Il tuo browser non supporta JavaScript!
Vai al contenuto della pagina
Iscriviti alla newsletter

Biblion

Storie di edizioni. Libri e riviste del Novecento italiano

Marzio Zanantoni

Libro

editore: Biblion

anno edizione: 2024

pagine: 292

Alcuni anni fa Gabriele Turi, uno dei maggiori storici dell’editoria italiana contemporanea, richiamava l’attenzione su come, proprio nella storia dell’editoria contemporanea «l’interesse degli studiosi si è concentrato a lungo sulla storia degli intellettuali», producendo «la concezione di una storia dell’editoria come pura storia delle idee, astratta dalle condizioni materiali e dal contesto concreto in cui esse si muovono». Nei capitoli che compongono questo volume ci siamo mossi nella direzione auspicata da Turi, utilizzando fonti d’archivio, documenti di vario genere (epistolari, annotazioni ecc.), alla ricerca di date precise di pubblicazione di un testo, composizioni grafiche di interni e copertine, luoghi d’origine di una pubblicazione, prime edizioni scomparse e ritrovate, origini e sviluppi di progetti editoriali, dentro un arco temporale che va dagli inizi del Novecento alla fine degli anni Cinquanta: alla ricerca insomma di quelle «condizioni materiali» e del «contesto concreto» nei quali un libro o una rivista iniziano la loro vita pubblica.
24,00

Scarpe rotte eppur bisogna andar. Una storia della Resistenza in 30 oggetti

Libro: Libro in brossura

editore: Biblion

anno edizione: 2024

pagine: 172

Il “ritorno dell’oggetto” nei musei storici, dopo la sbornia multimediale che aveva portato alla loro virtuale scomparsa, ne esalta il valore evocativo, ma perché questo sostenga un’adeguata conoscenza c’è bisogno dell’intervento dello specialista che riesca a contestualizzarli, come nelle trenta schede qui pubblicate. Si mette così a fuoco la grande varietà e ricchezza di musei, spesso piccoli e gestiti da associazioni private, che, come sottolinea Paola Boccalatte, si configurano come «comunità patrimoniali» e «musei di narrazione». L’approfondimento della cultura materiale della Resistenza ne restituisce, come evidenzia l’altro curatore, Mirco Carrattieri, il carattere plurale: storie di resistenza armata, di deportazione, di resistenza civile, di opposizione politica pagate spesso a caro prezzo, espressioni di «una minoranza ma di massa, legata al passato però capace di guardare al futuro, drammatica e insieme coraggiosa». Dalla prefazione di Paolo Pezzino
25,00

Nel turbinio delle parole. Lingua e riflessione linguistica in Alfredo Panzini

Matteo Grassano

Libro: Libro in brossura

editore: Biblion

anno edizione: 2024

pagine: 290

Attraverso l'analisi delle opere di Alfredo Panzini (1863-1939), il libro affronta alcune questioni linguistiche riguardanti la storia dell'italiano nei primi decenni del XX secolo, momento cruciale nella formazione della lingua unitaria novecentesca. Autore di una notevole produzione lessicografica, manualistica, grammaticale, oltre che narrativa e giornalistica, Panzini fu un interprete eccezionale e attento dei cambiamenti che coinvolsero la lingua italiana a partire dalla fine dell'Ottocento, in relazione con le trasformazioni sociali del Paese e con alcuni specifici, e traumatici, eventi storici, come la Grande Guerra. A testimonianza delle ricerche linguistiche di Panzini e della sua attenzione verso l'orizzonte dell'uso restano innanzitutto le sette edizioni del Dizionario moderno. Proprio le voci lessicografiche, nel loro intreccio di dati oggettivi e giudizi personali, e nel dialogo intertestuale che intrattengono con la restante produzione dell'autore, costituiscono il filo rosso dei capitoli di questo libro.
26,00
Dante, com'era nel 1472 (e come si lesse da allora). Prime edizioni, incunaboli, post-incunaboli e altro

Dante, com'era nel 1472 (e come si lesse da allora). Prime edizioni, incunaboli, post-incunaboli e altro

Libro: Libro in brossura

editore: Biblion

anno edizione: 2024

pagine: 164

Il presente volume propone una raccolta di saggi critici sulle prime edizioni della Commedia di Dante, focalizzandosi sull’editio princeps del 1472, riprodotta per la prima volta con immagini ad alta risoluzione da Biblion Edizioni nel 2022, in occasione del seicentocinquantesimo anniversario. Tale incunabolo folignate, presente solo in trentacinque biblioteche al mondo, è stato al centro di discussioni durante il convegno “Dante, com’era nel 1472”, tenutosi all’Università Ca’ Foscari di Venezia nel giugno 2022. Gli interventi degli autori esplorano, dunque, vari aspetti delle prime edizioni della Commedia, dalla prima stampa fiorentina di Landino del 1481 a quella illustrata dell’incunabolo veneziano del 1491; dalle raccolte di libri antichi del Rinascimento alle collezioni dantesche di Sette-Ottocento e oltre; dalle prime edizioni napoletane del 1477 e 1478 a quelle, contemporanee, impresse a Milano, in particolare la Nidobeatina, del 1478. Si analizzano poi alcune varianti delle Aldine curate da Bembo e le alterne vicende testuali dantesche tra Sei e Settecento.
30,00
La Russia prima e dopo l’invasione dell’Ucraina

La Russia prima e dopo l’invasione dell’Ucraina

Libro: Libro in brossura

editore: Biblion

anno edizione: 2024

pagine: 134

Il presente volume offre un’analisi dettagliata delle trasformazioni socio-politiche e culturali che hanno interessato il rapporto con la Russia in seguito agli eventi della guerra russo-ucraina. Esperti slavisti e storici del socialismo internazionale si sono impegnati a esplorare una vasta gamma di tematiche: dalla storiografia sulla e nella Russia di Putin e sui suoi rapporti con l’Ucraina alle mutazioni storiche del rapporto Russia-Europa e alle sue implicazioni culturali; dal quadro globale delle relazioni internazionali ai nuovi confini che attraversano l’Europa; dai rapporti tra mondo slavo e mondo russo ai cambiamenti demografici, economici, sociali nel Paese aggressore e in quello aggredito.
15,00
Etnografia di un’esperienza educativa

Etnografia di un’esperienza educativa

Camilla Boschi

Libro: Libro in brossura

editore: Biblion

anno edizione: 2024

pagine: 130

Questo libro nasce dalla convinzione che il narrare, come scrive Daniel Taylor, sia forma costitutiva e principio epistemologico della formazione. Si è quindi cercato di esporre, in forma diaristica, sia la storia di un percorso educativo − il mio, in quanto educatrice sociale − sia l’esempio di una prassi ermeneutica applicata all’educazione. Credo che tutti noi interpretiamo il reale e, di conseguenza, costruiamo la conoscenza alla luce di strutture narrative. Infatti, è la narrazione che organizza e dà forma all’esperienza che facciamo del mondo. In questo senso, il diario pone in atto un processo di strutturazione di un vissuto educativo ad alta densità emozionale. Il volume è stato scritto per educatori, studenti, ricercatori. Ma anche per tutti coloro che pensano, sognano e progettano un mondo differente.
16,00
Matteotti

Matteotti

Piero Gobetti, Giacomo Matteotti

Libro: Libro in brossura

editore: Biblion

anno edizione: 2024

pagine: 64

Questo volume presenta i due articoli che Piero Gobetti dedicò a Giacomo Matteotti, apparsi su “La Rivoluzione Liberale” rispettivamente il 17 giugno e il 1 luglio 1924. Ancora oggi queste pagine si impongono nell’ampia bibliografia sul deputato socialista assassinato dai fascisti. Molto sicuramente gioca la suggestione che emanano le due figure, entrambe vittime del fascismo per l’opposizione ferma con la quale contrastarono il regime; ciò che idealmente li unisce non è però solo il martirio, ma un impegno cui dedicare la vita: dimostrare che esiste un’altra Italia, in quanto vi sono uomini che lo testimoniano con fatti, idee, comportamenti che incidono il processo storico. Matteotti e Gobetti si intrecciano in una lotta che non è solo posizionarsi contro il fascismo, ma per un motivo più profondo al quale finora non è stata posta l’attenzione che merita, ossia la relazione tra Gobetti e il socialismo, tra la “rivoluzione sociale” che questo implica e il fattore fondante della libertà. Questi due aspetti troveranno in Carlo Rosselli e nel suo “socialismo liberale” un momento di sintesi.
12,00
Agli albori della democrazia: la Repubblica dell’Ossola

Agli albori della democrazia: la Repubblica dell’Ossola

Mirco Carrattieri, Luca Zanotta

Libro: Libro in brossura

editore: Biblion

anno edizione: 2024

pagine: 226

Nel contesto della Resistenza l’esperienza della Repubblica dell’Ossola, tanto breve quanto significativa, rappresenta la più compiuta espressione della volontà di costruire un ordine politico e sociale da una parte alternativo a quello instaurato dal fascismo, dall’altra diverso da altri modelli autoritari, una democrazia compiuta in cui fossero riconosciute e garantite libertà ed eguaglianza. Dal 10 settembre alla metà dell’ottobre 1944 nella “Zona libera” dell’Ossola si realizzarono così forme di partecipazione democratica dei cittadini ed esperimenti istituzionali, anticipazione dei princìpi e degli istituti sanciti dalla futura Costituzione repubblicana. Il presente volume ne ripercorre le vicende attraverso le fonti documentarie prodotte dalla Divisione d’Assalto Garibaldi “Redi”, operante nell’Alto Piemonte a partire dalla primavera del 1944, oggi conservate presso l’Archivio storico della Fondazione Aldo Aniasi a Milano. Il taglio divulgativo e l’articolazione del testo consentono al lettore di focalizzare il tema delle conquiste dell’esperimento ossolano, senza perdere di vista le peculiari condizioni belliche in cui esso si svolse.
25,00
Maestri contro. Brioschi, Guglielmi, Rossi-Landi

Maestri contro. Brioschi, Guglielmi, Rossi-Landi

Libro: Libro in brossura

editore: Biblion

anno edizione: 2024

pagine: 152

«[...] siamo partiti dalla necessità di ridare visibilità a tre personalità che grosso modo tra anni Sessanta e Novanta del Novecento avevano segnato la cultura soprattutto (ma non solo) letteraria italiana con prese di posizione particolarmente originali, e che per qualche tempo sembravano aver creato altrettante scuole. Si trattò di percorsi luminosissimi che hanno affascinato più di una generazione di allievi e di studiosi. Ma di quegli antichi entusiasmi non è rimasto quasi nulla, o è rimasto troppo poco.» «[..] si pensa in comune se si ha in comune qualcosa che va al di là delle semplici questioni scientifiche, dei pur necessari (anzi indispensabili) accertamenti di metodo e fattuali. [...] Al di là dei rituali logori che disciplinano militanze critiche e macchine (ri)produttive accademiche, ci si può trovare a discorrere “tra pari”, forti di qualche ambizione o finalità non solo intellettuale, e non solo individuale.» Dall’introduzione di Paolo Giovannetti
15,00
Il paradigma differente. L’educazione ambientale con i più piccoli

Il paradigma differente. L’educazione ambientale con i più piccoli

Anita Gramigna

Libro: Libro in brossura

editore: Biblion

anno edizione: 2024

pagine: 132

Questo libro indaga sul paradigma come dispositivo teorico concettuale, intorno al quale si avvolgono e ingarbugliano le proposte educative della sostenibilità. Sosteniamo uno studio decostruttivo delle retoriche postmoderne attorno a tale concetto. Si avvia una disamina di questo mito contemporaneo con un fine di smascheramento per una proposta di formazione eco-sensibile a partire dai più piccoli. Pertanto, questo volumetto, che presenta materiali metanarrativi per lavorare con i bambini, si rivolge anche agli insegnanti della scuola dell’infanzia, ai futuri docenti, agli studenti e ai ricercatori, nell’intenzione di porre sul tavolo della discussione proposte operative e di critica sociale. Le narrazioni che presentiamo si ispirano ai miti Maya, che vedono la Ceiba, l’albero considerato sacro in tutta la Mesoamerica, protagonista e a un tempo allegoria di un paradigma differente. E, infatti, il libro propone materiali e processi di educazione all’immaginario infantile eco-logico per imparare a desiderare un modo diverso di stare al mondo.
16,00
La rivoluzione della libertà. Gobettismo, giellismo, azionismo: il filo storico della «rivoluzione democratica»

La rivoluzione della libertà. Gobettismo, giellismo, azionismo: il filo storico della «rivoluzione democratica»

Paolo Bagnoli

Libro: Libro in brossura

editore: Biblion

anno edizione: 2023

pagine: 172

Questo libro fin dal titolo segna l’intenzione del lavoro: affermare che la libertà costituisce la base e la ragione di un vero processo rivoluzionario per costruire una democrazia salda nei propri valori e nelle proprie istituzioni, nonché nelle finalità sociali, cioè nella giustizia. Vale a dire, realizzare una “rivoluzione democratica”; quella da sempre assente nella storia del nostro Paese, ma il cui motivo già ritroviamo significativamente presente nella vicenda risorgimentale. Nelle pagine del volume è stata rimessa in ordine storico-politico-dottrinario la filiera di tale idea: da Piero Gobetti fino all’azionismo. Si tratta di un percorso che ha in Carlo Rosselli e nel giellismo un ruolo centrale, essendo le idee rosselliane quelle che elaborano il socialismo nella libertà; un socialismo nuovo che una componente importante dell’azionismo sosterrà quale sbocco naturale della “rivoluzione democratica”, di quel cambiamento palingenetico nel quale il legame tra socialismo e libertà non è solo indissolubile, ma per le cui ragioni la libertà è nel socialismo.
18,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.