Il tuo browser non supporta JavaScript!

Edizioni Alegre

Nuova rivista letteraria

Libro

editore: Edizioni Alegre

anno edizione: 2011

10,00

Un'altra storia. Una conversazione sul Novecento

Tariq Ali, Oliver Stone

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni Alegre

anno edizione: 2011

pagine: 101

"La guerra del Vietnam ha giocato un ruolo importante nella formazione della posizione radicale di Stone rispetto al proprio paese. Una delle scene che colpiscono di più, lunga quasi dieci minuti, nel film JFK rappresenta un duetto in stile televisivo: Jim Garrison (Kevin Costner) e un funzionario dei servizi segreti non identificato (Donald Sutherland) parlano sulla riva del fiume Potomac a Washington DC, e discutono su chi abbia ucciso Kennedy. Il personaggio interpretato da Sutherland collega l'uccisione del presidente alla sua decisione di ritirare le truppe americane dal Vietnam, alcuni mesi prima [...]. Il rifiuto di Stone di accettare le "verità" dell'establishment è l'aspetto più importante della sua filmografia. Può darsi che a volte si sbagli, ma ha sempre sfidato le versioni imperiali". Con queste parole lo scrittore britannico di origini pakistane Tariq Ali descrive il regista americano che lo ha intervistato lavorando al documentario di 12 ore in uscita nel 2012: "The untold history of the United States". I due ingaggiano una suggestiva conversazione sulla storia, alternando domande e risposte sull'ascesa e il declino degli Stati Uniti nel XX secolo, sulla parabola del "secolo breve", sul significato del Novecento, delle sue guerre, delle sue rivoluzioni, delle sue degenerazioni. Il risultato è un libro provocatorio, sicuramente destinato a suscitare dibattito e polemiche.
14,00

Una lenta impazienza

Daniel Bensaïd

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni Alegre

anno edizione: 2011

pagine: 505

"Questo libro non è un romanzo. È tuttavia un testo di apprendistato -apprendistato della pazienza e della lentezza - ovviamente incompiuto. Non ha altra ambizione se non quella di ripercorrere un itinerario militante e intellettuale, dopo il disastro dello stalinismo, nell'epoca dell'apoteosi del mercato, quando i geroglifici della modernità espongono in piena luce i loro segreti. Non si tratta né di un'autobiografia, né di memorie. Come quelle, tenere e puntigliose, di Cadichon, le uniche memorie che valgano sarebbero, all'occorrenza, quelle di un asino. Si tratta piuttosto di una semplice testimonianza, per aiutare a capire quello che abbiamo fatto e che cosa vogliamo". Con queste parole il filosofo marxista Daniel Bensaïd, tra i leader del Maggio '68 francese, descrive la propria opera. L'affresco appassionato e brillante di un itinerario ricco di aneddoti, di ricordi personali, di riflessioni cruciali in una storia che ripercorre gli anni Settanta, le rivolte giovanili, i movimenti latinoamericani, le organizzazioni della sinistra antistalinista. Contro la malafede che assicura che il mondo va bene e non va cambiato, contro la rassegnazione che sussurra che la disuguaglianza è naturale ed eterna, rivendica di "aver avuto ragione ad avere torto", e di pensare, contropelo, che questo mondo possa ancora cambiare.
22,00

Tunisian girl. La rivoluzione vista da un blog

Leena B. Mhenni

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni Alegre

anno edizione: 2011

pagine: 45

Quella tunisina è stata la prima rivoluzione della storia con un ruolo rilevante della controinformazione diffusa attraverso la rete, i blog, i social network. La giovane Leena Ben Mhenni, con il suo blog Tunisian Girl, è stata una delle fonti principali di notizie e informazioni per i giornalisti all'estero, diventando una delle più coraggiose protagoniste della battaglia contro Ben Ali, il dittatore tunisino. Battaglia virtuale, con cyberattivisti, cyberpirati, cybersbirri, ma anche battaglia vera, con morti, arresti, sacrifici. Fino a quel 14 gennaio, quando finalmente il tiranno, che ha beneficiato della compiacenza criminale del mondo occidentale, degagé, se ne va. Mentre ex ministri arabi e occidentali blaterano senza vergogna della "primavera araba", questo libricino dà conto del ruolo innegabile della generazione di Facebook nel percorso per la conquista di un mondo senza censura, senza violenza, senza tortura.
5,00

Debitocrazia. Come e perché non pagare il debito pubblico

Damien Millet, Eric Toussaint

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni Alegre

anno edizione: 2011

pagine: 173

Il mondo vive la più grave crisi economica e finanziaria dal 1929. Con l'esplosione della crisi dei titoli tossici e il conseguente salvataggio delle banche, gli Stati dei paesi più industrializzati hanno accresciuto a dismisura il proprio debito e cominciato ad adottare i piani di aggiustamento strutturale che negli anni Ottanta furono imposti ai paesi del Sud del mondo. Una fase di austerità colpisce in profondità l'Europa e gli Stati Uniti, e l'Italia ne viene travolta in modo particolare. Il rischio di default, del fallimento degli Stati, ritorna prepotentemente sulla scena pubblica con effetti sociali devastanti: disoccupazione di massa, riduzioni dei salari, tagli profondi ai servizi sociali, rimessa in discussione del sistema pensionistico, privatizzazioni e stretta democratica. Una fase storica si chiude e un'altra, densa di incognite, sta per aprirsi. Questo libro racconta in modo agile e comprensibile i meccanismi che hanno prodotto tale situazione, i casi più eclatanti, come quello greco o islandese, e avanza una proposta dirompente: la sospensione del pagamento del debito e l'istituzione di una Commissione di audit pubblico per stabilire la legittimità o meno del debito per annullarre quello illegittimo. Il libro è frutto del lavoro e degli studi del Comitato per l'annullamento del debito al terzo mondo (Cadtm). Uno dei suoi curatori, Eric Toussaint, è noto ai lettori italiani per i suoi interventi in trasmissioni come "Report" o "L'Infedele".
15,00

Sorci verdi

Libro

editore: Edizioni Alegre

anno edizione: 2011

pagine: 160

14,00

La normale eccezione. Lotte migranti in Italia. La gru di Brescia, lo sciopero del primo marzo, la tendopoli di Manduria

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni Alegre

anno edizione: 2011

pagine: 107

Tre episodi di lotta dei migranti (lo sciopero del primo marzo, la lunga lotta sopra e sotto la gru di Brescia e la ribellione nella tendopoli di Manduria) tra i più rilevanti nel nostro paese. Episodi non isolati da cui trarre insegnamenti che stupiscono solo chi ancora considera i migranti come vittime silenziose, ospiti transitori o oggetti culturali. Analizzando la composizione del lavoro migrante, le forme organizzative che assumono i conflitti, il loro rapporto con i sindacati, si evince quanto sia sbagliato ridurre i migranti a semplici utenti di servizi legali o invocare astrattamente l'unità con i lavoratori nativi. Tutte le leggi sull'immigrazione varate in Italia negli ultimi vent'anni hanno consolidato il principio che il permesso di soggiorno sia legato al contratto di lavoro, assegnando un potere incontrollabile agli imprenditori che assumono il ruolo di "regolatori dei diritti di cittadinanza". Questo aspetto più di altri è un tratto specifico della condizione migrante, che dimostra di richiedere un ambito autonomo di presa di coscienza e di autorganizzazione.
13,00

Capitalismo tossico. Crisi della competizione e modelli alternativi

Marco Bertorello, Danilo Corradi

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni Alegre

anno edizione: 2011

pagine: 187

I "titoli tossici", alla base dell'esplosione della crisi economica internazionale, sono solo la punta dell'iceberg di un capitalismo malato. Andando oltre le interpretazioni prevalenti, che individuano in fattori superficiali e contingenti le cause della crisi, il libro di Bertorello e Corradi prova a riflettere sulle ragioni strutturali, proponendo una carrellata dei vari tentativi di uscita, rivelatisi inefficaci o controproducenti, messi in atto a livello globale, comprese le proposte neokeynesiane. Consapevoli che la crisi del capitalismo non significa la sua morte, gli autori rovesciano l'idea secondo cui l'economia ha le sue leggi naturali, sottolineando la natura umana di questo sistema sociale, e quindi i soggetti che potrebbero trasformarlo, in primo luogo i lavoratori e le lavoratrici. Di fronte a crisi strutturali e cicliche occorre uscire dal capitalismo ma per farlo bisogna bloccare la progressiva messa in concorrenza di settori crescenti dell'umanità, superando l'idea della propensione del genere umano alla competizione per arrivare alla de-competitività del sistema, reinventando luoghi non privati, de-mercificati. Postfazione di Riccardo Bellofiore.
16,00

Nuova rivista letteraria

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni Alegre

anno edizione: 2011

pagine: 88

Questo numero include interventi di: Stefano Tassinari, Bruno Arpaia, Alberto Sebastiani, Stefano Colangelo, Silvia Albertazzi, Marco Baliani, Wu Ming 1, Maria Rosa Cutrufelli, Giuseppe Ciarallo, Marcello Fois, Michael Becker, Dunja Badnjevic, Pino Cacucci, Giampiero Rigosi, Agostino Giordano, Paolo Vachino, Alberto Bertoni, Guido Caldiron, Carmen Licari.
10,00

Le mani sulla città

Daniele Nalbone, Paolo Berdini

Libro

editore: Edizioni Alegre

anno edizione: 2011

pagine: 144

14,00
22,00

Trame calzanti

Libro: Copertina morbida

editore: Edizioni Alegre

anno edizione: 2010

pagine: 201

Le scarpe hanno rappresentato sempre una straordinaria fonte di ispirazione per la letteratura. Appartengono infatti a una dimensione culturale, come testimoniato dalle realizzazioni di tanti artigiani e stilisti. Le scarpe ci accompagnano sin da piccoli. Sono le protagoniste di fiabe e leggende che risuonano nella nostra fantasia anche da adulti: II gatto con gli stivali, Cenerentola, Gli stivali delle sette leghe... E allora perché non continuare il gioco? Perché non chiedere ad alcuni scrittori affermati di prendere carta e penna e lasciarsi guidare proprio dalla scarpa facendone lo spunto narrativo per un loro racconto? Questo il senso di "Trame calzanti" otto scrittori per otto racconti, accompagnati ciascuno da una illustrazione d'autore, hanno accettato la "sfida" descrivendo fantasie e racconti di realismo, nuove Cenerentole e stivali magici, rivolte immaginarie presentandoci spesso personaggi inquieti, alla ricerca di una loro personale felicità. Una operazione culturale a tratti divertente, certamente affascinante, realizzata grazie al Gruppo Giovani dell'Anci, l'Associazione dei calzaturieri italiani.
15,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo avviso, navigando in questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Acconsento