Premio Rapallo-Carige 2017 ad Anilda Ibrahimi - Il tuo nome una promessa

Punto Einaudi Brescia

Per i lettori che viaggiano alla
scoperta degli angoli nascosti
del catalogo, dove si celano
le perle più preziose

Il sistema più comodo
e conveniente per costruire
o arricchire la tua biblioteca
personale e professionale

La newsletter per risparmiare
il 15% su tutti i libri e ricevere
offerte e info su eventi letterari
e mostre d'arte

Acquista

Premio Rapallo-Carige 2017 ad Anilda Ibrahimi

Premio Rapallo-Carige 2017 ad Anilda Ibrahimi
Il tuo nome una promessa

Novità del 28/07/2017

Descrizione

Anilda Ibrahimi vince il Premio Rapallo-Carige 2017 con il Il tuo nome è una promessa
«Anilda Ibrahimi sa raccontare i legami di sangue spezzati dalla Storia dimostrandoci che, in fondo, tra fuga e ritorno non c'è alcuna differenza».
Diego De Silva
***
Anilda Ibrahimi vince il Premio Rapallo-Carige con il Il tuo nome è una promessa, uscito nell’aprile del 2017. Il romanzo «rievoca le vicende tormentate di una famiglia di ebrei in fuga dalla Berlino nazista all'Albania di re Zog, con al centro i destini di due sorelle divise dalla storia, in un quadro mosso e frantumato che comprende la Tirana del secondo dopoguerra, il clima del regime comunista e la sua caduta, per ricomporsi infine ai giorni nostri» (Corriere della Sera, link).
Rebecca Rosen è nata e cresciuta a New York, è sposata con Thomas e ha una figlia, Sarah. Una profonda crisi coniugale la spinge ad accettare un incarico in Albania per lavorare ad un programma di sviluppo. Non vuole vedere il suo matrimonio finire per «consunzione», vuole cambiare e porta la sua vita «nella lontana terra dove vagano ancora le ombre» del passato della sua famiglia. «La scrittura limpida di Anilda Ibrahimi illumina il confine tra fuga e ritorno» (Annalena Benini).
La fuga dal presente apre la porta ai ricordi, irrompe nel racconto il destino della famiglia Rosen che, fuggita da Berlino, aveva trovato rifugio in Albania, in attesa dei visti per l'America. La terra, che «abbraccia mille mondi diversi», oggi come allora, diede loro ospitalità e il re Zog sembrava garantire la pacifica convivenza delle varie etnie.
Nel romanzo le storie di Esther e Abigail, le due giovani sorelle, quella dei loro genitori e dell'anziana nonna Rachel, si intrecciano con quella di Rebecca e della sua famiglia ebrea e americana, in una Tirana moderna, che cerca una nuova via per crescere.
Rebecca farà nuovi incontri ma potrà anche ricostruire le stagioni che non ha vissuto e dare nuova vita alle donne della sua famiglia. «La magia di questo romanzo consiste nel rendere contemporanee tutte le vicende che racconta, liberandole dal velo del passato e illuminando i ricordi in cantina con una luce insistente, ostinata» (Nadia Terranova).
        
Il tuo nome è una promessa, definito da Valeria Parrella «un libro per lettori veri», è anche un omaggio a Tirana e all’Albania, alla sua tradizione e comunità. «AnildaIbrahimi ricorda mirabilmente una paginadi Storia dimenticata, intrecciando le vicende di due sorelle» (Alessandro Leogrande).

Arzadv