Il tuo browser non supporta JavaScript!

ALL'INSEGNA DEL GIGLIO

Il rupestre e l'acqua nel Medioevo. Religiosità, quotidianità, produttività

Libro: Copertina morbida

editore: ALL'INSEGNA DEL GIGLIO

anno edizione: 2020

pagine: 198

Dopo due Convegni dedicati agli insediamenti rupestri di età medievale dove è stato avviato un necessario quanto interessante confronto scientifico tra gli studi dell'Italia centrale e quelli dell'Italia meridionale e insulare, le aree maggiormente interessate dal fenomeno rupestre si è ritenuto utile, con un terzo incontro a cui questo volume si riferisce, focalizzare l'attenzione sul tema dell'acqua, qui volutamente distinto rispetto alle strutture costruite. L'importanza di uno studio specifico è ulteriormente accentuata nelle ricerche sui cosiddetti "contesti rurali". L'analisi di uno specifico sistema idraulico caratterizzato da articolati insiemi di canalizzazioni a cielo aperto, cisterne e punti di raccolta che si distribuiscono su più livelli, spesso utilizzando le caratteristiche orografiche dei siti, messo in relazione con elementi di cronologia assoluta trasforma anche questi impianti in indicatori cronologici attendibili. Da qui l'importanza di mettere l'accento sul maggior numero di esempi così da fornire un apporto decisivo all'analisi dei contesti rupestri trasformandoli in complessi storicamente rilevanti.
45,00

Mito e società. Vasi apuli a figure rosse da Ruvo di Puglia al Museo Archeologico Nazionale di Napoli

Federica Giacobello

Libro: Copertina morbida

editore: ALL'INSEGNA DEL GIGLIO

anno edizione: 2020

pagine: 342

Nella prestigiosa raccolta magnogreca del Museo Archeologico Nazionale di Napoli un ruolo di spicco è rivestito dal materiale proveniente da Ruvo di Puglia, florido centro peuceta, che con i suoi ritrovamenti fu tra i protagonisti del vivace mercato d'antichità ottocentesco. Il volume raccoglie i vasi apuli a figure rosse di sola provenienza ruvese immessi nel Real Museo Borbonico, attraverso differenti acquisizioni, al fine di arricchirne le collezioni. L'indagine è stata occasione per rileggere una storia fra le più interessanti della cultura europea e presentare alla comunità scientifica, riuniti in un unico corpus, importanti esemplari della produzione ceramica italiota insieme ad altri sino ad ora inediti. Rinvenuti nelle sepolture, erano simboli di status con cui l'élite ruvestina affermava il proprio ruolo all'interno della società. Lo studio dei vasi si è focalizzato sulle caratteristiche tecniche e artigianali, sulle raffigurazioni e sui miti dipinti, un repertorio straordinario di racconti e immagini, e sulla loro relazione con il sistema ideologico delle comunità apule di V e IV secolo a.C. di cui sono efficace testimonianza.
52,00

Armamenti e tattiche militari nella battaglia del Sentino

Mauro Fiorentini

Libro: Copertina morbida

editore: ALL'INSEGNA DEL GIGLIO

anno edizione: 2020

pagine: 78

Sanniti, Galli, Etruschi e Umbri: furono queste le popolazioni che, al principio del III secolo a.C., si scontrarono contro l'esercito romano nella battaglia del Sentino. Fu uno scontro decisivo per la nostra storia, che in questo libro verrà studiato analizzando l'organizzazione dei vari eserciti, lo schieramento delle truppe e le ipotesi sull'identificazione del campo di battaglia. Si passerà quindi all'analisi degli equipaggiamenti militari di tutte le parti coinvolte, a ciascuna delle quali è riservata una dettagliata scheda tecnica. Lo studio delle fonti archeologiche e letterarie sarà supportato dall'archeologia sperimentale, in modo da condurre il lettore attraverso i diversi aspetti di questa importante battaglia.
19,00

Un grande spazio vuoto. Genocidio e colonizzazione nazista

Paolo Lombardi

Libro: Copertina morbida

editore: ALL'INSEGNA DEL GIGLIO

anno edizione: 2020

pagine: 166

Nel luglio del 1942 Heinrich Himmler, il capo delle SS, ordinava l'accelerazione del genocidio degli Ebrei in Polonia, che avrebbero dovuto essere uccisi entro la fine dell'anno. Contemporaneamente si apprestavano i piani (e l'inizio dell'esecuzione) del Generalplan Ost, il progetto di colonizzazione dell'Est da parte dei nazisti. Che rapporto esisteva tra le due cose? La convergenza temporale era voluta, e il genocidio era in realtà uno sterminio di stampo coloniale, come quelli perpetrati dalla fine dell'Ottocento dalle potenze imperialiste? Il genocidio era l'eredità di quella storia? Oppure si trattava di due piani distinti, che solo nella fatale estate del 1942 convergevano assieme grazie alle nuove politiche assunte dal regime verso la sistemazione etnica e coloniale dell'intero contente europeo? Un viaggio nel cuore tenebroso del Secolo Breve, dove per un momento violento e terribile il progetto di unificazione dell'Europa passò per l'eliminazione di milioni di nemici razziali e la creazione di un grande spazio vuoto, in cui ricostruire un'utopia razziale che avrebbe dovuto incarnare la Nuova Europa.
19,00

Archeologia medievale

Libro: Copertina morbida

editore: ALL'INSEGNA DEL GIGLIO

anno edizione: 2020

pagine: 396

Il volume XLVI (2019) contiene una sezione monografica dedicata ad analizzare l'uso dell'archeologia, nello specifico postclassica, nella costruzione di 'identità' in area mediterranea. Gli esempi presi in considerazione vanno dalla Slovenia, uscita dalla seconda guerra mondiale, alla Tunisia della fine dell'800, dalla Spagna attuale (il caso del mercato del Born a Barcellona) e franchista alla Grecia e all'Albania. L'obbiettivo è quello di riflettere sulla forza di manipolazione, più o meno consapevole, dello strumento archeologico in vari momenti del nostro passato e comunque prima che la diffusione dell'"archeologia pubblica" introducesse nuovi modelli teorici ed etici di riferimento ad una scala sempre più ampia. Completano il volume una serie di articoli nella sezione "Notizie scavi e lavori sul campo", che illustrano diverse specifiche ricerche dalle Marche all'Emilia-Romagna, dall'Abruzzo al Veneto e al territorio alpino, dal Lazio alla Campania e la sezione Note e discussioni, con contributi su diverse categorie di contesti e di oggetti (dalle sepolture ai manufatti). Conclude il volume la sezione Recensioni e segnalazioni.
65,00

Un paesaggio medievale tra Piemonte e Liguria. Il sito di Santa Giulitta e l'Alta Val Tanaro

Libro: Copertina morbida

editore: ALL'INSEGNA DEL GIGLIO

anno edizione: 2020

pagine: 386

L'Alta Val Tanaro, e in particolare il sito di Santa Giulitta nel comune di Bagnasco (CN), iniziano a disvelarsi nella loro multiforme complessità. Infatti, da un lato il fulcro dell'indagine è costituito dall'insieme di edifici e ruderi che testimoniano il susseguirsi di un elemento fortificato di origine altomedievale, forse bizantino, e di un complesso religioso che, a partire da un momento che si colloca tra fine dell'XI e l'inizio del XII secolo fino a oggi, è stato importante luogo di devozione per la comunità che si riuniva, e ancora si riunisce, intorno al culto dei Santi Giulitta e Quirico. Ma dall'altro lo studio a cura della Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio del Politecnico di Torino - che con questo volume rinnova la sua collana - ha analizzato vari aspetti della valle nella sua interezza con ottica multidisciplinare e in una dinamica di lungo periodo, tra l'età romana e l'epoca contemporanea: dai dati archeologici alle emergenze architettoniche e artistiche, dal tessuto insediativo ai centri produttivi, dalle caratteristiche geomorfologiche al patrimonio arboreo, dai siti industriali dismessi alle ipotesi di valorizzazione del territorio.
75,00

Le case di Pisa. Edilizia privata tra età romana e Medioevo

Libro: Copertina morbida

editore: ALL'INSEGNA DEL GIGLIO

anno edizione: 2020

pagine: 192

Gli atti del convegno "Le case di Pisa" pongono l'accento sull'edilizia privata della città tra Età romana e Medioevo, facendo emergere dati inediti o solo parzialmente pubblicati di scavi recenti, ma anche molto lontani nel tempo. L'intento è quello di tornare al dato archeografico (troppo spesso trascurato in favore di sintesi più generali), qualunque sia la qualità della documentazione di partenza, con lo scopo di seguire il processo interpretativo, mostrando anche il "backstage", per usare una metafora cinematografica, talvolta dato per sottinteso o scontato. I contributi presentati seguono un approccio analitico e nello stesso tempo critico alla lettura dei resti archeologici, offrendo nuovi dati sulle "case di Pisa" romana e medievale, differenti per forme architettoniche, materiali costruttivi e distribuzione nello spazio urbano e suburbano di una città dalla stratificazione plurimillenaria. Il volume costituisce dunque un aggiornamento imprescindibile per tutti coloro che si occupano di archeologia pisana.
35,00

«Costruire lo sviluppo». La crescita di città e campagna tra espansione urbana e nuove fondazioni (XII-prima metà XIII secolo)

Libro: Copertina morbida

editore: ALL'INSEGNA DEL GIGLIO

anno edizione: 2019

pagine: 156

In questo volume, che raccoglie gli atti del convegno tenutosi a San Miniato (PI) nel 2016, abbiamo cercato di dare delle risposte a queste domande, creando un'occasione di confronto tra ricerche, per lo più interdisciplinari, che riguardano siti di diverso tipo recentemente indagati o riletti: città, grandi borghi di pianura, terrenuove e castelli. Partendo da questi contesti abbiamo voluto ridiscutere il ritmo e le forme della crescita che caratterizzò i secoli XII e XIII osservandola nella sua declinazione urbanistica (cantieri, tipologie edilizie, materiali da costruzione), economica (produzioni, circolazione e consumo di merci) e nelle modalità di celebrazione e propaganda politica (epigrafia).
30,00

Scavi di Ostia. XVII. I ritratti

Ilaria Romeo

Libro: Copertina rigida

editore: ALL'INSEGNA DEL GIGLIO

anno edizione: 2019

pagine: 160

Nel considerare i ritratti ostiensi tra la metà del III e il VI secolo d.C., questo lavoro intende portare a compimento le ricerche inaugurate dalla indimenticata Raissa Calza. Nei primi due volumi, editi rispettivamente nel 1964 e nel 1978, la studiosa analizzò le testimonianze note sino al 250 d.C., fornendo un contributo importante alla conoscenza della ritrattistica romana, e di Ostia in particolare. La consapevolezza della rilevanza dei materiali tardoantichi ostiensi condusse chi scrive a intraprendere, già nel 2004, la ricerca i cui esiti sono qui presentati. Questi nuovi dati consentono di affrontare il tema dell'ultima ritrattistica ostiense da una nuova e stimolante molteplicità di prospettive. Il volume ha dunque potuto arricchirsi di maggiore complessità, affrontando l'oggetto della ricerca in costante dialogo con l'evolversi delle conoscenze sull'urbanistica, la società e l'economia di Ostia e di Roma stessa, tra il 250 e il 500 d.C.
60,00

Di tutti i colori. Racconti di ceramica a Montelupo dalla «fabbrica di Firenze» all'industria e al design. Catalogo della mostra

Libro: Copertina morbida

editore: ALL'INSEGNA DEL GIGLIO

anno edizione: 2019

pagine: 196

Con il progetto "di Tutti i Colori" la Fondazione Museo Montelupo continua e completa, con l'esposizione di manufatti otto-novecenteschi che raccontano la società toscana moderna attraverso gli oggetti ceramici, la ricerca iniziata quindici anni fa con la mostra dedicata a sette secoli di ceramica a Montelupo Fiorentino, il cui esito ha alimentato il percorso del Museo della Ceramica, l'attuale MMAB-Montelupo Museo Archivio Biblioteca.
48,00
72,00

Inserire il codice per il download.

Inserire il codice per attivare il servizio.