Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina
Iscriviti alla newsletter

Esculapio

Spazi topologici, metrici e di Alexandroff

Spazi topologici, metrici e di Alexandroff

Francesco D'Andrea, Luciano Amito Lomonaco

Libro: Libro in brossura

editore: Esculapio

anno edizione: 2023

pagine: 144

La topologia è quell'area della matematica che studia le proprietà degli oggetti geometrici che sono preservate in caso di deformazioni continue, ovverosia intuitivamente deformazioni ottenute senza “tagliare” o “incollare”. È un campo importante  della matematica moderna, intimamente legato all'analisi matematica, e con applicazioni in quasi ogni altro ramo della matematica. Questo testo è pensato come manuale compatto di topologia, scritto in modo da essere accessibile anche a studenti di corsi di laurea diversi da quello in matematica, come ad esempio fisica o ingegneria. La prima parte è dedicata alle nozioni di base di topologia generale, per finire con alcuni cenni sul gruppo fondamentale di uno spazio topologico. Nella seconda parte discutiamo le proprietà di topologie indotte da una (pseudo-)metrica. Questa parte include alcuni teoremi molto importanti in analisi, come ad esempio il teorema di Stone e i teoremi di Borel-Lebesgue e di Heine-Borel. L'ultima parte è dedicata alle topologie indotte da relazioni d'ordine (o più in generale da preordini): si tratta degli spazi detti di Alexandroff, che includono tutti gli spazi topologici finiti. Tale corrispondenza fra spazi di Alexandroff e preordini è la chiave di volta per l'utilizzo di metodi topologici nella teoria combinatoria degli insiemi parzialmente ordinati. Il libro si chiude con un teorema di classificazione di spazi topologici finiti.
22,00
S.C.I.M.MI.A. Saper Come Impostare al Meglio il MIglior Antimicrobico

S.C.I.M.MI.A. Saper Come Impostare al Meglio il MIglior Antimicrobico

Libro: Libro in brossura

editore: Esculapio

anno edizione: 2023

pagine: 384

Il fenomeno della resistenza dei microrganismi patogeni ai farmaci antimicrobici ha raggiunto negli ultimi anni una diffusione allarmante su scala mondiale. Nell'attuale contesto, l'ottimizzazione nell'utilizzo degli antibiotici è fondamentale sia per prevenire il fallimento clinico del trattamento, sia per limitare il più possibile la selezione di ceppi microbici resistenti. Il manuale S.C.I.M.M.I.A. (Sapere Come Impostare Meglio il Miglior Antibiotico) è il risultato di un progetto elaborato al fine di fornire a ogni medico uno strumento di facile consultazione che consenta di individuare rapidamente una terapia antimicrobica di elevata efficacia, “cucita su misura” ad ogni singolo paziente. I concetti fondamentali che sono alla base dell'approccio razionale alla chemioterapia antiinfettiva sono illustrati sinteticamente in una parte introduttiva. Di seguito, per ogni molecola antimicrobica (antibatterica, antifungina, antivirale e antiparassitaria) sono descritti lo spettro di attività, il profilo farmacocinetico e farmacodinamico, gli effetti collaterali, le interazioni farmacologiche, la posologia a seconda delle diverse indicazioni, le principali condizioni fisiopatologiche che possono alterare l'effetto terapeutico del farmaco e rendere necessarie variazioni di dosaggio.
35,00
Quesiti ed esercizi di geometria e algebra lineare

Quesiti ed esercizi di geometria e algebra lineare

Carlo Petronio

Libro: Libro in brossura

editore: Esculapio

anno edizione: 2023

pagine: 316

Questo volume offre prove d'esame di Algebra Lineare e di Geometria su tutti gli argomenti oggetto di tali insegnamenti presso i Corsi di Studio in Ingegneria. Vengono qui proposti, tutti con soluzione, quasi 1000 quesiti a risposta aperta e 200 esercizi suddivisi in punti. Per 120 quesiti e 40 esercizi è inoltre presente nel TextinCloud una spiegazione dettagliata della risposta o della soluzione, in forma scritta o videoregistrata visualizzabile cliccando l'esercizio stesso.
26,00
Esercizi di matematica generale

Esercizi di matematica generale

Loretta Mastroeni, Alessandro Mazzoccoli, Pierluigi Vellucci

Libro: Libro in brossura

editore: Esculapio

anno edizione: 2023

pagine: 224

Questo testo è stato appositamente concepito per gli studenti di corsi di laurea in economia e fornisce un supporto nello studio e nella comprensione dei principi matematici fondamentali necessari per affrontare con successo lo studio di argo- menti economici. Il libro tratta inizialmente la teoria degli insiemi, fornendo una base solida per la comprensione dei concetti matematici fondamentali. Nei capitoli che seguono vengono presentati esercizi sugli strumenti che porteranno ad affrontare lo studio completo di una funzione, strumento essenziale per modellare e analizzare fenomeni economici complessi. Particolare attenzione è dedicata alla teoria degli integrali, consentendo agli studenti di comprendere come calcolare l'area sottesa a una curva, concetto fondamentale per l'analisi economica e l'interpretazione dei dati. Il volume si conclude con esercizi inerenti la teoria dei sistemi lineari, che fornisce strumenti essenziali per la risoluzione di problemi complessi di ottimizzazione e assegnazione delle risorse. In ogni capitolo vengono presentati numerosi esercizi, dettagliatamente svolti, che coprono diverse tipologie di problemi, consentendo agli studenti di mettere in pratica le conoscenze acquisite a lezione. Inoltre, alla fine di ogni capitolo, sono presenti esercizi non svolti che offrono agli studenti l'opportunità di mettere alla prova le proprie competenze.
28,00
Esercizi di elettrotecnica

Esercizi di elettrotecnica

Giuseppe Chitarin, Michele Forzan, Francesco Gnesotto, Alvise Maschio, Emanuele Sartori, Piergiorgio Sonato

Libro: Libro in brossura

editore: Esculapio

anno edizione: 2023

pagine: 164

Questo testo di esercizi è destinato agli studenti universitari di Ingegneria che frequentano i corsi di studio non elettrici con indirizzo industriale-tecnologico e civile; esso è stato pensato come complemento del testo di teoria ELETTROTECNICA, vol. 1–Principi e vol. 2–Applicazioni, (G. Chitarin et al., Società Editrice Esculapio). Nel volume sono raccolti numerosi esempi, in parte desunti da temi d'esame, che coprono gli argomenti fondamentali trattati nel testo di teoria, con l'obiettivo di permettere allo studente, attraverso opportuni esempi, una migliore conoscenza della materia trattata teoricamente, nella convinzione che solo la familiarità con le applicazioni favorisce una piena comprensione dei vari aspetti di ogni problema, che spesso restano difficili da individuare alla luce di una trattazione in forma necessariamente sintetica della teoria. Il testo, quindi, è adatto non solo a quei corsi in cui è prevista una prova scritta, ma si presta altrettanto bene, nel corso delle lezioni, come supporto per esemplificazione degli enunciati teorici.
25,00
Fondamenti di meccanica delle strutture

Fondamenti di meccanica delle strutture

Alberto Carpinteri

Libro: Libro in brossura

editore: Esculapio

anno edizione: 2023

pagine: 400

La meccanica delle strutture è un campo dell'ingegneria civile e dell'ingegneria delle costruzioni che si occupa dell'analisi, della progettazione e del comportamento delle strutture, che possono essere elementi architettonici, ponti, edifici, torri, gallerie e altre opere di ingegneria che devono sopportare carichi e stress variabili. Questa disciplina si basa sulla meccanica dei solidi e delle strutture, utilizzando principi di fisica e matematica per comprendere come le strutture rispondono ai carichi e alle sollecitazioni. L'obiettivo principale è garantire che le strutture siano sicure, stabili e in grado di sopportare i carichi previsti durante la loro vita utile. Nell'ambito della meccanica delle strutture, vengono considerati diversi aspetti:Analisi delle strutture: Si tratta di determinare come una struttura reagirà sotto diversi carichi. Questo coinvolge l'applicazione di principi di statica e dinamica per calcolare sforzi, deformazioni, spostamenti e altri parametri di interesse.Progettazione delle strutture: Una volta compresa la risposta della struttura ai carichi, è possibile progettare la struttura stessa, scegliendo i materiali adeguati, le dimensioni degli elementi strutturali e altri dettagli per garantire che la struttura sia sicura, efficiente e duratura.Materiali strutturali: La scelta dei materiali gioca un ruolo cruciale nella meccanica delle strutture. Materiali come il calcestruzzo, l'acciaio, il legno e altri composti vengono selezionati in base alle loro proprietà meccaniche e alla loro idoneità per specifiche applicazioni.Carichi e sollecitazioni: Si studiano i vari tipi di carichi che agiscono sulle strutture, come carichi statici, carichi dinamici, carichi concentrati e distribuiti. L'obiettivo è comprendere come questi carichi influenzino la struttura e determinino le sollecitazioni interne.Comportamento elastico e plastico: Le strutture possono subire deformazioni elastiche (reversibili) e plastiche (permanent). La comprensione di come i materiali e le strutture si comportano durante queste deformazioni è essenziale per garantire la sicurezza delle costruzioni.Analisi agli elementi finiti: Un approccio computazionale utilizzato ampiamente nella meccanica delle strutture è l'analisi agli elementi finiti. Questo metodo scompone una struttura complessa in elementi più semplici e ne calcola il comportamento attraverso equazioni matematiche.Sismica e dinamica delle strutture: Questa area si concentra sull'analisi e sulla progettazione di strutture per resistere ai carichi sismici e alle forze dinamiche. In generale, la meccanica delle strutture si preoccupa di creare strutture sicure, efficienti ed economicamente vantaggiose, tenendo conto di diverse variabili come i carichi, i materiali, l'ambiente circostante e le normative di sicurezza.
38,00
Analisi 1. Esercizi + E

Analisi 1. Esercizi + E

Christian Migliavacca

Libro: Libro in brossura

editore: Esculapio

anno edizione: 2023

pagine: 264

Questo libro è destinato principalmente agli studenti delle facoltà di Ingegneria, ma potrebbe essere utile anche per altri corsi di laurea in cui l'Analisi Matematica riveste una parte significativa. I tre capitoli iniziali riguardano: cenni a calcolo combinatorio di base e principio d'induzione, numeri reali e complessi, funzioni. Segue un sostanzioso capitolo sui limiti (di funzioni e successioni), dove sono anche richiamati i cosiddetti limiti notevoli (viene anche discusso in dettaglio il limite che definisce il numero di Nepero). Per il calcolo dei limiti e per la determinazione di ordini d'infinito e infinitesimo si fa un forte uso del concetto di asintotico, dopo averlo introdotto e averne discusse le proprietà. I capitoli successivi vertono su continuità, derivate, studi di funzione, formula di Taylor, integrali (anche generalizzati) e serie numeriche. Il capitolo sulle serie numeriche ha la particolarità di contenere anche una parte di “teoria”, al fine di favorirne i collegamenti cogli esercizi. Per la maggioranza degli esercizi è riportata, in un capitolo finale separato, la soluzione sintetica o il risultato; per alcuni degli esercizi è stata inoltre scritta una soluzione dettagliata.
26,00
I trasformatori. Teoria ed esercizi. Per corsi di laurea in ingegneria

I trasformatori. Teoria ed esercizi. Per corsi di laurea in ingegneria

Mauro Andriollo, Andrea Tortella

Libro: Libro in brossura

editore: Esculapio

anno edizione: 2023

pagine: 224

In questo testo sono raccolti gli elementi di teoria sui trasformatori elettrici trattati nelle lezioni di Macchine Elettriche per il Corso di Laurea di Ingegneria dell'Energia dell'Università di Padova, mirando ad una sintesi tra approccio elettromagnetico e circuitale al fine di fornire gli strumenti di analisi essenziali e tenendo comunque conto dei fenomeni responsabili della non idealità del comportamento delle macchine elettriche reali nelle applicazioni pratiche (saturazione magnetica, fenomeni dissipativi). Gli esercizi svolti, inseriti al termine della trattazione dei vari argomenti, sono stati concepiti per dare concretezza e facilitare l'assimilazione dei contenuti teorici appena presentati. In appendice è inoltre acclusa un'ampia raccolta aggiornata di temi di esame il cui svolgimento è riportato nella versione on-line del testo, oltre al testo di numerosi esercizi da svolgere con i corrispondenti risultati.
28,00
Calcolo dei telai piani. Esempi ed esercizi

Calcolo dei telai piani. Esempi ed esercizi

Alberto Carpinteri, Giuseppe Lacidogna, Cecilia Surace

Libro: Libro in brossura

editore: Esculapio

anno edizione: 2023

pagine: 526

Il calcolo dei telai piani è una procedura utilizzata per determinare le reazioni, le forze interne e le deformazioni di un telaio strutturale soggetto a carichi esterni. Ci sono diverse metodologie e approcci che possono essere utilizzati per il calcolo dei telai piani, ma in generale, la procedura può essere suddivisa nei seguenti passaggi: Determinazione delle reazioni vincolari: Inizialmente, è necessario determinare le reazioni vincolari del telaio. Questo viene fatto considerando l'equilibrio delle forze e dei momenti applicati al telaio, tenendo conto delle condizioni di vincolo alle estremità del telaio. Creazione del diagramma dei momenti flettenti: Una volta determinate le reazioni vincolari, si procede con la creazione del diagramma dei momenti flettenti lungo il telaio. Questo diagramma rappresenta la distribuzione dei momenti interni lungo il telaio in risposta ai carichi applicati. Calcolo delle forze interne: Utilizzando il diagramma dei momenti flettenti, è possibile calcolare le forze interne nel telaio, come ad esempio gli sforzi normali e i tagli lungo gli elementi strutturali. Questo viene solitamente fatto utilizzando le equazioni dell'equilibrio e le relazioni tra le deformazioni e le forze interne. Determinazione delle deformazioni: Una volta note le forze interne, è possibile determinare le deformazioni del telaio. Questo viene fatto utilizzando le proprietà dei materiali e le relazioni tra le forze interne e le deformazioni, come ad esempio le leggi di Hooke per i materiali elastici. È importante notare che il calcolo dei telai piani può essere un processo complesso e richiede una buona comprensione della teoria strutturale e delle metodologie di analisi. Inoltre, l'uso di software di analisi strutturale può semplificare il processo di calcolo e consentire una valutazione più accurata delle prestazioni del telaio.
42,00
Lezioni di scienza delle costruzioni

Lezioni di scienza delle costruzioni

Michele Capurso

Libro: Libro in brossura

editore: Esculapio

anno edizione: 2023

pagine: 564

In questo volume sono raccolte le lezioni di Scienza delle Costruzioni da me svolte presso l'Università di Bologna nell'anno accademico 1970-71. Il testo può ritenersi essenzialmente suddiviso in quattro parti. La prima parte, svolta nel capitolo 1, ha carattere introduttivo e tratta sostanzialmente i problemi elementari dell'equilibrio dei sistemi di travi riguardati come corpi rigidi. Chiariti tali concetti preliminari, la seconda parte, svolta nei capitoli 2, 3, 4, tratta le questioni basilari dell'analisi dei mezzi deformabili che costituiscono la premessa indispensabile per una impostazione razionale dei problemi della Scienza delle Costruzioni. Il capitolo 2 è dedicato infatti all'analisi delle proprietà fondamentali dello stato di tensione in un mezzo continuo, il capitolo 3 all'analisi della deformazione ed il capitolo 4 al principio dei lavori virtuali che collega e compendia in sè i due aspetti duali precedentemente esaminati dell'equilibrio e della congruenza. Su tali basi, valide in generale per un qualunque mezzo continuo deformabile, la trattazione si rivolge poi all'aspetto particolare dei mezzi elastici lineari. La parte terza, comprensiva dei capitoli 5e 6, introduce infatti nel primo di tali capitoli i concetti fondamentali della teoria dei corpi elastici mentre nel secondo nemette a fuoco le limitazioni attraverso il confronto con i risultati sperimentali sui materiali di impiego più comune. Si perviene così alla formulazione dei criteri di sicurezza cui è necessario attenersi se si vuole mantenere come ipotesi di lavoro quella dell'elasticità lineare del materiale costituente il corpo. Acquisiti tali mezzi la parte quarta, suddivisa nei capitoli 7, 8, 9, 10, Il, rivolge essenzialmente la sua attenzione al problema della definizione dello stato di sforzo e di deformazione nelle travi e nei sistemi di travi in regime elastico lineare. Il capitolo 7 è infatti dedicato alla formulazione di base di taleproblema, dovuta al Saint Venant, che fornisce la premessa indispensabile su cui si fonda tutta la teoria delle travi intese come corpi snelli dotati di deformabilità elastica. A tale capitolo fanno seguito i capitoli 8, 9, 10, in cui i risultati di tale formulazione vengono applicati in concreto alla definizione dello stato di sforzo e di deformazione nei sistemi di travi staticamente determinati ed indeterminati. Chiude il volume il capitolo 11 che può considerarsi soltanto come una premessa elementare al complesso problema della stabilità dell'equilibrio elastico il cui rilievo è di vitale importanza nelle costruzioni snelle per la valutazione del coefficiente di sicurezza.
48,00
Calcolo delle strutture isostatiche. Esempi ed esercizi

Calcolo delle strutture isostatiche. Esempi ed esercizi

Alberto Carpinteri, Giuseppe Lacidogna, Marco Poggi

Libro: Libro in brossura

editore: Esculapio

anno edizione: 2023

pagine: 332

Le strutture isostatiche sono sistemi strutturali che presentano un numero di reazioni vincolari uguale al numero di equazioni di equilibrio statico. Ciò significa che tutte le componenti strutturali e le connessioni sono progettate in modo tale da impedire il movimento della struttura sotto l'azione dei carichi esterni. Le strutture isostatiche sono completamente stabili e determinate, il che significa che le reazioni vincolari e le forze interne possono essere calcolate in modo univoco utilizzando le equazioni dell'equilibrio statico. Alcuni esempi comuni di strutture isostatiche includono: Travi semplici: Una trave sostenuta da punti di appoggio a entrambe le estremità è un esempio di struttura isostatica. Le reazioni vincolari possono essere calcolate utilizzando l'equilibrio delle forze e dei momenti. Telai piano: Un telaio piano composto da elementi rettilinei congiunti da giunti rigidi è un esempio di struttura isostatica. Le reazioni vincolari possono essere determinate utilizzando le equazioni di equilibrio statico e le condizioni di compatibilità. Grondaie: Una grondaia sospesa da supporti ai lati è un esempio di struttura isostatica. Le reazioni vincolari possono essere calcolate considerando il peso della grondaia e gli eventuali carichi applicati su di essa. Archi: Un arco sostenuto da appoggi può essere considerato una struttura isostatica. Le reazioni vincolari possono essere determinate utilizzando le equazioni di equilibrio statico e le condizioni di compatibilità delle deformazioni.È importante notare che le strutture isostatiche rappresentano solo un caso ideale, in cui tutte le connessioni sono rigide e non si verificano deformazioni. Nella pratica, molte strutture reali sono più complesse e possono richiedere l'analisi di strutture iperstatiche o l'uso di metodi di analisi strutturale avanzati per tener conto delle deformazioni e delle connessioni flessibili.
32,00
Dinamica delle strutture

Dinamica delle strutture

Alberto Carpinteri

Libro: Libro in brossura

editore: Esculapio

anno edizione: 2023

pagine: 220

La dinamica delle strutture è una branca dell'ingegneria strutturale che si occupa dello studio del comportamento delle strutture sotto l'azione di carichi dinamici, come ad esempio le vibrazioni o le oscillazioni causate da terremoti, vento, traffico veicolare o altri eventi transitori. L'obiettivo principale della dinamica delle strutture è quello di analizzare e prevedere il comportamento delle strutture sotto carichi dinamici al fine di garantire la loro sicurezza e stabilità. Questo campo di studio è particolarmente importante per le strutture ad alta sensibilità alle vibrazioni, come i grattacieli, i ponti sospesi, le torri delle telecomunicazioni, le pale delle turbine eoliche e gli edifici con funzioni speciali come i laboratori scientifici o gli ospedali. La dinamica delle strutture si basa su principi fisici, matematici e computazionali per modellare e analizzare il comportamento dinamico delle strutture. Vengono utilizzate diverse tecniche, tra cui l'analisi modale, l'analisi del risposta in frequenza, l'analisi del tempo storico e l'analisi modale probabilistica. Durante l'analisi dinamica delle strutture, vengono determinati i modi di vibrazione, le frequenze naturali, gli spettri di risposta, gli sforzi dinamici e le deformazioni. Questi risultati consentono di valutare il comportamento strutturale, identificare le aree critiche soggette a stress eccessivi o rischio di cedimento, nonché progettare misure di mitigazione delle vibrazioni, come l'uso di ammortizzatori o smorzatori. La dinamica delle strutture è fondamentale per garantire la sicurezza delle strutture in presenza di carichi dinamici. Inoltre, è utilizzata per la progettazione di sistemi di isolamento sismico, la valutazione della risposta strutturale agli eventi sismici e la valutazione delle vibrazioni indotte dall'uomo.
24,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.