Il tuo browser non supporta JavaScript!

Bottega Errante Edizioni

Stefan Zweig. L'anno in cui tutto cambiò

Raoul Precht

Libro

editore: Bottega Errante Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 200

Per Stefan Zweig il 1935 rappresenta un anno di quelli che non si dimenticano, tanto sul piano personale quanto su quello letterario e politico. È l'anno in cui la moglie Friderike si accorge della sua relazione con Lotte Altmann, la sua segretaria, e in cui, a seguito di un primo scontro con la polizia locale, Zweig decide di lasciare Salisburgo e l'Austria e di stabilirsi provvisoriamente in Gran Bretagna, pur continuando a incontrare in giro per l'Europa scrittori e artisti con i quali era in rapporti di amicizia, da Thomas Mann a Joseph Roth, da Sigmund Freud ad Arturo Toscanini. Un romanzo biografico sui generis che racconta un anno-cerniera nella vita del grande scrittore Stefan Zweig, ma anche un anno fondamentale per l'intera Europa, con l'avanzata del nazismo e le avvisaglie di un mondo che cambia.
17,00

Binario est

Marco Carlone

Libro: Copertina morbida

editore: Bottega Errante Edizioni

anno edizione: 2022

pagine: 160

Dalle coste della Dalmazia ai Carpazi ucraini, un fil-rouge d'acciaio collega le rotte più remote dei Balcani e dell'Europa orientale: è la ferrovia. Sebbene convogli e infrastrutture versino spesso in condizioni disastrose, nei paesi d'Oltrecortina i treni giocano un ruolo chiave per il tessuto sociale locale. Sono molti i villaggi nati intorno alle stazioni, grazie a treni che dipendono molto più da gasolio e da migliaia di braccia, che da computer e automatismi. Sono ferrovie imparziali, quelle dell'Est: c'è posto per tutte le tasche e per tutti i viaggiatori, persino le galline ogni tanto salgono a bordo dei treni. Fuori dai finestrini scorrono distese di natura selvaggia, periferie di cemento, giganti complessi industriali e mercati allestiti tra le stesse rotaie. Materiale rotabile di seconda mano comprato a basso prezzo nei paesi occidentali o addirittura scambiato con materie prime: questa è la ruvida spina dorsale delle ferrovie balcaniche, che raccoglie in ogni stazione centinaia di storie da raccontare.
15,00

Capodanno con Balzac

Wolfgang Kohlhaase

Libro: Copertina morbida

editore: Bottega Errante Edizioni

anno edizione: 2021

pagine: 240

Si procede, storia dopo storia, dentro alle immagini di una Berlino che Kohlhaase conosce a menadito e di cui riesce a restituire il sound, l'odore e le inflessioni. Dentro questi racconti, che letti uno dopo l'altro appaiono come un romanzo, troviamo la DDR, il nazismo, la capitolazione della Germania, il dopoguerra, ma tutto procede attraverso il racconto di vite minime, in una sorta di estetica del quotidiano in equilibrio fra microstoria e macrostoria. Tredici short stories, avvolgenti come il fuoco in una notte d'inverno, che si muovono con passo deciso andando a scavare dentro il lato più profondo e nascosto dell'animo umano. 
17,00

I sognatori di Lubiana

Dino Bauk

Libro: Copertina morbida

editore: Bottega Errante Edizioni

anno edizione: 2021

pagine: 208

Una biblioteca senza tetto, dove una misteriosa bibliotecaria conduce un giovane soldato attraverso passaggi segreti; un uomo d'affari che si nasconde in una valigia inseguito da una folla di operai inferociti; un divorziato solitario che raccoglie una bizzarra autostoppista, solo per essere attirato da lei in una foresta sconosciuta. Al suo esordio, Dino Bauk scrive un romanzo originale, forte, capace di inventare una lingua narrativa multiforme. Senza dimenticare la lezione della grande letteratura. "I sognatori di Lubiana scardinano i confini della memoria a ritmo di rock. Improvvisano amori complicati, assistono all'irrompere di arcane avventure nella loro quotidianità. Mentre il Potere fa rullare i tamburi di guerra per mettere fine a una moribonda Jugoslavia" (Alessandro Mezzena Lona)
17,00

Capire i Balcani Occidentali. Dagli accordi di Dayton ai giorni nostri

Giulio Gipsy Crespi, Giorgio Fruscione, Alfredo Sasso, Giustina Selvelli, Marco Siragusa

Libro: Copertina morbida

editore: Bottega Errante Edizioni

anno edizione: 2021

pagine: 256

Sempre più spesso meta preferita dai turisti nella stagione estiva, i Balcani occidentali restano oggi uno spazio europeo per molti versi sconosciuto. I più ne ricordano le tragedie delle guerre degli anni Novanta, ma nei trent'anni ormai trascorsi dal loro scoppio nel 1991 poche volte questi paesi sono balzati nuovamente agli onori delle cronache. Gli autori di questo volume (ricercatori e giornalisti che da anni si occupano della penisola balcanica) provano dunque a tracciare una panoramica ricca e aggiornata delle caratteristiche e dei fenomeni (economia, ambiente, rotta balcanica, identità, memoria storica, cultura, gastronomia) che hanno caratterizzato (e continuano a farlo) Slovenia, Croazia, Bosnia ed Erzegovina, Serbia, Montenegro, Kosovo, Macedonia del Nord e Albania a partire dal 1995, l'anno in cui gli accordi di Dayton posero fine al conflitto di disgregazione della Repubblica socialista federale di Jugoslavia. Postfazione di Marina Lalovic.
18,00

Erodoto108. Trimestrale di viaggi, luoghi, persone

Libro: Copertina morbida

editore: Bottega Errante Edizioni

anno edizione: 2021

Una terra di ghiaccio, pietre e acqua. Di nuvole, fuoco e fumi. Uomini rudi, pecore al pascolo brado. Vita scomoda ma sana. Così molti, da lontano, immaginano l'Islanda. Una terra impregnata di fascino, la meta di una fuga veloce verso un Eden antico e freddo dove è ancora possibile provare un inquieto spaesamento, uno smarrimento di fronte alle aspre meraviglie della natura. Ma l'Islanda, eletta a gioiello del turismo internazionale di massa, merita anche altra attenzione. Erodoto108 si accosta a questo paese moderno e vitale di 364 mila abitanti (che concentra in sé tesori ambientali, grandi tradizioni, produzioni culturali sorprendenti), che sta facendo i conti con l'invasione turistica e le pressioni di interessi industriali e commerciali sempre più minacciosi. Il trimestrale ha dato la parola ad alcuni testimoni diretti, acuti osservatori della vita islandese contemporanea con il suo solito punto di vista laterale e mai banale. Dall'isola pianeta si riparte per il cammino portoghese, per poi tornare nei familiari paesaggi toscani, riscoprendo gli itinerari a piedi della Firenze Greenway, per poi avventurarsi nel giro del mondo a vela. E ancora rubriche e curiosità.
10,00

La cicala di Belgrado

Marina Lalovic

Libro: Copertina morbida

editore: Bottega Errante Edizioni

anno edizione: 2021

pagine: 184

I quartieri più veri, quelli dove frequentare le kafane (osterie) dove perdere intere giornate a parlare di politica e fratellanza, il Danubio e la Sava, le vene d'acqua che attraversano Belgrado e la trasformano in una città di mare anche se il mare non c'è. Un viaggio a piedi e in bicicletta con la sua amica d'infanzia è lo spunto per riscoprire la propria città, lasciata nel 2000, poco prima della caduta di Milosevic. La musica, il cibo, le piazze, le vie che attraversano la capitale, i bombardamenti NATO, gli anni Novanta, i personaggi incrociati e conosciuti: la Lalovic ci svela l'anima di Belgrado più profonda e inedita con gli occhi di chi ha lasciato la propria città e la guarda con lucidità e malinconia, con razionalità e affetto allo stesso tempo. "Belgrado non è una città bella che costringe i visitatori a una perenne ansia da prestazione. È l'ultimo posto in Europa che ancora mantiene la propria autenticità senza sforzarsi di venderla e renderla attraente ai turisti".
14,00

Erodoto108. Trimestrale di viaggi, luoghi, persone

Libro: Copertina morbida

editore: Bottega Errante Edizioni

anno edizione: 2021

pagine: 112

Il dossier di questo numero è dedicato a Napoli, raccontata da fotografi, scrittori e illustratori che hanno vissuto la città durante l'anno orribile della pandemia e della scomparsa di Maradona. Il Museo Archeologico di Napoli, con le fotografie di Corrada Onorifico viene raccontato direttamente dai custodi del Museo, mentre con gli studenti dell'Accademia delle belle Arti percorriamo la Napoli disegnata. Incontriamo Alberto Mollo con la sua musica e Massimiliano Virgilio con la sua scrittura. Scopriamo la Napoli sotterranea con chi la sta studiando e percorrendo, ma anche gli ultimi guardaporta dei condomini del centro storico. Inoltre, ci apre le porte la libreria e casa editrice che ha vinto l'ultimo premio Nobel per la letteratura. Tutto il numero è attraversato dal rapporto strettissimo fra sacro e profano lungo i vicoli della città che recita la vita (come ci racconta nel suo articolo Pascal Abatiello) ed è accompagnato dall'odore del mare che bagna Napoli. Erodoto108 numero 29 è anche Asmara, bellissima città africana sull'orlo di una storia di violenza; Giuliana Sgrena e Giovanni Mereghetti alzano il velo delle donne islamiche e scoprono il loro volto; e poi c'è il circo a L'Avana (Cuba) con il suo immaginario mentre gli occhi della rivista sono puntati su uno dei più grandi reporter di guerra, Ettore Mo.
10,00

Alfabeto friulano delle rimozioni. 45 ritratti di donne e uomini dal Livenza al Timavo

Paolo Patui

Libro: Copertina morbida

editore: Bottega Errante Edizioni

anno edizione: 2020

pagine: 208

Patui rispolvera la storia di personaggi che dalla periferia di questo strano nord est hanno fornito un contributo unico e fondamentale allo sviluppo e all'evoluzione dell'uomo e della società. Giocando con un arbitrario ordine alfabetico, ecco rivivere 45 ritratti narrativi. Sono sportivi formidabili come Armando Filiput, impresari lungimiranti come Marco Volpe o Carlo Lualdi, donne coraggiose come Virginia Tonelli e intraprendenti come Cora Slocomb, artisti seducenti come Adriana Ferrarese, architetti innovativi come Ottorino Aloisio o Antonio Berlam, geni eclettici come Luigi Rapuzzi. Ognuno ha alle spalle esistenze sorprendenti nella loro multiforme volontà di uscire dalla banalità del vivere quotidiano. E per questo chiedono il giusto riscatto da una ingiusta rimozione.
15,00

Shooting in Sarajevo

Luigi Ottani

Libro: Copertina rigida

editore: Bottega Errante Edizioni

anno edizione: 2020

pagine: 112

L'idea di Luigi Ottani e Roberta Biagiarelli è stata quella di fotografare-shooting Sarajevo dagli stessi luoghi dai quali i cecchini tenevano sotto assedio la città e i suoi abitanti nei 1.425 giorni tra il 1992 e il 1995. Gli appartamenti di Grbavica, l'Holiday Inn, la caserma Maresciallo Tito, le postazioni di montagna sono divenuti il punto di vista ideale per perdersi nella mente di chi, da quegli stessi luoghi, inquadrava per uccidere. Sono stati giorni di attese, di passaggi di persone, uomini donne bambini, aspettando che il soggetto, ignaro, arrivasse al centro del mirino per fotografarlo-shooting. Le foto-polaroid sono accompagnate dai testi di due sarajevesi d'eccezione, Azra Nuhefendic e il veterano di guerra Jovan Divjak, del giornalista-scrittore Gigi Riva, cittadino onorario di Sarajevo, dell'attrice Roberta Biagiarelli, dello storico Carlo Saletti e del fotoreporter Mario Boccia.
20,00

Memorie della foresta

Damir Karakas

Libro: Copertina morbida

editore: Bottega Errante Edizioni

anno edizione: 2020

pagine: 144

Trentatré capitoli che seguono la maturazione del protagonista, un ragazzino con un misterioso problema al cuore, che vive in un villaggio della Lika, nella profonda provincia balcanica. Sono gli anni Settanta e la sua è una famiglia patriarcale e rurale che abita ai margini di una foresta abitata dall'orso. È un libro sulla famiglia, con medici costosi e veterinari che, se necessario, curano anche le persone, sulle credenze e le stregonerie dei villaggi, su vecchi cattivi e misteriose vecchiette, sulla vita dura dei monti. Le emozioni? Non vengono mostrate, devono essere nascoste, soppresse, ingoiate. Finché non esplodono. "La voce di Damir Karakas ci arriva nitida, è l'ululato di uno di quei lupi dell'Est che dopo aver fatto tanta strada sono tornati sulle Alpi. Ed è la benvenuta" Paolo Cognetti.
15,00

Gli orologi di Praga

Paolo Ganz

Libro: Copertina morbida

editore: Bottega Errante Edizioni

anno edizione: 2020

pagine: 168

Per comprendere Praga bisogna percorrerla di giorno e di notte - forse più di notte che di giorno - senza fretta; camminare sotto i suoi portici e investigare tra le pietre dei lastricati delle sue strade dove è possibile ritrovare in una fessura una moneta perduta tanto tempo prima. Paolo Ganz lo sa e, armato di penna e taccuino, ce la racconta, in equilibrio sulla fune tesa tra passato e presente. Personaggi, luoghi e incontri compongono un affresco pronto a raccontare la magia della città sulla Moldava; perché Praga è forse il luogo in cui ci si può ritrovare e dove incontrare il nostro doppio, colui che non siamo mai stati o che non abbiamo mai avuto il coraggio di diventare. "Praga «paesaggio letterario», come la definì Claudio Magris, continua a esistere nel sogno proprio come l'avevano descritta le penne di Neruda, Hasek, Kafka o Hrabal; limpida più nel ricordo che nella reale sostanza, che raramente si discosta dalla bella città che rimane".
14,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.