categorie. Tutto accade - questo è esattamente il fuoco contemporaneo del dibattito sulla cosiddetta «filosofia della mente» - come se i corsi di azione fossero generati da processi che percorrono la mente e da essa scaturiscono, in modalità però a essa paradossalmente estranee. Estranee, talvolta alle sue proprietà teleologiche, talvolta alla coscienza, talvolta a entrambe queste istanze. Il libro, in questo senso, vuol essere una sfida nei confronti degli orientamenti naturalistici che, muovendo dalle evidenze alle quali guarda il paradigma della eterogenesi dei fini, si prefiggono di risolvere la dualità cartesiana nella sintesi eliminativista di un materialismo sostanzialmente monologico.
33,00

Cinema e filosofia. I grandi temi della filosofia «visti» sullo schermo

Angelo Mascherpa

Libro: Copertina morbida

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2022

pagine: 314

"Leggere" i film attraverso il filtro filosofico si ispira all'assunto aristotelico della maggior filosoficità della poesia, ovvero delle narrazioni mitiche (esprimenti l'universale), rispetto alla storia (rivolta al particolare). Infatti, se il mito, in quanto tende a rappresentare l'universale, è filosofico, anche il cinema, che è la moderna reincarnazione del mito, dev'essere filosofico. Una deduzione che è stata sperimentata positivamente dall'autore nella sua pluridecennale attività d'insegnamento nei licei, dalla quale sono scaturite le analisi di 45 film considerati nel volume e raggruppati in 12 grandi tematiche filosofiche. In ogni capitolo il pathos della drammatizzazione filmica e l'identificazione empatica con i protagonisti fungono da stimolo per l'esplicitazione dei concetti sottesi, spesso indipendenti dalla stessa volontà del regista, in virtù del fatto che i film in genere, condensando in un tempo di circa due ore un'intera vita o una significativa esperienza umana, finiscono inevitabilmente per affrontare le fondamentali problematiche dell'uomo. Spaziando su un arco di circa 80 anni della settima arte si possono così incontrare i grandi temi dell'uomo di fronte alla morte e al desiderio d'immortalità, del suo problematico rapporto con la tecnica, della conoscenza e dei meccanismi della mente, del bene e del male, del destino e della libertà, del potere e delle sue forme, dei rapporti tra linguaggio e mondo, tra memoria e identità, tra l'Io e l'Altro.
38,00

Vivere la miastenia. Ovvero come innamorarsi di una malattia

Roberta Ricciardi, Giovanni Paolo Fontana

Libro: Copertina morbida

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2022

Cos'è la miastenia e come si manifesta? Quante forme esistono e quali sono le terapie? Si può guarire? Il testo cerca di diffondere la conoscenza di questo "male oscuro", evidenziando anche le particolari problematiche vissute da chi ne viene colpito. Questo volume, in questa nuova edizione aggiornata, spera di riuscire a dare risposte alle tante domande che vengono fatte sulla miastenia. Vuole quindi contribuire a diffondere la conoscenza di questa ancora "misteriosa" malattia, spiegandola in modo accurato e dando indicazioni precise per cercare di evitare le molteplici problematiche vissute da chi ne viene colpito. Si propone anche di far conoscere sempre di più le tante ottime possibilità di cura per il raggiungimento del possibile stato di remissione o del comunque buon controllo della malattia con le giuste terapie.
22,00

Relazioni istituzionali & lobbying. Strumenti di management per public affairs

Giulio Di Giacomo

Libro: Copertina morbida

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2022

pagine: 184

I Public Affairs sono una disciplina di management innovativa, fondata su metodologie analitiche e tecniche relazionali. Ogni disciplina ha un prontuario di riferimento contenente strumenti e nozioni ordinate in modo semplice per facilitarne la consultazione e questo testo nasce con la precisa finalità di rendere immediatamente disponibili gli attrezzi del mestiere. Il lobbista assume un ruolo sempre più strategico nel dialogo tra pubblico e privato, ad ogni livello, e affinché la professione sia definitivamente riconosciuta e apprezzata è fondamentale che se ne vadano a connotare i tratti manageriali, caratterizzandoli con una formazione adeguata. Il successo dell'attività si basa sulle competenze del portatore di interessi e sulla sua efficacia: deve essere eliminata l'improvvisazione e va guadagnata la fiducia dell'interlocutore. Nel testo sono descritte anche le tecniche alla base dell'Advocacy e dei Digital Public Affairs che sono parte integrante di un modello evoluto di gestione diretta e indiretta della relazione. Il libro è rivolto a tutti coloro che sono chiamati a confrontarsi con le istituzioni, agli studenti universitari e dei corsi di management post-lauream.
25,00

Buonanotte. Esercizi per gestire e superare l'insonnia

Cristina Marzano, Antonella Montano

Libro: Copertina morbida

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2022

pagine: 72

Ti capita mai di trascorrere delle notti dormendo solo poche ore perché ti svegli e non riesci a riaddormentarti? O perché hai difficoltà di addormentamento nonostante la stanchezza e il desiderio di dormire? Può capitare a tutti di non riuscire a dormire in alcuni periodi della propria vita e, purtroppo, l'insonnia è un fenomeno molto più diffuso di quanto si pensi. Oltre agli interventi farmacologici esistono delle linee guida e delle strategie che possono, con il tempo, aiutare a migliorare il sonno sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo. Questo libro, pieno di consigli utili ed esercizi pratici, ti fornirà quelle strategie indispensabili per affrontare, gestire e superare l'insonnia.
13,00

Di vestiti non ne capisco nulla! Manuale per negozianti

Massimiliano Alvisi

Libro: Copertina morbida

editore: Franco Angeli

anno edizione: 2022

pagine: 152

Un testo un po' autobiografico e un po' scolastico, un po' manuale e un po' racconto, intitolato "Di vestiti non ne capisco nulla" perché ripercorre le tappe della vita e della carriera di Massimiliano Alvisi - imprenditore nella moda - dagli esordi a oggi, e ne esalta gli aspetti didattici. Il desiderio dell'autore è infatti quello di condividere e diffondere le lezioni pratiche che lui stesso ha imparato nei vent'anni trascorsi nel settore del fashion retail: dall'aspetto ludico a quello più statistico, dall'offline all'online per poter professionalizzare, modernizzare e potenziare un mestiere che oggi più che mai necessita di guide e buoni esempi.
19,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.