Il tuo browser non supporta JavaScript!

Cue Press

La fine del mondo: una vita in serie

Paolo Puppa

Libro: Copertina morbida

editore: Cue Press

anno edizione: 2022

pagine: 86

Brevi monologhi, dialoghi interrotti, frammenti 'apocalittici': al centro di questa raccolta di scritti teatrali e narrativi vi è la parola. Parola che non è, tuttavia, mezzo di comunicazione, ma, al contrario, nell'epoca dei social e dell'infodemia, diviene mera elucubrazione solipsistica, in cui le tante voci che animano simili schegge drammaturgiche si specchiano. Una galleria di personaggi di diversa età, estrazione sociale e culturale, tutti accomunati dal «mormorio dell'Ego», rumore di sottofondo che ne fagocita le esistenze, e che costituisce il filo conduttore di questa angosciosa satira del presente, un mondo giunto alla fine, la cui agonia è accompagnata da una prospettiva disperatamente narcisistica.
19,99

Contro il mal occhio. Polemiche di teatro 1977-97

Ferdinando Taviani

Libro: Copertina morbida

editore: Cue Press

anno edizione: 2022

pagine: 182

«La materia di questo libro è la polemica - ha scritto Ferdinando Taviani - ma il suo tema vorrebbe essere la grandezza del teatro». Il volume raccoglie scritti che coprono l'arco temporale dal 1977 al 1997, e vanno dalla riflessione storica all'occasione offerta dalla cronaca. L'orizzonte è quello del teatro nel suo complesso, alla fine di un secolo decisivo come il ventesimo: il suo destino, la sua crisi, la necessità di scegliere se essere arte di minoranza o arte "minorata" dai mass media.
25,99

Quaderni di regia e testi riveduti. Finale di partita

Samuel Beckett

Libro: Copertina morbida

editore: Cue Press

anno edizione: 2022

pagine: 288

Nel 1967, a dieci anni dal debutto di Finale di partita al Royal Court Theatre di Londra, sotto la direzione di Roger Blin, Samuel Beckett decide di assumere in prima persona le redini della regia, portando in scena il testo allo Schiller Theater di Berlino, replicando tale esperienza, più tardi, nel 1980, ai Riverside Studios di Londra. Questi due episodi divengono per Beckett le occasioni per ritornare sul testo di Finale di partita e rinnovarne molti punti alla luce della messa in scena: attraverso i suoi quaderni di regia, qui tradotti e pubblicati per la prima volta in Italia, emerge infatti un minuzioso lavoro di cesellatura che restituisce agli occhi del lettore il processo creativo di Beckett e la sua visione della regia teatrale. Il volume comprende la versione 'finale' del testo di Finale di partita, riveduto e approvato da Beckett, e i quaderni di regia, integralmente riprodotti in copia anastatica.
49,99

Nel nome di Dioniso. Vita teatrale nell'Atene classica

Umberto Albini

Libro: Copertina morbida

editore: Cue Press

anno edizione: 2022

pagine: 312

Rispetto a quello che comunemente si definisce «teatro greco», esistono due prospettive di studio: da una parte l'analisi dell'«edificio teatrale», ovvero maschere, costumi, il rapporto tra attore e spettatori, dall'altra i testi letterari, quel corpus di tragedie e commedie che hanno reso immortale la tradizione del teatro classico. Mettendo in relazione la parte pratica dell'organizzazione della macchina teatrale antica con i testi dei suoi autori più rappresentativi (da Eschilo a Menandro), Umberto Albini consegna con ironia e originalità, una panoramica a tutto tondo, storica, tecnica e letteraria del teatro greco, non lesinando di sottolineare suggestive influenze e relazioni con il teatro moderno.
35,99

Dizionario del teatro

Patrice Pavis

Libro: Copertina morbida

editore: Cue Press

anno edizione: 2022

pagine: 520

Immaginato come indispensabile vocabolario della terminologia teatrale, il Dizionario del teatro di Patrice Pavis, arricchito nella presente edizione di numerosi nuovi lemmi e aggiornamenti, costituisce oramai un classico degli studi teatrali. Accanto alle teorie e alle questioni strettamente legate alla drammaturgia, lo sguardo dell'autore sa estendersi anche alla semiologia, all'antropologia, all'estetica, all'ermeneutica, fino a toccare temi centrali della contemporaneità come il rapporto tra il teatro e i media e la tecnologia, assicurando al volume una forte connotazione interdisciplinare e interculturale, qualità propria di ogni opera che aspira a essere «enciclopedica».
55,99

Riso alla greca. Aristofane o la fabbrica del comico

Umberto Albini

Libro: Copertina morbida

editore: Cue Press

anno edizione: 2022

pagine: 114

Alle origini del comico c'è Aristofane. Le indagini dei critici e degli studiosi hanno illuminato molti aspetti della sua opera, da quelli letterari e filosofici a quelli politici, sociali e di costume. Hanno però prestato scarsa attenzione agli accorgimenti spettacolari, alle soluzioni comiche, alle eterogenee invenzioni verbali che hanno fatto delle commedie dell'artista ateniese un'irresistibile fonte di riso. Coniugando il rigore critico e la conoscenza dei meccanismi del teatro antico e moderno, Umberto Albini individua nei lavori di Aristofane il linguaggio e le strutture sceniche adottate per divertire un pubblico esigente e quanto mai vario, ricostruendo un esauriente ritratto della sua opera e dei suoi stilemi.
24,99

Quaderni di regia e testi riveduti. Aspettando Godot

Samuel Beckett

Libro: Copertina morbida

editore: Cue Press

anno edizione: 2021

pagine: 454

"Nel 1975, a ventidue anni dalla prima assoluta parigina di 'En attendant Godot', Samuel Beckett ritorna sul testo che lo ha reso famoso, per realizzare una sua regia in lingua tedesca, allo Schiller Theater di Berlino. Con oltre un ventennio di esperienza alle spalle, Beckett decide di 'dare forma alla confusione' del testo originale. Inizia una profonda revisione drammaturgica e un percorso registico, minuziosamente documentati nel testo riveduto e nel quaderno di regia, qui tradotti e pubblicati per la prima volta in Italia. Ne emerge il quadro di un processo creativo intensissimo, in cui il sapere e l'istinto di teatrante puro di Beckett producono, da una parte, una drammaturgia visiva potente e coerente e, dall'altra, una versione di 'Aspettando Godot' qualitativamente diversa dall'originale francese. Il quaderno di regia è integralmente riprodotto in copia anastatica all'interno del volume."
54,99

Un grande avvenire dietro le spalle. Vita, amori e miracoli di un mattatore narrati da lui stesso

Vittorio Gassman

Libro: Copertina morbida

editore: Cue Press

anno edizione: 2021

pagine: 182

Autentica incarnazione del mattatore quale artista in grado di assumere mille ruoli e volti, in queste pagine Vittorio Gassman si mette a nudo, ripercorrendo con grande ironia e acuta sensibilità la parabola della propria vita artistica e privata. Dalle tenerezze e dai dolori dell'infanzia, all'esplosione artistica, prima nel teatro e poi quale stella del cinema internazionale, fino ai complessi rapporti affettivi e familiari, il racconto di Gassman non può essere relegato a mera autobiografia, ma, come un monologo declamato da un abile attore, una sapiente alternanza di innumerevoli stili: dialogo, l'auto-intervista, la poesia, la lettera, il catalogo, l'invettiva. Quasi mattatore anche nell'arte della scrittura: - Troppo artista per non alzare continuamente di fronte a sé un'asticella, consapevole che il flusso dei ricordi, di per sé, non è che una premessa e una tentazione di pigrizia. (Emanuele Trevi)
24,99

Esotici, erotici, psicotici. Il peggio degli anni Settanta in 120 film

Renato Palazzi

Libro: Copertina morbida

editore: Cue Press

anno edizione: 2021

pagine: 156

Inviato dal «Corriere della Sera» tra il 1974 e il 1978 per recensire il peggio delle uscite cinematografiche del momento, Renato Palazzi coglie l'occasione non solo per demolire il filone del cinema trash, reo di riprodurre una «mezza misura ammiccante e sudaticcia, da buco della serratura, un po' peccaminosa e un po' parrocchiale, che non aveva nulla a che fare con l'autentica pornografia, per la quale è comunque necessario un certo ingegno», ma anche di riflettere intorno al rapporto tra mero intrattenimento e cultura di massa. Dalle tiepide sconcezze di Emanuelle, passando per melense pellicole come Il venditore di palloncini, fino ai finti pugni da spaghetti-western di Cipolla Colt, il volume riunisce una serie di brillanti e ironiche recensioni dei «filmacci» italiani e stranieri più iconici degli anni Settanta.
24,99

Breve storia del teatro sociale in Italia

Giulia Innocenti Malini

Libro: Copertina morbida

editore: Cue Press

anno edizione: 2021

pagine: 126

Il teatro sociale in Italia raccoglie molteplici esperienze sviluppate e diffuse negli ultimi quarant'anni. La fenomenologia di queste pratiche artistiche e culturali, finalizzate a obiettivi sociali, risulta estremamente varia. Tutto ciò che compone l'esperienza teatrale e performativa trova espressioni plurali nell'ampio spettro del teatro sociale, mantenendo però uno stretto riferimento a tre dimensioni trasversali: la partecipazione diretta al fatto teatrale, l'evoluzione dei soggetti (da singoli individui a piccoli gruppi, fino a comunità e sistemi organizzati) e la produzione artistica e culturale. Il volume propone alcuni snodi storici che analizzano lo sviluppo del teatro sociale in Italia: dalle esperienze di rinnovamento degli anni Cinquanta e Sessanta, passando per una fase 'carsica', in cui tali attività si mescolano con forme di teatro applicato e di intervento educativo e sociale, fino agli anni Novanta e Duemila, quando il teatro sociale viene ricondotto all'applied theatre, configurandosi a pieno titolo tra le forme della teatralità contemporanea.
22,99

Teatro: Bancarotta-La fidanzata povera-Due mariti per Avdot'ja-Un buon posto-Il temporale-Cuore ardente

Aleksandr N. Ostrovskij

Libro: Copertina morbida

editore: Cue Press

anno edizione: 2021

pagine: 322

Un'ampia raccolta di testi teatrali del più grande drammaturgo russo dell'Ottocento. Ostrovskij, autore di più di cinquanta testi rimane, a tutt'oggi, l'autore più rappresentato in Russia. A lui si devono drammi sociali e storici, commedie, fiabe. Nei suoi lavori si rispecchia l'evoluzione della società russa dagli anni Cinquanta agli anni Ottanta dell'Ottocento, anni fondamentali per l'impero zarista, con l'abolizione della servitù della gleba, la sempre più ampia affermazione della classe mercantile, l'avvento di nuove generazioni di speculatori e sfruttatori che si affermano grazie all'arretratezza della società. La classe mercantile viene descritta come la classe più violenta, prepotente, oscurantista; contro i mercanti spesso si ergono figure femminili che, pur schiacciate dall'intolleranza dell'ambiente sociale in cui vivono, rivendicano una loro purezza e una loro forza interiore.
29,99

Teatro: Il bosco-I lupi e pecore-Una ragazza senza dote-Un'attrice di talento-Colpevoli senza colpa. Volume 2

Aleksandr N. Ostrovskij

Libro: Copertina morbida

editore: Cue Press

anno edizione: 2021

pagine: 294

Un'ampia raccolta di testi teatrali del più grande drammaturgo russo dell'Ottocento. Ostrovskij, autore di più di cinquanta testi rimane, a tutt'oggi, l'autore più rappresentato in Russia. A lui si devono drammi sociali e storici, commedie, fiabe. Nei suoi lavori si rispecchia l'evoluzione della società russa dagli anni Cinquanta agli anni Ottanta dell'Ottocento, anni fondamentali per l'impero zarista, con l'abolizione della servitù della gleba, la sempre più ampia affermazione della classe mercantile, l'avvento di nuove generazioni di speculatori e sfruttatori che si affermano grazie all'arretratezza della società. La classe mercantile viene descritta come la classe più violenta, prepotente, oscurantista; contro i mercanti spesso si ergono figure femminili che, pur schiacciate dall'intolleranza dell'ambiente sociale in cui vivono, rivendicano una loro purezza e una loro forza interiore.
29,99

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.