Giovanni Battista Ramusio - Navigazioni e viaggi. V

Punto Einaudi Brescia

Per i lettori che viaggiano alla
scoperta degli angoli nascosti
del catalogo, dove si celano
le perle più preziose

Il sistema più comodo
e conveniente per costruire
o arricchire la tua biblioteca
personale e professionale

La newsletter per risparmiare
il 15% su tutti i libri e ricevere
offerte e info su eventi letterari
e mostre d'arte

Acquista

Giovanni Battista Ramusio

Giovanni Battista Ramusio
Navigazioni e viaggi. V

Novità del 10/11/2011

Descrizione

1985
I millenni
pp. XXV - 996
€ 90,00

A cura di Marica Milanesi

Indice
Introduzione di Marica Milanesi. Nota al testo. Nota alle illustrazioni. Discorso di messer Gio. Battista Ramusio sopra il terzo volume delle Navigazioni e Viaggi. Sommario dell'istoria dell'Indie occidentali del signor don Pietro Martire. Sommario della naturale e generale istoria dell'Indie occidentali di Gonzalo Ferdinando d'Oviedo. Della naturale e generale istoria dell'Indie occidentali di Gonzalo Ferdinando d'Oviedo. Della naturale e generale istoria dell'Indie di Gonzalo Ferdinando d'Oviedo.Itinerari. Indice dei nomi e dei luoghi.

Nell'umanesimo veneziano della prima metà del Cinquecento, tra tipografi, filologi e storici, fiorisce una singolare figura di intellettuale: Giovanni Battista Ramusio. Segretario del Senato e diplomatico sottile, letterato amico di Bembo e di Fracastoro, egli avverte come pochi altri i mutamenti introdotti nella storia europea dall'allargarsi dell'orizzonte geografico, dai contatti con popoli lontani e ancora pressoché ignoti. Inserendosi nel lavoro dei cartografi, Ramusio aduna e traduce un corpo imponente di Navigazioni e viaggi che dai tempi dei pionieri cartaginesi arriva fino ai suoi, quelli di Vespucci e di Magellano. Tra il 1550 e il 1606 vanno alle stampe i tomi di un'opera imponente: ora quelle decine e decine di trattati, di diari, di «itinerari», di relazioni tornano in edizione fedele, in sei volumi dei «Millenni» a cura di Marica Milanesi.
Questo quinto volume, interamente dedicato al Nuovo Mondo, si apre con il Sommario delle decadi di Pietro Martire d'Anghiera (1457-1526), cronista, ma al tempo stesso commentatore e critico, della costruzione dell' America spagnola, e qui, in particolare, dei viaggi di Cristoforo Colombo. Seguono poi il Sommario e la Storia delle Indie occidentali di Gonzalo Fernandez de Oviedo (1478-1557), forse il piú famoso cronista de las Indias, autore di una monumentale opera dedicata non solo ai fatti, ai personaggi, alle battaglie della Conquista, ma anche alle piante, gli animali, i pesci, gli insetti, i veleni, le curiosità, le stranezze, le leggende di un mondo fino ad allora sconosciuto.

Arzadv