Il tuo browser non supporta JavaScript!

Edizioni Giuridiche Simone

I contratti della pubblica amministrazione

3^EDIZIONE

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni Giuridiche Simone

anno edizione: 2010

pagine: 288

Il volume traccia un percorso sintetico ma esaustivo dell'attività contrattuale della Pubblica Amministrazione, soffermandosi principalmente sulla disciplina dei cosiddetti contratti passivi (fra i quali gli appalti), regolati perlopiù dal Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture (D.Lgs. 163/2006). Di detto provvedimento si analizzano la genesi e l'evoluzione dei suoi contenuti scandita dalle numerose modifiche di cui il D.Lgs. 163/2006 è stato oggetto; tra quelle più significative segnaliamo: il D.Lgs. 104/2010, che ha trasposto le norme processuali in materia di affidamento dei contratti pubblici nel nuovo Codice del processo amministrativo; il D.Lgs. 53/2010, che ha recepito la direttiva ricorsi (n. 66/2007). Si dà conto inoltre delle novità recate dalla L. 136/2010 (Piano straordinario contro le mafie, nonché delega al Governo in materia di normativa antimafia) in tema di tracciabilità dei flussi finanziari relativi ai lavori, ai servizi e alle forniture pubblici. La chiarezza nell'esposizione degli argomenti trattati, la presenza di box di approfondimento e i riferimenti dottrinari e giurisprudenziali fanno del testo un valido supporto per coloro che devono affrontare un esame o un concorso.
16,00

Formulario del nuovo processo amministrativo commentato

Alessandro Cacciari

Libro

editore: Edizioni Giuridiche Simone

anno edizione: 2010

pagine: 480

Con il D.Lgs. 2 luglio 2010, n. 104, è stato approvato il Codice del processo amministrativo, che raccoglie tutte le norme in materia di contenzioso e introduce diverse innovazioni nel tessuto normativo preesistente, per realizzare una piena ed effettiva tutela delle posizioni giuridiche private. Il presente volume, proponendo gli schemi degli atti processuali fondamentali, fornisce una chiave di lettura organica del nuovo processo attraversandolo in tutte le sue fasi, spiegando gli istituti che di volta in volta vengono in rilievo e unendo al commento quella parte della giurisprudenza che potrà essere interessante anche sotto il vigore della nuova normativa. Per il suo carattere pratico il volume si rivolge ad avvocati e magistrati, ma per i concetti tesi a focalizzare i principali istituti, può essere utilizzato anche per la preparazione dei concorsi per l'accesso alla magistratura e per l'abilitazione forense.
48,00

Dizionario di storia del diritto medievale e moderno

Federico Del Giudice

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni Giuridiche Simone

anno edizione: 2010

pagine: 336

Quest'opera, contenente circa mille lemmi, rappresenta un agile supporto didattico che delinea i lemmi nodali che hanno caratterizzato, nel corso del tempo, il percorso giuridico e politico dei principali ordinamenti europei. Il Dizionario intende agevolare gli studenti universitari nella preparazione di quelle discipline specialistiche che presuppongono un ampio bagaglio di nozioni storiche, giuridiche e politiche, quali ad esempio: Storia del diritto medievale e moderno, Storia delle istituzioni politiche, Storia del diritto pubblico, Esegesi delle fonti del diritto italiano, Diritto Comune, Diritto Canonico, offrendo le opportune risposte ad eventuali dubbi sulle conoscenze interdisciplinari che possono affiorare durante la lettura dei manuali universitari. Il volume, dunque, presenta le principali notizie su istituti, fonti, protagonisti nonché sugli avvenimenti della storia del diritto sia in Italia che in Europa e che hanno costituito i prodromi di molte realtà giuridiche moderne e contemporanee. Completano l'opera una selezione di termini di diritto romano che presentano strette connessioni con il diritto attuale, nonché una puntuale scelta di lemmi essenziali di diritto comparato, che fanno da trait d'union tra il diritto italiano e quello vigente nei principali paesi dell'Unione europea.
18,00

Giuseppe Garibaldi

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni Giuridiche Simone

anno edizione: 2010

pagine: 96

Tra i principali protagonisti dell'Unità si erge la figura carismatica di Giuseppe Garibaldi, spirito geniale, fiero, leale, fantasioso, generoso, determinato e altruista, che mise al primo posto nella scala dei propri valori l'ideale di servire fedelmente la Patria, anteponendolo a qualsiasi interesse personale. Questo volumetto costituisce l'occasione per riscoprire l'animo e le idee di un grande paladino dell'uguaglianza tra gli uomini e tra i popoli. Il pensiero e le azioni del prode condottiero, convinto repubblicano, infatti, sono stati rivisitati e commentati da storiografi filo-monarchici, i quali si sono spesso limitati a "glissare" sul suo orientamento politico, evidenziando in prevalenza i tratti di un eroe popolare, semplice e idealista, straordinario ma ingenuo sognatore.
7,00

Giuseppe Mazzini

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni Giuridiche Simone

anno edizione: 2010

pagine: 64

Le componenti politiche risorgimentali che a partire dagli anni Venti dell'Ottocento lottarono per l'unificazione dell'Italia erano riconducibili sostanzialmente a due schieramenti: quello moderato e quello democratico. I moderati guardavano con interesse al Piemonte costituzionale di Carlo Alberto e Vittorio Emanuele II, e al suo maggiore statista: Camillo Benso di Cavour. Tra i democratici, la figura di maggiore spicco fu certamente Giuseppe Mazzini, forse il più importante ideologo dei movimenti patriottici italiani ed europei del suo tempo. Mazzini ricoprì cariche di governo soltanto nel 1849, come triumviro durante la brevissima e drammatica esperienza della Repubblica romana; la maggior parte della sua vita, invece, la trascorse in esilio, condannato a morte dal suo stesso governo, organizzando cospirazioni che non ebbero mai gli esiti sperati. Eppure, con il suo contributo teorico e con la sua attività di propaganda, realizzata anche attraverso un infaticabile impegno giornalistico, seppe infiammare e tenere sempre vivo l'entusiasmo per l'Italia unita.
7,00

Vittorio Emanuele II

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni Giuridiche Simone

anno edizione: 2010

pagine: 64

Il 18 febbraio 1861 fu convocato a Torino il primo Parlamento italiano. Il 17 marzo dello stesso anno, il nuovo Stato (formatosi in seguito alla cessione della Lombardia al Piemonte e ai plebisciti con i quali l'Emilia-Romagna, le province del Centro a esclusione del Lazio, e l'intero Meridione avevano accettato di confluire sotto Casa Savoia) assunse formalmente il nome di Regno d'Italia. Dopo tredici secoli, da quando le invasioni dei longobardi avevano avuto come effetto la spartizione della penisola, l'Italia tornava a essere politicamente unita e passava nelle mani di un unico sovrano: Vittorio Emanuele II di Savoia. Celebrato assieme a Garibaldi, Mazzini e Cavour come uno dei Padri della Patria, Vittorio Emanuele II ha avuto senza dubbio un ruolo di primo piano nel processo di unificazione nazionale. Non fece mancare il suo contributo alla causa della libertà e dell'indipendenza della nazione, distinguendosi sul campo di battaglia per valore e determinazione ogni qualvolta le circostanze lo richiedessero.
7,00

Camillo Benso conte di Cavour

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni Giuridiche Simone

anno edizione: 2010

pagine: 80

Camillo Benso, conte di Cavour, è stato uno dei più grandi statisti italiani dell'Ottocento, il ministro che ha portato il piccolo Regno di Sardegna a dialogare con le maggiori potenze europee, l'uomo che più di ogni altro ha saputo scandire le tappe che hanno segnato gli anni del Risorgimento. Il suo impegno politico cominciò tardi, solo alle soglie dei quarant'anni, con un incarico di deputato nel Parlamento piemontese; tuttavia, grazie alla sua opera di mediatore, al suo istinto e all'intelligenza che univa amore per il rischio e gusto del calcolo, contribuì in modo decisivo a far nascere la nuova Italia. Per questo aristocratico piemontese, la "questione italiana" si sarebbe potuta risolvere solo con una forte guida politica, e quella guida, secondo lui, spettava alle élites del Regno di Sardegna e al suo re, Vittorio Emanuele II. All'inizio della sua azione di governo, assecondò l'ambizione di Casa Savoia ad allargare i propri possedimenti alla Lombardia e al Veneto (quest'opzione non prevedeva alcun coinvolgimento dello Stato piemontese nel processo di unificazione nazionale) e più d'una volta espresse le sue personali riserve sulla possibilità di creare un unico Stato italiano. Ma la più grande qualità politica di Cavour era la versatilità: capiva rapidamente dove "soffiava il vento" e riusciva a orientare le sue azioni alle novità.
7,00

Storia del diritto medievale e moderno

Graziano Paradisi

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni Giuridiche Simone

anno edizione: 2010

pagine: 368

Questa terza edizione del manuale di Storia del Diritto Medievale e Moderno offre una esaustiva panoramica delle principali trasformazioni degli ordinamenti presenti sulla penisola e in Europa dalla caduta dell'Impero romano d'Occidente (476 d.C.) all'entrata in vigore delle Carte costituzionali. Il testo colloca l'evoluzione delle forme del diritto nel più generale contesto storico, sociale ed economico della civiltà europea. Così il particolarismo medievale, il rinascimento giuridico, la lunga strada verso le codificazioni ottocentesche e l'affermazione dei diritti dell'uomo, sanciti a partire dal XVIII secolo, vengono inquadrati nella più generale vicenda delle istituzioni politiche, laiche ed ecclesiastiche, nonché con i progressi della società. Particolare attenzione viene data ai processi che hanno determinato la nascita e l'affermazione dello Stato contemporaneo, in considerazione dell'influenza che esso ha avuto nella creazione degli ordinamenti giuridici attuali, non ultimo quello dell'Unione europea. Completa l'opera un Dizionario biografico, che traccia i profili dei principali protagonisti della storia giuridica italiana ed europea. Il volume costituisce dunque un utile strumento sia per gli studenti che si accingono a sostenere l'esame di Storia del diritto italiano, Storia della Costituzioni moderne, Storia delle codificazioni, Storia delle istituzioni politiche, sia per tutti coloro i quali vogliano avvicinare per la prima volta la storia del fenomeno giuridico.
20,00

Scienza politica

SIMONE

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni Giuridiche Simone

anno edizione: 2010

pagine: 192

La "crisi della rappresentanza politica" investe il mondo intero "sfigurando" la forma di governo "mondiale" oltre che quella "sovranazionale" e "nazionale". I Paesi del G8 o del G20 privi di qualsivoglia mandato da parte del "resto del mondo" decidono liberamente e indistintamente delle sorti dello stesso; la stessa Unione europea impone i suoi dictat con un acclarato deficit di rappresentanza. Per non parlare del sistema adottato in alcuni Stati, soprattutto l'Italia, in cui la rappresentanza politica, di fronte alla "prepotenza" della "dittatura della maggioranza" è ridotta a un mero ectoplasma. Così lo strapotere dei leaders e delle segreterie, l'introduzione delle liste bloccate, i premi di maggioranza, la scelta dei Ministri per "favore politico", la "nomina" e non l'"elezione" dei parlamentari, e tanto altro "fango", soprattutto mediatico, hanno seppellito la volontà politica del "rappresentato" (il popolo) e depotenziato la figura del "rappresentante", sempre più servo fedele del potere (democraticamente?) costituito. Occorre cambiare al più presto questo stato di cose, partendo dalla legge elettorale e dal sistema dei partiti, rendendo la prima più rappresentativa e il secondo più partecipativo. La stessa valorizzazione delle autonomie locali non può ridursi al solo federalismo fiscale, ma deve condurre all'autonomismo responsabile.
9,00

Sociologia dell'organizzazione. Genesi storica della disciplina. Principali autori e modelli d'analisi. Concetti e definizioni di base

AAVV

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni Giuridiche Simone

anno edizione: 2010

pagine: 128

Questo testo costituisce uno strumento efficace per orientarsi nell'insieme di contributi teorici presenti nel quadro, di per sé vastissimo, degli studi sulle organizzazioni. La teoria dell'organizzazione, inaugurata inizialmente in campo economico, si è avvalsa dell'apporto di numerose discipline, che vanno dall'ingegneria alla psicologia, all'antropologia, alla biologia alla semiotica, alla teoria letteraria. Il motivo di questa ricchezza di contributi risiede nell'ampiezza del fenomeno organizzativo, che coinvolge ambienti dotati di un alto grado di istituzionalizzazione (come nell'azienda economica, nella compagine statale, negli enti di istruzione) nonché contesti dai contorni più incerti e instabili (come la famiglia, la società, la cultura). La ricchezza e la varietà dei contributi teorici offerti all'analisi dei fenomeni organizzativi ne rende estremamente ardua la sistemazione teorica. A tale riguardo, questo testo predilige una strutturazione di carattere cronologico (al fine di tener presente lo sviluppo storico di quest'ordine di studi e fare il punto sulle tendenze attuali) e al contempo cerca, nell'ambito dei vari raggruppamenti storici, di presentare i diversi contributi in ordine di continuità dal punto di vista tematico. Nella parte conclusiva del volume vengono infine presentati i concetti considerati basilari nell'attuale sviluppo delle teorie organizzative.
8,00

Sociologia economica. Concetti e definizioni di base. Genesi storica dei più noti modelli interpretativi. Contributi e opere dei principali teorici della disciplina

AAVV

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni Giuridiche Simone

anno edizione: 2010

pagine: 128

Questa sintesi si rivolge agli studenti delle Facoltà di Sociologia e di Facoltà affini (Scienze politiche, Economia e Commercio) e, più in generale, a chiunque sia interessato agli aspetti economico-politici delle società contemporanee interpretati in chiave sociologica. L'obiettivo del testo è di consentire allo studente di seguire le articolazioni storiche che stanno alla base dei modelli interpretativi utilizzati da questo settore specifico della sociologia e di comprendere contestualmente, in un'ottica interdisciplinare, gli elementi più rilevanti della riflessione sullo sviluppo e sulle trasformazioni delle principali teorie economiche del Novecento. Il volumetto affronta, in forma non tecnicistica ma rigorosa, tutte le questioni di fondo della sociologia economica: i concetti e le definizioni di base della disciplina; i richiami alle teorie degli economisti classici; le origini dell'economia politica; l'analisi delle opere dei maggiori protagonisti della sociologia generale ed economica tra Ottocento e Novecento (Smith, Marx, Simmel, Sombart, Weber, Durkheim, Veblen, Polanyi, Schumpeter); l'ascesa e il declino della rivoluzione keynesiana; le più recenti teorie della modernizzazione e, infine, le trasformazioni dei modelli fordista e taylorista e le caratteristiche della società globalizzata. Costante è nel testo l'intreccio tra aspetti teorici ed esemplificazioni storiche. Chiude il volume un breve glossario dedicato ai principali termini delle scienze sociali.
8,00

Storia delle religioni. Le religioni politeiste del mondo antico. Le grandi religioni monoteistiche. Le religioni della liberazione e dell'immortalità

AAVV

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni Giuridiche Simone

anno edizione: 2010

pagine: 160

La storia delle religioni è un campo di studi talmente vasto, che risulta difficile compendiarlo in un numero ragionevole di pagine, senza trascurare argomenti importanti. Infatti, oltre alle religioni attualmente professate sul pianeta (diciotto soltanto le più diffuse, secondo gli esperti), una storia delle religioni non può prescindere dal riferimento alla dimensione magica che ha caratterizzato il rapporto dell'uomo con la divinità in epoca primitiva e poi ai culti politeisti delle prime civiltà della storia. Questo testo spazia in maniera comparativa tra le culture religiose antiche e moderne, dividendole in tre categorie: le religioni politeiste del mondo antico, le grandi religioni monoteistiche (ebraismo, cristianesimo e islam), le culture orientali della liberazione e dell'immortalità (induismo, buddhismo, confucianesimo, taoismo, shintoismo). L'analisi del fenomeno religioso in sé, nelle sue valenze antropologiche, sociologiche, psicologiche e filosofiche viene condotta parallelamente alla conoscenza dei percorsi storici delle varie religioni e all'analisi dei rispettivi testi sacri, oltre che alla descrizione degli aspetti rituali e mitologici di ciascuna.
9,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento