Il tuo browser non supporta JavaScript!

Carocci

Madre e neonato. Un modello per gli operatori psichiatrici

Benedetto Maccarrone

Libro

editore: Carocci

anno edizione: 1999

pagine: 176

Il libro - rivolto agli infermieri e operatori profondamente motivati all'assistenza psichiatrica - suggerisce come interagire con il paziente psicotico: organizzando, cioè, il proprio pensiero in maniera simile a quello della madre di fronte al prorio neonato. L'ipotesi di lavoro presentata in questo volume è fondata sul corpo, gli affetti e la relazione, e si indirizza agli operatori psichiatrici più giovani, che spesso vivono con estrema frustrazione un lavoro potenzialmente creativo e gratificante, come quello di una madre nei confronti della propria creatura.
20,90

Il caso Graziadei. Vita politica e teoria economica di un intellettuale scomodo

Pietro Maurandi

Libro

editore: Carocci

anno edizione: 1999

pagine: 176

La prima parte del volume ricostruisce il profilo biografico di questo intellettuale finora poco conosciuto: l'attività politica, i rapporti con l'Internazionale comunista, i discorsi parlamentari ecc. Nella seconda parte se ne analizzano le teorie economiche, che tentarono di conciliare in modo originale alcuni aspetti del marxismo con elementi del pensiero neoclassico ed espressero un'interessante concezione del mercato e della determinazione dell'equilibrio.
20,90

La comunità solidale. La leva giovanile: un'esperienza di cittadinanza attiva contro la dispersione scolastica

Roberto Sequi, Donatella Degani, Leonardo Lombardi

Libro

editore: Carocci

anno edizione: 1999

pagine: 152

La Leva giovanile è un invito rivolto dagli enti locali o da altre istituzioni ai giovani tra i 19 e i 29 anni, per un impegno sociale nella comunità di residenza, per rispondere al disagio sociale e, in particolare, scolastico di bambini e ragazzi della comunità stessa. Si tratta, dunque, di un progetto di sviluppo e di promozione della comunità, che ne valorizza le risorse umane e le competenze, attivando un'inedita collaborazione tra soggetti pubblici e privati. Il libro è una guida pratica per tutti coloro che sono interessati.
14,80

Postmodernità. Quotidiano e orizzonte nella società contemporanea

Nino Salamone

Libro

editore: Carocci

anno edizione: 1999

pagine: 288

L'autore intende dimostrare che con il passaggio d'epoca verificatosi nella seconda metà del Novecento non è avvenuto soltanto un cambiamento nel mondo della vita ma un mutamento del mondo della vita. Il libro passa in rassegna tutta la vastissima gamma dei fenomeni che, soprattutto nella dimensione quotidiana, costituiscono le peculiari novità della società di oggi: gli effetti della globalizzazione, il predominio dell'audiovisivo, la costituzione di una cultura giovanile distinta e autonoma rispetto a quella degli adulti, l'imporsi dell'individuo sulle collettività, la pervasività delle tecnologie informatiche ecc. Tutti questi elementi vengono confrontati con la più aggiornata teoria sociale e attraverso una comparazione storica.
22,60

Storie memorabili

Rudolf von Schlettstadt

Libro

editore: Carocci

anno edizione: 1998

pagine: 96

Le Storie Memorabili di Rudolf von Schlettstadt sono una raccolta di racconti, in tutto 56, composti alla fine del XIII secolo con un intento che vorrebbe essere "cronachistico" ma il più delle volte rende a "virare" verso il "fantastico". Le vicende narrate trattano infatti per lo più di spiriti, fantasmi, apparizioni demoniache o fatti inquietanti di cui viene data una lettura sensibilmente influenzata dalle concezioni medievali relative al magico, al meraviglioso o, più genericamente, alla sfera del soprannaturale. Quest'ultima, in accordo con il sincretismo che caratterizza la cultura "popolare" dell'Età di Mezzo, si presenta fortemente ibrida. coniugando senza evidenti imbarazzi l'impostazione cristiana con elementi desunti dal folklore, motivi leggendari o fiabeschi. superstizioni. miti, credenze riconducibili ad un retaggio arcaico e ad una tradizione prevalentemente orale. Fa eccezione, almeno in parte, la serie di narrazioni dedicate alle persecuzioni di cui furono oggetto gli ebrei dì Franconia attorno al 1298: un dossier puntuale e articolato in grado di fornire un'interessante quanto inquietante testimonianza sul clima di intolleranza religiosa che si dava instaurando nelle regioni tedesche sul finire del XIII secolo a concludere un lungo periodo di convivenza pacifica resa vieppiù precaria dal rapido sviluppo di un'economia di mercato. L'autore della raccolta resta per noi poco più di un nome, per giunta documentato soltanto dall'unico testimone in cui sono tràdite le Historiae memorabiles. Presumibilmente Rudolf fu priore del convento domenicano di Schlettstadt in un periodo compreso fra l'ultimo decennio del Duecento e gli inizi del secolo successivo: la zona d'ombra in cui resta confinato si accorda del resto pienamente con i canoni della scrittura edificante in cui l'anonimato del compilatore contribuisce ad astratte i racconti da un'angusta prospettiva individuale perché possano più agevolmente esprimere valenze esemplari.
16,20

Navigare tra formazione e lavoro

Libro

editore: Carocci

anno edizione: 1998

pagine: 352

Il rapporto tra formazione e lavoro è da sempre uno dei nodi cruciali dello sviluppo economico e sociale, ma diventa particolarmente problematico in presenza di fenomeni complessi e contradditori come l'elevato tasso di disoccupazione giovanile, il proliferare di nuove professioni, la forte mobilità lavorativa, la globalizzazione dei mercati. Risulta quindi importante prestare attenzione ai modelli e alle esperienze che aiutano a delineare un rapporto articolato e flessibile tra formazione e lavoro, consentendo di superare impostazioni tradizionali. A partire da queste considerazioni l'autrice esplora i temi e i problemi che si incontrano nel progettare una transizione dal mondo della formazione a quello del lavoro.
30,30

Amicizia, felicità, diritto. Due argomenti sul perfezionismo giuridico

Gianfrancesco Zanetti

Libro

editore: Carocci

anno edizione: 1998

pagine: 176

Come si configurano oggi i rapporti tra morale e diritto? E' possibile risolvere i tanti dilemmi etici e giuridici suscitati dalle odierne società pluraliste e multiculturali? Come conciliare il rispetto delle differenze con la necessità di valori comuni condivisi? Il libro affronta tali questioni alla luce della più recente riflessione filosofica e giuridica, ma mostra anche come il dibattito contemporaneo sia erede di temi e problemi della cultura classica, tra cui spiccano le nozioni aristoteliche di "amicizia" e "felicità".
20,40

Roman de Fauvel

C. De Pestain, Gervais Du Bus

Libro

editore: Carocci

anno edizione: 1998

pagine: 398

Nella Francia di Filippo il Bello e del processo contro i Templari, un gruppo di autori, appartenenti alla Cancelleria Reale parigina, elabora una personificazione del male e della tirannide, affidandola ad una figura di cavallo, Fauvel. Originata da obiettivi precisi (difendere la stabilità e l'integrità del regno di Francia e del suo assetto sociale ripartito idealmente nei «tre stati» canonici), l'invenzione rinvia contemporaneamente a termini generali, che, su uno sfondo universale, vedono Fauvel in lotta contro Fortuna, figlia di Dio. Entrano allora in conflitto due diversi modelli del mondo: una concezione intitolata al «bene», che raccorda intorno agli elementi di una sfera culturale chiusa, si oppone ad una concezione del «male», che funziona nei suoi riguardi come «antimodello», aperto e distruttivo della sua chiusura. Di notevole interesse risulta tuttavia il modo con cui viene costruito questo «antimodello», che trova il proprio centro e motore in Fauvel: attivando cioè una serie di emblemi, ripresi dalla cultura «dotta» dell'epoca, come da quella folclorica e popolare (tali l'uso del colore o il ricorso a maschere malefiche e irridenti), che fanno del Fauvel uno dei testi più singolari della letteratura allegorica medievale.
16,90
10,30

Perla. Testo inglese a fronte

Libro

editore: Carocci

anno edizione: 1998

pagine: 135

Pearl: allegoria elegiaca e cortese, visione meravigliosa e beatifica, più ancora iniziazione e viaggio dell'anima. In questo raffinato poema del revival della tradizione allitterativa del Trecento inglese - forse dello stesso autore di Galvano e il cavaliere verde - il sognatore, "sconvolto e frustrato d'amore", addolorato per la perdita di una preziosa perla, è trasportato in un giardino edenico dove gli appare una Fanciulla-Perla, una candida piccola regina che lo guida alla rinascita spirituale, a una ritrovata infanzia di salvezza. Esperienza che colma e travolge: "Diletto entrò in me per gli occhi e per le orecchie; / la mia mente mortale cedette al delirio " Un poema enigmatico, statico e cangiante, perfetto come la perla da cui prende il nome.
13,60

Gli otto spiriti malvagi. Testo greco a fronte

Evagrio Pontico

Libro

editore: Carocci

anno edizione: 1998

pagine: 88

Nel silenzio della cella dove il monaco è raccolto in meditazione un esercito di demoni scatena l'invisibile battaglia della tentazione. A questo assalto diabolico, foriero delle più ripugnanti malattie spirituali, l'anacoreta, come un combattente o un atleta, dovrà opporre una tattica opportuna. Egli spierà continuamente le mosse dell'avversario e si familiarizzerà con la sua arte, osservando in se sesso il susseguirsi dei cattivi pensieri, i tempi del loro intervento, momenti di tregua: in questo modo, potrà prevederli. Controbatterli, sconfiggerli. Evagrio Pontico (356-399) - monaco origenista del deserto, che ci ha lasciato scritti di altissima spiritualità - descrive minuziosamente in questo trattato sugli Otto spiriti malvagi le subdole tattiche con le quali i demoni della gola, della lussuria e degli altri vizi capitali ci insidiano, tentando di insinuarsi nella nostra anima. Sono schegge di folgorante sapienza psicologica, che oggi potremmo leggere in trasparenza come una sorta di impietosa "anatomia del vizio".
13,30

Daurel e Beton. Testo provenzale a fronte

Libro

editore: Carocci

anno edizione: 1998

pagine: 200

Nell'inarrestabile crisi dei valori feudali, di fronte a nobili avidi e omicidi, la salvezza viene forse dal giullare, dalla letteratura. L'eroe di questa avvincente canzone di gesta provenzale (1180-1210 ca.), insieme truce idilliaca, è Daurel, che con l'esempio o con l'insegnamento, con la sua joglaria e la sua dedizione, diventa l'ultimo rappresentante degli ideali cortesi. Se il nobile Gui approfitta di una partita di caccia per uccidere il duca Bovo - l'amico e il «compagno» di cui brama i feudi, di cui insidia la moglie -, per trafiggerlo a tradimento accanto al grande cinghiale che andavano insieme inseguendo nella foresta delle Ardenne, il giullare Daurel, fedelissimo e incorruttibile, fugge con il piccolo erede, Beton, arriva a sacrificare il proprio figlio per salvarlo, lo alleva con amore per dodici anni nella lontana Babilonia, prepara lentamente la vendetta. Sarà una sua canzone di gesta sull'uccisione di Bovo, cantata da lui stesso alla corte di Gui - vero teatro nel teatro - a segnare inizio della rivolta e la fine del traditore.
15,60

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.