Natura Meravigliosa - LE PERGAMENE PREGIATE DEL MUSEO DI STORIA NATURALE

Punto Einaudi Brescia

Per i lettori che viaggiano alla
scoperta degli angoli nascosti
del catalogo, dove si celano
le perle più preziose

Il sistema più comodo
e conveniente per costruire
o arricchire la tua biblioteca
personale e professionale

La newsletter per risparmiare
il 15% su tutti i libri e ricevere
offerte e info su eventi letterari
e mostre d'arte

Acquista

Natura Meravigliosa

Natura Meravigliosa
LE PERGAMENE PREGIATE DEL MUSEO DI STORIA NATURALE

Novità del 27/10/2018

Descrizione

NATURA MERAVIGLIOSA
LE PERGAMENE PREGIATE DEL MUSEO DI STORIA NATURALE DI PARIGI

A cura di Pascale Hertel e Michelle Lenoir Pubblicato in collaborazione con il Museo di storia
naturale di Parigi, Natura meravigliosa, Rizzoli illustrati, è un elegante volume a tiratura limitata che raccoglie una selezione di 800 “velini” conservati presso il museo.
La collezione di velini del Museo di storia naturale di Parigi – quasi 7000 guazzi e acquerelli raffiguranti fiori, piante rare e animali – è un patrimonio dalla valenza artistica e scientifica. La creazione di questa cospicua raccolta risale al periodo in cui l’osservazione e la descrizione costituivano le basi delle scienze naturali.
È Gastone d’Orléans, fratello di Luigi XIII, a dare inizio a questa monumentale impresa. Grande collezionista, appassionato di piante, coltiva un vasto giardino botanico presso il castello di Blois con l’aiuto di Abel Brunyer e Robert Morison, botanici di professione. Per completare il catalogo di piante rare compilato da questi ultimi, nella prima metà del XVII secolo Gastone assume il pittore e incisore Nicolas Robert, che riprodurrà gli esemplari dal vero. Alla sua morte, nel 1660, il principe lascia quindi diverse grandi raccolte in folio con dipinti su velino che catalogano fiori, piante e uccelli delle sue voliere. La raccolta viene ereditata da Luigi XIV e attira l’attenzione di Colbert, che convince il re a proseguire la collezione.
Quando nel 1793 viene fondato il Museo di storia naturale di Parigi, essa viene trasferita nella sede dell’istituto, che si impegna a portarla avanti purché vengano introdotte alcune innovazioni degne di nota, in particolare la specializzazione dei pittori in campo botanico o zoologico. L’apertura, in quello stesso anno, del giardino zoologico della Ménagerie favorirà inoltre la raffigurazione di animali vari ed esotici. I velini diventano più che mai strumenti al servizio della scienza e la raccolta viene notevolmente incrementata: dai
5321 pezzi del 1809, si passa agli oltre 6000 del 1850. E sono gli studiosi a decidere quali soggetti raffigurare e approvare o meno il loro inserimento.
Legata alle evoluzioni del pensiero scientifico, del metodo e dei nuovi mezzi tecnologici (la fotografia), la collezione vede poi rallentare la produzione a partire dalla seconda metà del XIX secolo per poi concludersi nel 1905.
Nel volume i velini sono riprodotti in altissima qualità e sono accompagnati da testi critici dei maggiori esperti del settore.

Impreziosiscono ulteriormente il volume un elegante cofanetto e una scatola con maniglia.

Rizzoli
29 x 37,7 cm
624 pp.
800 tavole a colori
Cartonato con sovraccoperta e cofanetto, scatola illustrata con maniglia
Tiratura limitata e numerata
299,00 €

Pascale Heurtel archivista-paleografa, al termine dei suoi studi è stata chiamata presso la Bibliothèque centrale du Muséum national d’Histoire naturelle, dove si è occupata delle raccolte di archivi scientifici e di manoscritti. In seguito, i suoi compiti si sono estesi alle raccolte di beni a stampa, iconografici e artistici. Capo del servizio collezioni della Direction des bibliothèques du Muséum ed esperta di storia dell’illustrazione naturalistica. Il 1°ottobre 2016 è stata nominata direttrice delle biblioteche del Conservatoire national des arts et métiers.

Michelle Lenoir, conservatrice generale onoraria delle biblioteche, ha iniziato la sua carriera nel 1971. Dal 1990 si è occupata di biblioteche storiche, ricoprendo il ruolo di direttrice della biblioteca dell’Académie nationale de médecine, poi di capo dipartimento della sezione documenti storici presso il Ministero della cultura francese e infine di direttrice delle biblioteche del Museo national d’Histoire naturelle. Si dedica in particolare allo studio dell’opera di Nicolas Robert.

Arzadv